Home » Recensione libri » Recensione: “After- vol. 1” Anna Todd

Recensione: “After- vol. 1” Anna Todd

Trama

Ambiziosa, riservata e con un ragazzo perfetto che l’aspetta a casa, Tessa ama pensare di avere il controllo della sua vita. Al primo anno di college, il suo futuro sembra già segnato: una laurea, un buon lavoro, un matrimonio felice… Sembra, perché Tessa fa a malapena in tempo a mettere piede nel campus che subito s’imbatte in Hardin. E da allora niente è più come prima. Lui è il classico cattivo ragazzo, tutto fascino e sregolatezza, arrabbiato con il mondo, arrogante e ribelle, pieno di piercing e tatuaggi. E la persona più detestabile che Tessa abbia mai conosciuto. Eppure, il giorno in cui si ritrova sola con lui nella sua stanza, non può fare a meno di baciarlo. Un bacio che cambierà tutto. E accenderà in lei una passione incontrollabile. Una passione che, contro ogni previsione, sembra reciproca. Nonostante Hardin, per ogni passo che fa verso di lei, con un altro poi retroceda. Per entrambi sarebbe più facile arrendersi e voltare pagina, ma se stare insieme è difficile, a tratti impossibile, lo è ancora di più stare lontani. Quello che c’è tra Tessa e Hardin è solo una storia sbagliata o l’inizio di un amore infinito? Che sia davvero questo l’amore?

Recensione

Ok, sono sconvolta e non voglio lasciar passare altro tempo. Ho appena finito di leggere questo romanzo, per me infinito, vista la lunghezza. I capitoli non sono intervallati da interruzioni di pagine, altrimenti sarebbe stato un grosso mattoncino. La storia di Tessa e Hardin è la classica storia di adolescenti, con qualche piccola differenza. Hardin è uno stronzo fino al midollo osseo. Tessa si iscrive al college e qui fa la conoscenza di Steph, sua compagna di stanza. Il primo giorno, però, con Steph, ci sono anche due ragazzi, tra i quali il più bello, ma anche il più burbero, è proprio Hardin. Non fa che metterle i bastoni tra le ruote, facendole del male con le parole, in continuazione. È fastidioso peggio di una zanzara e offensivo. La povera Tessa si vede costretta a tenerlo alla larga, ma non ci riesce. E come potrebbe, se ne sta innamorando! È così che parte la loro storia; tra litigi e battibecchi, i soliti dei ragazzi. Hardin ha un passato cocente, ha qualcosa che lo tormenta ed ogni volta che ne ha voglia fa a botte con qualcuno. Tessa invece ha una vita semplice, acqua e sapone, senza voglia di scoprirsi e di essere la bellissima del college. In effetti la sua semplicità è quella che fa scattare la molla in Hardin, che si lascia coinvolgere dai sentimenti, che per lei cerca di cambiare. Ma quante ne passano! Vorrei davvero dirvi tanto, ma cerco di essere sintetica, anche perché, se vi piacciono le storie d’amore tra ragazzi e tormentate, siete incappate nel libro giusto. Il tormento e l’ansia non finiscono mai, fino alla fine e la scoperta finale vi lascerà con l’amaro in bocca. E sì, anche arrabbiate. Con Hardin, con Tessa e con tutti quelli che avrete conosciuto durante le pagine. Il tormento può essere placato con l’amore, ma non si cancella facilmente. La cattiveria della società invece … quella non è semplice da abolire e qui avrete tutti gli spunti per capire realmente cosa accade nella vita reale. Perché in fondo è un romanzo reale, con i pro e i contro che la vita riserva a tutti gli adolescenti. Perciò, mi sento di consigliarlo; per me è un ottimo spunto di riflessione nonché una bellissima storia d’amore che continuerà ancora. Sapete che i libri sono quattro, vero? Ora passo al secondo.

Fiamme Sensualità hot

Recensione a cura di:

Firma-Loveangel

Editing a cura di:

AleLale

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento