Home » Recensioni: serie TV e Film » OSCAR 2021: I Vincitori

OSCAR 2021: I Vincitori

Dopo la nostra panoramica sulle ultime edizioni dei Premi Oscar, eccoci al resoconto dellla cerimonia del 2021. Chi ha vinto? Lo scopriamo con la nostra Shelby.

Oscar -2021-Imm.1

Quest’anno tutti sapevamo che la 93ª edizione dei premi Oscar sarebbe stata differente dalle altre per via della pandemia.

La cerimonia che di solito avviene tra febbraio e marzo è stata posticipata al 25 aprile, e attori, registi e tutti coloro che erano in nomination per le varie categorie, si trovavano in collegamento da ogni parte del mondo.

Viste le innumerevoli polemiche delle ultime ore, ci tengo a precisare che ogni film e interpretazione è soggettiva, quindi ognuno di noi può avere le sue preferenze senza per questo dover alzare inutili polemiche o polveroni.

Passiamo ora ai vincitori delle categorie più importanti.

Miglior Film

Nomadland, di Chloé Zhao

Una donna promettente (Promising Young Woman), di Emerald Fennell 

The Father – Nulla è come sembra (The Father), di Florian Zeller

Judas and the Black Messiah, di Shaka King

Mank, di David Fincher

Minari, di Lee Isaac Chung

Il processo ai Chicago 7 (The Trial of the Chicago 7), di Aaron Sorkin

Sound of Metal, di Darius Marder

Oscar -2021-Imm.2.jpg

Vince senza particolari colpi di scena il favorito Nomadland ( qui il trailer). Arriverà questa settimana dove possibile nei cinema e il 30 aprile sulla piattaforma Disney+.

Mi è piaciuto, ma avrei preferito la vittoria di Promising Young Woman, Minari o The Father. Queste tre pellicole le ho amate particolarmente.

Tutti usciranno a breve nelle sale, alcuni potete trovarli già sulle varie piattaforme streaming.

Netflix: Mank e Il processo ai Chicago 7.

Amazon Prime: Sound of Metal.

Judas and the Black Messiah, è disponibile per il noleggio su diversi siti di streaming legale.

Minari uscirà il 26 aprile e sarà disponile dal 5 maggio su Sky Cinema, mentre Una donna promettente arriverà il 29 aprile al cinema.

Miglior Regista

Chloé Zhao – Nomadland

Lee Isaac Chung – Minari

Emerald Fennell – Una donna promettente (Promising Young Woman)

David Fincher – Mank

Thomas Vinterberg – Un altro giro (Druk)

Chloè Zhao è la seconda donna a vincere come miglior regista dopo Kathryn Bigelow. L’anno scorso vinse in questa categoria il coreano Bong Joon-ho, quindi trovo superfluo rimarcare il fatto che è la seconda volta che prevale un asiatico.

A mio avviso vittoria meritatissima. Non lo dico perché sono una donna!Oscar -2021-Imm.3 png

Miglior attrice protagonista

Oscar -2021-Imm.4

Frances McDormand – Nomadland

Viola Davis – Ma Rainey’s Black Bottom

Andra Day – The United States vs. Billie Holiday

Vanessa Kirby – Pieces of a Woman

Carey Mulligan – Una donna promettente (Promising Young Woman)

L’unica interpretazione che non sono riuscita a vedere è quella di Andra Day.

Posso dire che Frances McDormand è un’attrice straordinaria che attualmente vanta tre Oscar vinti per la stessa categoria, a differenza di Meryl Streep che invece ha prevalso in diverse. In pratica è entrata nella storia degli Academy. Avrei preferito Carey Mulligan, il suo è un ruolo particolare dove ha dimostrato grande talento.

Miglior Attore ProtagonistaOscar -2021-Imm.5

Anthony Hopkins – The Father – Nulla è come sembra (The Father)

Riz Ahmed – Sound of Metal

Chadwick Boseman – Ma Rainey’s Black Bottom

Gary Oldman – Mank

Steven Yeun – Minari

Anthony Hopkins all’età di 83 anni vince la seconda statuetta come attore protagonista dopo Il silenzio degli Innocenti.

Da qui sono iniziate le polemiche, molti davano per certa la vittoria di Chadwick Boseman, io senza nulla togliere all’attore prematuramente scomparso l’estate scorsa, ho trovato l’interpretazione di Hopkins sublime e migliore.

Mi ha fatto rivivere tutti i momenti legati alla malattia che mi ha privato di mio nonno, che ci ha lasciati molto tempo prima della sua morte.

Gli Oscar si dovrebbero dare per il merito e non per altri motivi.

Miglior attore/attrice non protagonista

Daniel Kaluuya – Judas and the Black Messiah ( vincitore)

Sacha Baron Cohen – Il processo ai Chicago 7 (The Trial of the Chicago 7)

Leslie Odom Jr. – Quella notte a Miami… (One Night in Miami…)

Paul Raci – Sound of Metal

Lakeith Stanfield – Judas and the Black Messiah

 

Yoon Yeo-jeong – Minari ( vincitrice)

Maria Bakalova – Borat – Seguito di film cinema (Borat Subsequent Moviefilm: Delivery of Prodigious Bribe to American Regime for Make Benefit Once Glorious Nation of Kazakhstan)

Glenn Close – Elegia americana (Hillbilly Elegy)

Olivia Colman – The Father – Nulla è come sembra (The Father)

Amanda Seyfried – Mank

Felice per la vittoria di questi due attori.

Ho amato il personaggio della nonna nel film Minari, forse cuore pulsante della pellicola. Daniel Kaluuya mi è piaciuto molto di più rispetto al favorito Sacha Baron Cohen.

Purtroppo, noi italiani ce ne torniamo a casa a mani vuote.

Per i Migliori Costumi, Massimo Cantini Parrini, con Pinocchio non è riuscito a vincere.

Neanche la favorita Laura Pausini, con il brano Io Sì presente nel film La vita davanti a sé è riuscita a stringere la statuetta per la Miglior Canzone Originale.

Qual è il vostro film preferito? Tornerete al cinema a vederne uno in particolare? Se li avete visti siete d’accordo con le decisioni dei membri dell’Academy?

Fatemi sapere, alla prossima!

 

 

Click to rate this post!
[Total: 2 Average: 4.5]

StaffRFS

Lascia un Commento