Home / Made in Italy autori italiani famosi ed emergenti / Recensione in Anteprima: “La Chiave d’oro” di Regina Pozzati

Recensione in Anteprima: “La Chiave d’oro” di Regina Pozzati

Trama

Mar Mediterraneo, 1314
Quando il crudele capitano Croix assalta la maestosa Arcadia, l’ultima cosa che si aspetta è di trovare la sua stiva vuota. La famiglia a cui appartiene, quella dei Chillemi, è infatti una delle più ricche e prestigiose di Roma. Sarà l’intuito a guidarlo verso il segreto che nasconde e che accomuna due individui all’apparenza inconciliabili.
L’amuleto al collo della giovane Evelina, figlia dell’uomo a cui è stato dato l’incarico di ripulire le acque del Mediterraneo dai pirati, è infatti perfettamente identico ad uno che Croix ha già visto addosso al capitano di una nave da guerra francese. Un uomo, le cui ultime parole sono state “Je n’ai pas parlé”.
Non ho parlato.

Scritte-Nuove-sito-Recensione-anteprima

La chiave d'oroUn libro diverso da molti ora in commercio: si parla di pirati, uno dei miei temi preferiti quando ero piccola, infatti amo Salgari e i suoi personaggi.
Il romanzo inizia in modo particolare: facciamo subito la conoscenza del capitano Croix, un pirata assai misterioso di cui non si sa nulla se non che, diversamente da molti capitani, punta tutto sulla strategia e sul cervello. Alla sua ciurma richiede una cosa sola: fedeltà assoluta. Non vuole sapere i motivi che li hanno spinti ad imbarcarsi sulla sua nave, poiché anche lui ha molti segreti che vuole mantenere tali. Quando lo incontriamo il capitano ha già intrapreso la missione che lo porterà a conoscere la protagonista femminile della storia, Evelina Chillemi, la figlia di un importante ammiraglio al servizio dello Stato della Chiesa.
Evelina è una giovane donna che è dovuta crescere spesso da sola viste le lunghe assenze del padre per curare i propri affari; quando la incontriamo sta facendo ritorno a Roma dopo un viaggio compiuto per il padre e viene rapita dal capitano Croix. La storia comincia così e si sviluppa in modo molto inatteso, da tutti i punti di vista, anche nel rapporto tra Evelina e Croix, ma non voglio dirvi troppo, solo: leggete!
In alcune parti si avverte che l’autrice è alla prima esperienza, la storia fa un po’ fatica a scorrere, ma lo sviluppo è spesso inatteso o comunque leggermente diverso da ciò che ci si aspetterebbe. I personaggi potevano forse essere caratterizzati meglio o in modo un po’ più introspettivo, ma forse la loro forza sta anche nel loro essere tutti da scoprire, pagina dopo pagina. Si nota il lavoro di ricerca che è stato fatto e anche la passione per l’epoca scelta, (precisamente 1314). Una delle cose che ho apprezzato, oltre al fatto di aver reso il protagonista un uomo molto particolare in quanto molto ‘intellettuale’, calcolatore e stratega, è stata la sua crescita nel corso del romanzo, da uomo votato solo alla vendetta e all’odio, rivolto al passato, a uomo che pur restando fedele a se stesso, alla fine guarda al futuro e all’amore. Eve (come la chiama Croix) invece in certi momenti mi ha dato sui nervi però, dopotutto ci sta, vista la sua età e le sue precedenti esperienze. Un personaggio minore che mi ha colpito molto è il secondo del capitano, il mussulmano Hasan spero di poterne sapere di più su di lui in futuro. Nel complesso quindi un buon romanzo specialmente se teniamo conto del fatto che è un primo lavoro. Lo consiglio a chi è appassionata di pirati e di uomini particolari, di quelli che non dicono mai “ti amo” ma lo devi capire tu dai gesti e dagli sguardi, uomini tormentati ecco… Anche Eve ha una decisa crescita nel corso del libro, sebbene spesso l’avrei scrollata, specie verso la fine, per farla reagire, ma la piccola Eve alla fine è un bel personaggio; va bene cosi. Confesso che forse mi sarebbe piaciuto vedere un epilogo un poco più in là nel tempo, ma forse sono io che non volevo ancora abbandonare il capitano ed Eve.

Fiamme Sensualità Medio

Recensione a cura di:

LadyDrake

Editing a cura di:

Elettra

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Recensione: “L’UOMO PERFETTO E’ UN BASTARDO” di Jessica Clare Serie: Roughneck Billionaires #3

Knox Price è sempre stato convinto di non ...