Home / Inediti in Italia / Recensione in anteprima: “L’oscurità della Notte” di Jeaniene Frost (#7 serie Night Huntress /La cacciatrice della Notte)

Recensione in anteprima: “L’oscurità della Notte” di Jeaniene Frost (#7 serie Night Huntress /La cacciatrice della Notte)

Trama

up from the graveC’è sempre una fossa in più da scavare.

Ultimamente, la vita è stata calma in modo innaturale per i vampiri Cat Crawfield e suo marito Bones. Avrebbero dovuto immaginare che fosse meglio non abbassare la guardia, perché una rivelazione shoccante li farà tornare in azione, per tentare di fermare di una guerra senza confini. Un agente della CIA, fuori controllo, è coinvolto in orribili attività segrete, che minacciano di far crescere tensioni tra gli umani e i non-morti a livelli pericolosi. Adesso Cat e Bones devono lottare contro il tempo per salvare i loro amici da un destino peggiore della morte… perché più segreti riescono a svelare, più mortali si scoprono le conseguenze. E se falliranno, le loro vite e quelle di tutte le persone a loro più care, saranno in bilico sull’orlo di una fossa.

 

 

Scritte-Nuove-sito-Recensione-anteprima

Jeaniene Frost ha superato se stessa scrivendo “Up From the Grave”, libro conclusivo della serie Night Huntress che ha per protagonisti Cat e Bones. Ho costantemente rimandato la lettura del libro per parecchi mesi, rispetto alla sua uscita. Amo così tanto questa serie e i suoi protagonisti che il pensiero di leggerne l’episodio conclusivo mi ha creato un sacco di dubbi e incertezze. Lo catammetto temevo di leggerlo e farmi prendere da un’altra crisi di nervi, come mi è successo con un’altra serie che non nomino nemmeno, e che mi ha profondamente deluso, lasciandomi con il dente avvelenato. Invece tutti i miei timori sono stati fugati dopo poche pagine. Ho ritrovato Cat e Bones come non li vedevo da parecchi libri, e sono convinta che Ms Frost si sia impegnata al meglio per scrivere il capitolo che mette la parola fine alla sua serie Night Huntress. In questo libro ho trovato una trama avvincente, ricca di azione e una storia convincente, nella quale l’autrice è riuscita a inserire ed a far figurare tutti gli amici ed alleati di Cat e Bones, in una sorta di passerella che ci permette di salutarli tutti, anche se in realtà la loro presenza non è solo una “comparsata”, ma sono fondamentali con il loro aiuto in questa nuova battaglia, che deve essere fronteggiata da Cat e Bones. Madigan, pur essendo “solo” umano, è un avversario tra i più difficili in cui la coppia si sia mai ritrovata ad affrontare: paranoico, fanatico, pericoloso e spietato, senza nulla da perdere, mentre sono vitali i segreti che nasconde e che non vuole rivelare. Ho trovato una Cat veramente formidabile in questo racconto. Si trasforma in una vera furia se vengono toccati i suoi cari e in questo caso deve lottare per salvare il gruppo di uomini, vampiri e amici che lei e Bones hanno addestrato per anni. Tornare a vederla in azione, così determinata, inarrestabile e senza pietà, come le ha insegnato a essere Bones è stata una delle cose che ho preferito nel libro, insieme a Bones, Ian e Denise. Bones… in questo libro è perfetto, e rimarrà uno dei vampiri preferiti delle mie letture. Freddo, cinico e spietato quando deve esserlo; il suo potere di vampiro ha raggiunto livelli inimmaginabili rispetto ai primi libri della serie, il suo amore per Cat è infinito e come dice lui, oramai, nella loro vita così piena di pericoli e battaglie ha imparato che il “nemico” più pericoloso dal quale deve difendere la sua compagna è in realtà se stessa. Bones non teme nessuno, anche creature più potenti di lui, ma teme Cat. Essere diventata una vampira non l’ha cambiata, con la sua impulsività, è una vera mina vagante, soprattutto quando si lascia travolgere da emozioni e sentimenti per le persone alle quali vuole bene, mettendo in pericolo la sua vita. Il loro è un rapporto pieno di passione, amore e un continuo scontro tra le loro personalità. E lui è disposto a tutto pur di proteggerla, anche a dispensarle un po’ del suo trattamento “vampiro killer bastard inside”, Bones prende le decisioni e agisce, punto. I conti con Cat è disposto a farli dopo… E io lo adoro per questo! Denise è stata una vera sorpresa in questo libro, che cambiamento rispetto alle sue prime apparizioni nella serie e dopo la sua storia con Spade. Il suo ruolo è fondamentale e lo affronta alla grande, nonostante i pericoli, fa tutto, ma proprio di tutto, pur di aiutare Cat e, facendo così, di certo non rende felice il suo iperprotettivo compagno Spade. Vogliamo parlare di Ian? Dopo Cat e Bones è il mio vampiro preferito in questa serie, ed è l’unico al quale non è stato dedicato un libro per ora, anche se sembra che questa cosa stia per cambiare. Politicamente scorretto, divertente, sexy e profondamente legato a Cat e Bones, nonostante faccia di tutto per nasconderlo bene. Non riesco però a immaginarmi una sua degna compagna, e forse è per questo che serve aspettare l’ispirazione giusta per poter scrivere su di lui. Comunque la sua presenza lascia sempre il segno e il sorriso sulle labbra. “Up From the Grave” è la degna conclusione di una serie magnifica, destinata a una marea di riletture da parte mia, quando la nostalgia per questa coppia stupenda si farà sentire. Spero che traducano al più presto questo libro nella nostra lingua, perché ha in serbo per tutti grosse, grosse sorprese, che scoprirete leggendo l’ultima avventura di Cat e Bones. In questo caso mi avvalgo della facoltà di non divulgare spoiler…

 

Fiamme-Sensualità-hot NUOVE

 

Recensione a cura di:

Ayliss72

 

baby.ladykira

baby.ladykira
Admin Founder del gruppo ROMANTICAMENTE FANTASY SITO

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Recensione: “La ragazza del faro” di Alessia Coppola

Buongiorno Fenici oggi la nostra Cristiana ha recensito ...