Home » Recensione libri » Recensione: Amare è grandioso,ma divorziare di più di Catherine Bybee -Serie Prime Mogli 1-

Recensione: Amare è grandioso,ma divorziare di più di Catherine Bybee -Serie Prime Mogli 1-

Titolo:Amare è grandioso,ma divorziare di più
Autore:Catherine Bybee
Editore:Amazon Crossing
Genere:Chick Lit

Serie: Prime mogli vol.1

Data di pubblicazione: il 1 Giugno 2021

 

Lei protegge le sue clienti. Lui indaga su di loro. Quello che hanno in comune potrebbe essere amore

Il motto di Lori Cumberland è: “Amare è grandioso, ma divorziare lo è cento volte di più”. Dopo il fallimento del suo matrimonio, non ha più intenzione di ricaderci. Come avvocatessa, si concentra così su legittime ma provvisorie unioni di coppie ricche e famose. Parte per una crociera con alcune clienti appena divorziate: vuole divertirsi, abbronzarsi e coltivare nuove amicizie. Finirà però per essere attratta da un uomo.

Reed Barlow sembra nato per fare l’investigatore privato. Conosce la legge ed evita di infrangerla. Il suo motto è: “Nessuna emozione e nessun coinvolgimento”… fino a Lori. Con un sorriso irresistibile e un atteggiamento spavaldo, Reed fa abbassare la guardia a Lori, in un apparente gioco di seduzione. Ma forse è solo un piano ben congegnato.

Quando la pericolosa svolta delle indagini di Reed mette Lori in pericolo, cerca di ottenere da lei una seconda occasione. Però, raccontandole la verità salterebbe la propria copertura, rischiando di perdere l’opportunità di avere una famiglia… e l’amore.

 

«A cena, questa sera. Tu e io.»

Grondante d’acqua e con quel sorrisetto malizioso, era dura resistergli. Da quanto tempo un uomo non la invitava a una cena romantica?

«Devo occuparmi delle mie amiche.» Era una scusa poco credibile, persino per lei.

«Non sei abbastanza vecchia per essere la loro madre.»

«Io sono la loro…» Stava per dire “consulente legale” ma ricacciò indietro le parole.

«E non sembrate neppure sorelle.» Reed le sfiorò un braccio con le dita. «Di cosa hai paura, Lori? Ti ho invitato a cena, non a paracadutarti da un aereo.»

«Qualcosa mi dice che la tua prossima proposta sarà proprio di lanciarmi con il paracadute.»

Reed le fece un sorrisetto. «Cominciamo con la cena.» 

 

È una commedia romantica sciolta e divertente, con una trama piena di suspense molto coinvolgente.

 

Lori è un’avvocata e procura alle sue clienti dei mariti a termine, in pratica unioni di interesse a vantaggio di entrambi i coniugi. Fondamentale è tenere nascosti questi dettagli, dato che i matrimoni di convenienza non sono propriamente legali né etici, ma ci sarà il rischio di una fuga di informazioni a cui lei dovrà cercare di porre rimedio.

 

Una trama poliziesca quindi che si affianca a quella romantica, con tanto di vigilanza e di una guardia del corpo che subentra al suo fianco.

Su questa trama ricca di azione, fuga e indagine, si inserisce l’incontro con Reed, un uomo conosciuto per caso che sembra sinceramente interessato a Lori, anche se il lettore è a conoscenza dei suoi secondi fini.

Il loro rapporto diventa sempre più intimo e romantico, sebbene non troppo spinto.

 

La verità era che da molto tempo non incontrava nessuno degno di trascorrere del tempo con lei guardando un film in silenzio. Reed sapeva di fresco, il suo corpo emanava calore e, dopo essersi sistemato più comodamente al suo fianco, le sfiorò una tempia con un bacio. Il genere di trattamento a cui Lori avrebbe potuto facilmente abituarsi. (Tratto dal libro)

 

Le caratterizzazioni non sono ricercate, i personaggi sono più che altro bianchi o neri, buoni o cattivi, ma questo non impedisce al nostro uomo di compiere gesti eroici per conquistare la fiducia di lei e spingere il lettore ad ammirarlo per il suo coraggio e dedizione.

Lori, dal canto suo, incarna la figura delle donna forte, autonoma, decisa senza lasciarsi andare a una nuova esperienza emotiva. Le clienti, che fanno da personaggi secondari su cui, auspicabilmente, verranno generati i prossimi volumi della serie, si compensano con  caratterizzazioni molto diverse tra loro: innamorata e tradita, entusiasta della vita e delle nuove esperienze, innamorata che ancora sogna di essere ripresa.

 

 

È una lettura molto piacevole e scorrevole, con personaggi ben disegnati e un ritmo di lettura accattivante. Una storia non banale e inusuale pur rientrando nei canoni di questo genere narrativo: piacevole, godibile, senza scossoni.

È con tutta evidenza un’autrice capace di tessere bene le trame, renderle interessanti. Sa scrivere in modo asciutto, scorrevole e godibile, mettendoci quel tanto di imprevisti che rendono la trama degna di essere letta e spingono a voltare le pagine.

 

«Reed?»

«Non voglio che qualcuno degli invitati pensi che tu sei disponibile.»

«Io non sono disponibile.»

«Sai cosa intendo.»

Lori gli carezzò una guancia. «Reed. Io amo te. Non sono disponibile per nessun altro tranne che per te.»

Non si stancava mai di sentirglielo dire. Le afferrò la mano e le baciò l’anulare, ancora senza un anello. «Voglio che tutti sappiano che sei mia, quando ti guardano.»

Lei abbassò la testa e attraverso le lunghe ciglia si guardò la mano, prima di incrociare di nuovo lo sguardo di Reed. «Oh.»

 

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento