Home » Recensioni: serie TV e Film » Otaku per passione: Wotakoi: l’Amore è Complicato per gli Otaku – 1×04-05-06 – “L’amore maturo è così difficile?”-“Presentazione di Naoya e riunione giocatori (II parte)”-“Un Natale deprimente”

Otaku per passione: Wotakoi: l’Amore è Complicato per gli Otaku – 1×04-05-06 – “L’amore maturo è così difficile?”-“Presentazione di Naoya e riunione giocatori (II parte)”-“Un Natale deprimente”

Progetto grafico a cura di Eve

Mie care fenicette Otaku, ben tornate alla nostra rubrica sugli anime giapponesi.

La relazione tra i nuovi quattro colleghi di lavoro si evolve, lasciandoci intravedere lati ancora nascosti delle loro personalità. Tra bevute, litigi e chiarimenti, Hanako e Kabakura rinsaldano il loro legame, vegliando sui loro amici di più giovane unione. Hanako veglia su Narumi, coordinando il suo lavoro d’ufficio. Kabakura che idealizza molto la giovane ha sempre molto premura nei suoi confronti, preoccupandosi che il suo amico si comporti a dovere.

Nel quinto episodio invece facciamo la conoscenza del fratellino di Hirotaka: Naoya. Da sempre amico di Narumi, il giovane universitario equivoca la situazione iniziale, supponendo una sua relazione con Kabakura. I giovani si rincontrano dopo anni di separazione grazie al lavoro di Nao, presso una caffetteria vicina al loro luogo di lavoro. Questo sarà un episodio dedicato al gioco dei fraintendimenti, nel quale ognuno dubiterà della posizione dell’altro fino ad arrivare a un chiarimento finale a casa di Hirotaka, dove giocando ai videogiochi, i ruoli delle coppie verrà finalmente chiarito, davanti a un Nao in lacrime di gioia, dato l’amore profondo nei confronti di suo fratello. Infatti, conoscendo le attitudini del suddetto, il suo fratellino aveva sempre nutrito il timore che lui finisse la sua vita in solitudine. Ma Nao non sa che anche Narumi è una Otaku e lei si guarda bene dal rivelare il suo segreto.

Arrivano così le feste natalizie, che ci accoglieranno nel sesto episodio. Nao fa molti straordinari, impegnandosi seriamente. Nel frattempo Hanako è un po’ urtata perché sa che Kabakura vorrà trascorrere il periodo delle feste a leggere i suoi amati manga in solitudine. La sua idea di Natale invece è notevolmente diversa, ma che volete è difficile far cambiare idea a un Otaku/mangofilo convinto. Comunque Kabakura è sempre molto protettivo nei confronti dei suoi amici, così in una brutta giornata di pioggia, nella quale entrambi con la testa fra le nuvole dimenticano l’ombrello a casa, lui se ne priva per permettere loro una romantica passeggiata sotto la pioggia. Per questo sarà sgridato da Hanako che crederà in una sua dimenticanza. Ovviamente essendo un duro, non le confesserà la verità, lasciandola nelle sue convinzioni. In una giornata particolarmente impegnativa Narumi è triste e depressa. Tutti sono preoccupati per lei, soprattutto perché non ne vuole parlare. Finito il lavoro organizzano la serata per non lasciarla da sola; a un suo cenno di diniego però, Hirotaka si preoccupa e la mette alle strette e alla fine lei confessa: il suo personaggio preferito di un manga è morto e per lei è un duro colpo. Degna reazione di una Otaku, non trovate? Così passa la serata a sfogarsi finalmente, con le uniche persone che la possono capire. Liberatasi dalle sue angosce, torna a essere la ragazza allegra di sempre, per la gioia dei suoi amici. E così, mentre Narumi e Hirotaka passano la vigilia a rivangare con Nao i loro Natali passati insieme da bambini, Kabakura sconvolge Hanako portandola a festeggiare in un bellissimo ristorante panoramico dal quale si vede la città illuminata. Ma anche lei ha una sorpresa per lui; nonostante non gli avesse perdonato la buca data nel Natale passato, la ragazza gli ha regalato unaction figure del suo personaggio preferito, lasciandolo senza parole.

Che teneri! I due sempai fanno un po’ da tutori alla giovane coppia e l’entrata nel gruppo del fratellino più piccolo di Hirotaka rende le cose ancora più interessanti. Si vede da subito quanto profondo sia il legame tra Narumi e Nao, persi nei loro ricordi d’infanzia. Anche se non è un Otaku comprende e giustifica le diversità dei due, volendo entrare nel loro meccanismo di vita. Kabakura idealizza Narumi, vedendola come una ragazza bisognosa d’amore e di cure e sin troppo spesso corre in suo soccorso, facendo inquietare la sua fidanzata. Al contrario, pensando che Hanako sia una donna forte e temprata, la da troppo spesso per scontata, non riflettendo sul fatto che anche lei ha uno spiccato lato sensibile, che sin troppo spesso tiene nascosto. Insomma non c’è d’annoiarsi con loro, che con semplicità e passione, ci aprono un mondo pieno di meraviglie e particolarità, aiutandoci a mano a mano a capire come ragiona un vero Otaku, tra i loro personali drammi e una visione sicuramente differente della vita. Forse le priorità saranno differenti e i loro bisogni più originali, ma non per questo meno essenziali di persone con inclinazioni di altro tipo.

Anche per oggi si chiude la nostra rubrica Otaku. Mi raccomando continuate a seguirci. Commentate numerosi ed esprimete le vostre opinioni in merito. Aspettiamo i vostri messaggi!

A presto fenicette/Otaku.

Serena Oro

Serena Oro
Lilian Gold

Lascia un Commento