Home » Recensione libri » Recensione: Beautiful Boss di Christina Lauren (Beautiful bastard series #4.5)

Recensione: Beautiful Boss di Christina Lauren (Beautiful bastard series #4.5)

 

Trama verde

 

Will Sumner non poteva non innamorarsi di Hanna Bergstrom, del suo bizzarro senso dell’umorismo, della sua determinazione. Per non parlare della sua voglia di scoprire e sperimentare insieme a lui forme sempre nuove di piacere. Tra le lenzuola la loro intesa è perfetta, ma fuori dalla camera da letto le cose sono un po’ più complicate.

Quando Hanna riceve un’offerta di lavoro impossibile da rifiutare, questo brusco ritorno alla realtà sembra privare improvvisamente i loro corpi della magia che fino a quel momento li aveva resi indispensabili l’uno all’altro.

Spetta a Hanna decidere quale strada intraprendere: seguire l’istinto e sacrificare il proprio futuro per un presente di gioie effimere ma irripetibili, oppure rinunciare all’uomo che le ha cambiato la vita per seguire un copione già scritto?

Recensione verde

 

 

In questo racconto leggiamo le avventure di Will e Hanna dal giorno prima del matrimonio in poi, un periodo di circa tre mesi.

L’ansia della notte prima da parte di entrambi, lei per paura che il vestito non piaccia perché evidenzia troppo le tette, lui molto più terra terra perché non possono dormire insieme, anche se riescono a incontrarsi tenendo gli occhi chiusi (solo a pensare vi scappa da ridere? Leggete e vedrete).

Arriva il giorno del matrimonio e tutto fila liscio, prima notte di nozze hot, e poi rientro alla vita normale di tutti i giorni: visto che Hanna sta facendo colloqui con varie università, il viaggio di nozze è rimandato di un mesetto.

Durante questo periodo vivono in una bolla tutta rosa e tutta loro, fino alla sera in cui gli amici (George, Max e Stella, Chloe e marito) irrompono per festeggiare fra loro, il tasso alcolico sale, giocano alla bottiglia e tra un bacio caliente tra Will e George (avete letto bene, mai giocare al gioco della bottiglia da ubriachi o a obbligo e verità) purtroppo l’alcool scioglie anche la lingua a Will e dice delle verità un po’ dolorose che Hanna non digerisce bene riguardo ai suoi colloqui di lavoro, infatti, scatta il primo litigio, il quale farà capire a Hanna che adesso le decisioni si prenderanno in due e che Will sarà sempre parte in causa dell’equazione.

Questo la manda un po’ in crisi, perché come ogni buon genio nel multitasking, non riesce bene. Sarà Will ad aiutarla, supportarla, capirla e lei piano piano sceglierà in base alle loro esigenze.

Un racconto fresco, divertente e che fa un po’ capire le dinamiche matrimoniali a chi non è sposato, mi ha fatto ricordare con gioia i primi tempi del mio matrimonio.

Spero l’autrice voglia scrivere un libro su George perché ancora una volta si è dimostrato magnifico, e poi la scena del bacio con Will è spettacolare, ahahahahah.

Fiamme-Sensualità-Super-Hot NUOVA

 

Recensione a cura di :

 

Tayla

Editing a cura di :

 

Gioggi

 

Lascia un commento

Clicca G+ - aiuta a far crescere il sito

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS

StaffRFS

Lascia un Commento