Home » Recensione libri » Recensione: Atlantis di Andrea Micalone

Recensione: Atlantis di Andrea Micalone

Titolo: Atlantis
Autore: Andrea Micalone
Editrice: Piemme
Genere: fantasy/Sci-fi per ragazzi
Data di Pubblicazione: 03 Marzo 2020

In un futuro in cui l’aria è irrespirabile ed è vietato ogni contatto fisico tra esseri umani, Rud frequenta la prestigiosa Accademia Aurora Consurgens. Tutti gli allievi vivono chiusi dentro cubicoli trasparenti e comunicano attraverso chat olografiche. Ad Atlantis, come nel resto del mondo conosciuto, gli uomini non hanno soltanto disimparato a usare la voce, ma anche l’alfabeto emotivo. Ed è per questo che Rud non riesce a capire cosa prova ogni volta che incrocia lo sguardo di Relin, la sua nuova compagna di classe. Quando una notte infrangono il grande divieto e si incontrano senza pareti divisorie tra loro, i due ragazzi daranno vita a una nuova Oscillazione, una terribile Singolarità che li costringerà prima alla fuga e poi a unirsi a un gruppo di ribelli, fino a scoprire la verità sulla loro storia e su ciò che davvero li unisce. Età di lettura: da 12 anni.

Salve, Fenici!

Siamo nel futuro e il mondo non è più lo stesso, non è più come lo conosciamo noi. La forte industrializzazione, il declino ecologico, lo scioglimento dei ghiacciai e l’alto tasso di inquinamento hanno reso l’ambiente invivibile e l’aria irrespirabile. L’umanità è ripartita da zero, creando una nuova società con nuove regole, soprattutto quelle molto rigide sull’igiene. Ogni persona ha il suo spazio personale, la gente vive chiusa dentro cubicoli trasparenti e i contatti fisici sono vietati, si comunica solo attraverso chat olografiche, tanto che anche le nascite sono controllate e ognuna di esse avviene in laboratorio proprio per evitare malattie e tare genetiche. Gli esseri umani hanno disimparato a usare la voce e anche l’alfabeto emotivo, al punto da non sapere più neanche riconoscere certi sentimenti. Ogni ambiente della città viene disinfettato e disinfestato, tranne la periferia.

Ogni cittadino dai sette anni viene assegnato a un’accademia, dove verrà istruito in base alle proprie capacità. Insomma tutto è organizzato in modo tale da poter risparmiare su ogni risorsa. Un giorno due ragazzi vengono rifiutati dai Valutatori dei progetti e vengono portati via. Al posto di uno di essi entrerà in quella classe Relin, una ragazza che attira l’attenzione di Rud fin da subito. In lui questi avvenimenti fanno scattare qualcosa di incomprensibile che scateneranno una serie di eventi e scoperte di cui non vi svelerò nulla.

Questo libro di narrativa fantasy/Sci-fi per ragazzi dai dodici anni in su, è un romanzo di formazione che affronta i temi dell’incomunicabilità e della sostenibilità ambientale.

Un libro perfetto da leggere a scuola per affrontare questi importanti temi e portando i ragazzi a riflettere consapevolmente al riguardo. L’autore Andrea Micalone, ha infatti trovato – a mio parere – un modo molto idoneo e coinvolgente per raggiungere sia i giovani che un pubblico più adulto, specialmente nel periodo che stiamo vivendo a causa del Coranovirus che ha cambiato totalmente le nostre vite.

Ma non solo, parliamo anche del fatto che ormai viviamo completamente dipendenti dagli apparecchi elettronici moderni che ci permettono di comunicare con gli altri senza contatti fisici e sguardi che dicono più di mille parole. È cosa nota che solitamente, ci si accorga di quanto sono preziose certe cose per noi solo dopo averle perse.

E se un giorno capitasse davvero ciò che è scritto in questo libro? Sono sicura che rimpiangeremmo il contatto umano, cosa che ora diamo scontata ma che con questa pandemia ne abbiamo sentito la mancanza. Perché dobbiamo sempre arrivare al limite per renderci conto di cosa veramente abbiamo bisogno?

Ma non mi dilungherò ulteriormente su questo argomento perché sono sicura che sapete di cosa sto parlando e che concorderete con me.

La scrittura è scorrevole, leggera e senza troppe descrizioni articolate. Ma dal mio punto di vista, è solo dopo i primi faticosi capitoli che tutto inizia a volare.

Ciò che ha catturato di più il mio interesse è il colpo di scena finale… vi dico che questo vale da solo la pena di affrontare l’intera lettura.

In conclusione, consiglio la lettura a tutti: ai ragazzi, agli insegnanti che intendono affrontare con le loro classi certi temi e, in generale, a chiunque ami leggere.

Buona lettura!

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Titolo: Atlantis Autore: Andrea Micalone Editrice: Piemme Genere: fantasy/Sci-fi per ragazzi Data di Pubblicazione: 03 Marzo 2020 In un futuro in cui l'aria è irrespirabile ed è vietato ogni contatto fisico tra esseri umani, Rud frequenta la prestigiosa Accademia Aurora Consurgens. Tutti gli allievi vivono chiusi dentro cubicoli trasparenti e comunicano attraverso chat olografiche. Ad Atlantis, come nel resto del mondo conosciuto, gli uomini non hanno soltanto disimparato a usare la voce, ma anche l'alfabeto emotivo. Ed è per questo che Rud non riesce a capire cosa prova ogni volta che incrocia lo sguardo di Relin, la sua nuova compagna di…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento