Home » Recensione libri » Recensioni libri cult » Recensione “Beautiful” di Christina Lauren (serie Beautiful Bastard #5)

Recensione “Beautiful” di Christina Lauren (serie Beautiful Bastard #5)

Dopo aver sorpreso il suo fidanzato in atteggiamenti a dir poco intimi con un’altra ragazza, Pippa Bay Cox decide di lasciare Londra alla volta degli States, per un indimenticabile viaggio on the road in compagnia di Ruby Miller e altri suoi scatenati amici. Per Jensen Bergstrom, concentrarsi sul lavoro può essere il modo migliore per superare un grande dolore… o anche solo per affrontarlo. Costantemente immerso nella routine, raramente si concede del tempo da dedicare a se stesso. Ma quando sua sorella Hanna lo convince a unirsi al gruppo per un viaggio da sogno di due settimane, capisce che è arrivato il momento di staccare. Quando si accorge di quanto siano pazzi i suoi compagni di viaggio è ormai troppo tardi per tirarsi indietro. Chloe, Sara, Will, Bennett, George… Con loro c’è sempre da divertirsi. E poi c’è Pippa, la donna che potrebbe fargli capire una volta per tutte quanto la sua vita abbia bisogno di una folle sterzata.

Amori, amicizia e risate: gli ingredienti ideali per la conclusione di una serie semplicemente… Beautiful.

Ci siamo guardati negli occhi per un attimo mentre Jensen si muoveva, trascinando il membro sul mio palmo. Volevo toccarlo ovunque, non solo perché mi piaceva, ma anche perché sentivo che nessuna si era mai impegnata a scoprire ogni centimetro del suo corpo.

Che peccato… ha cominciato, poi si è interrotto mentre iniziava a muoversi più velocemente, trattenendo il respiro.

«Già», ho sussurrato.

Che peccato che io sia troppo eccentrica per te.

Che tu sia troppo impegnato per te.

Che io stia aprendo il mio cuore, mentre il tuo è congelato.

Si può rimanere incollate a un libro, voler vivere con esso e i suoi personaggi, ridere e piangere con loro, voler arrivare presto alla fine, ma allo stesso tempo essere combattuti se concluderlo o meno? Beh, credo proprio di sì!

Come ci si riprende da un libro che ti ha stregato l’anima? Christina Lauren, siete due donne davvero toste e crudeli!

Avrete capito che questo, almeno per me, è stato uno di quei libri che ti strappa il cuore per poi rimetterlo al suo posto solo quando gli fa comodo, o forse solo quando, giunti alla fine di esso, ti lascia con un vuoto incolmabile, che raramente un romanzo ti lascia.

Sto parlando di Beautiful, quinto volume della serie contemporary romance Beautiful Bastard.

In questo ultimo capitolo, ritroviamo tutti i personaggi della serie riuniti in un finale da lasciare senza parole.

I protagonisti principali sono Jensen, il fratello di Hanna, e Pippa, migliore amica ed ex collega di Ruby.

La storia ruota principalmente intorno a questi due personaggi e alle loro rocambolesche avventure, che segnano la loro conoscenza.

Già il loro primo incontro è a dir poco movimentato.

Pippa è la figlia di due mamme bizzarre, Coco e Lele, laureata in matematica, con un colore di capelli indefinito, tra il castano e il biondo, occhi scuri, vestita con abiti multicolori e indossa così tanti braccialetti da far invidia a un negozio di bigiotteria. È la prima volta che viaggia dopo ben sei anni di stallo, perché ha scoperto Mark, il suo fidanzato, o per meglio dire ex fidanzato, “pomparsi” un’altra donna nel suo letto.

Jensen è un avvocato, che si occupa di gestire le procedure per fondare due società, stacanovista sul lavoro, alto, biondo, con profondi occhi verdi, mani molto curate, vestito sempre con completi eleganti e scarpe lucidissime. È in viaggio per una vacanza bucolica tra amici, che non si concedeva da tanto tempo.

I nostri ragazzi si ritrovano sullo stesso aereo: due sconosciuti in prima classe, con Pippa, ubriaca a causa dello champagne gratuito, che parla a vanvera, e Jensen che fa finta di dormire per non starla a sentire.

Scoprono, poi, di dover condividere un pulmino per le due settimane di vacanza sulla East Coast. Periodo che passano tra cantine e bevute con Niall, Ruby, Hanna e Will.

All’inizio la loro storia è di sola, semplice e pura amicizia, fino a quando, a metà del viaggio, non incontrano l’ex moglie di Jensen, con il nuovo marito. Si trovano, allora, a fingersi neo sposini in luna di miele, ma non sempre la finzione è lontana dalla realtà.

Questa vacanza è una rivelazione per entrambi: inizia come un’avventura e termina con una gran voglia, da parte di entrambi, di avere qualcuno accanto con cui poter condividere la vita e sentirsi completi. È stato bello leggere di come due persone così opposte, come Jensen e Pippa, abbiano avuto, alla fine, dei punti in comune: la voglia di azzerare le distanze per poter stare insieme a tutti i costi, cercando di far sciogliere anche il cuore più duro.

Nell’epilogo finale, inoltre, troviamo la conclusione a tutti i libri: vediamo una Chloe completamente cambiata e molto incinta, una Sara in attesa del quarto figlio, la riscoperta di Hanna di voler essere mamma, Ruby e Nihall felicemente sposati. C’è anche quell’irriverente di George alle prese con Will, il suo nuovo fidanzato, che vi farà scoprire un finale da favola.

Mi è dispiaciuto tantissimo che questa serie sia terminata, e ancor di più che non sia stata creata (ancora) una novella su George.

Ho amato alla follia tutti i personaggi, lo stile di scrittura di quest’autrice, le spensierate e sensuali storie d’amore e sesso, l’eccitazione che crea nel lettore e, soprattutto, quella brillante vena d’erotismo, che non scende mai nel banale, ma ti lascia sempre con il fiato sospeso.

«Basta tenerla in braccio», ho detto avanzando per stringere mia figlia. Chloe mi ha guardato, la mascella serrata. Cosa potevo fare se non baciarla?

«Per avere la donna migliore del mondo», ho sussurrato, «ho dovuto iniziare dalle basi: amarla per quella che è, non per quella vorrei che fosse. Diventare la persona di cui non può fare a meno. Essere il suo braccio destro. Imparare a riconoscere ciò di cui ha bisogno, così non mi lascerà mai, per nulla al mondo.»

Ero diventato l’uomo di cui non poteva fare a meno. Ero diventato il suo braccio destro… e il padre di sua figlia. E così, ogni giorno di più, ero semplicemente il più fottuto bastardo sulla faccia della terra.

SERIE BEAUTIFUL BASTARD

#1     Beautiful bastard          RECENSIONE QUI

#1.5  Beautiful bitch              RECENSIONE QUI

#2     Beautiful stranger        RECENSIONE QUI

#2.5  Beautiful bombshell    RECENSIONE QUI

#3     Beautiful player            RECENSIONE QUI

#3.5  Beautiful beginning     RECENSIONE QUI

#3.6  Beautiful beloved         RECENSIONE QUI

#4     Beautiful secret             RECENSIONE QUI

#4.5  Beautiful boss               RECENSIONE QUI

#5     Beautiful

Recensione a cura di

Editing a cura di

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS

StaffRFS