Home » Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip » Il Calendarfilm dell’avvento: Diciotto Dicembre “Un magico Natale”

Il Calendarfilm dell’avvento: Diciotto Dicembre “Un magico Natale”

Genere: Family, Fantasy

Anno: 1985

Regista: Phillip Borsos

Attori: Mary Steenburgen, Gary Basaraba, Harry Dean Stanton, Elisabeth Harnois

Paese: Canada, USA

Durata: 89 minuti

Produzione: Walt Disney Pictures

 

Si avvicina il Natale ma la famiglia Grainger non se la passa bene: tra papà disoccupato, la mamma con un magro salario e lo sfratto imminente, di regali non si vuol nemmeno sentir parlare. Ma poi un angelo…

(Fonte: Movieplayer)

 

Abbie e Cal sono due bambini che vivono in una cittadina insieme alla loro mamma (Ginny) e il loro papà (Jack). Siamo proprio vicinissimi al Natale, e i due piccoli, come ogni bambino nel mondo, non vedono l’ora che arrivi il momento in cui Babbo Natale porterà i regali. L’atmosfera natalizia si percepisce ovunque: luci e colori circondano il quartiere, la neve domina il paesaggio e le persone sono indaffarate a trovare l’albero giusto.

Jack, uomo sognatore e innamorato del Natale proprio come tutta la sua famiglia, nonostante sia disoccupato e stia perdendo la casa, impiega il suo tempo a rendere la festa speciale, occupandosi delle luci natalizie del grande albero e costruendo i regali per i bimbi poveri del quartiere.

Ginny, al contrario del marito, è esasperata da una vita che non la soddisfa: i problemi economici, un lavoro come commessa che detesta e, per di più, è in arrivo la festa per eccellenza che odia in ogni sua forma.

Ma ecco comparire Gedeone, l’angelo del Natale; a lui è stato assegnato il compito di far ritrovare alla nostra Ginny lo spirito natalizio. Come farà se non chiedendo l’aiuto di una bambina straordinaria come Abbie?

Fin da piccolina ho adorato questo film, un po’ perché in alcuni momenti è crudo come lo è la vita vera. Ogni volta la morte di Jack mi destabilizza, e vedere una donna, una mamma disprezzare così pesantemente il Natale, che adoro, mi disturba. Ci sono momenti in cui appare talmente poco materna e antipatica, che un paio di sculacciate con il battipanni della nonna non gliele toglierebbe nessuno. Ok, ok a Natale siamo tutti più buoni, la perdoniamo!

Cosa amo di più di questo film? Beh, il vedere con i miei occhi che “credere”, come credono i bambini, possa essere a volte il vero segreto per ritrovare la felicità. Perché la magia può essere in una semplicissima palla di vetro che, come cade e si distrugge in mille pezzi, può tornare bella come prima. Capire che se anche la disperazione ti conduce su strade sbagliate, un piccolo gesto può far tornare tutto come prima, e che se la vita ti ha tradito e ti ha deluso, ricordare la speranza e i sogni di quando eravamo bambini, può farci sorridere ancora.

E poi, non scherziamo! C’è Gedeone! L’angelo del Natale con impermeabile e cappello, arrivato da un’epoca lontana per salvarli tutti. Lo voglio anche io quest’anno con me! E chi mi dice che non ci sarà veramente? Bisogna saper guardare per vedere, si vede solo quello che si conosce e in cui si crede.

Voglio pensare che a Natale, tra regali, dolci e luci ognuno di noi trovi il suo Angelo, e che gli doni speranza e gioia. Vi auguro che la famiglia vi faccia sentire amati, desidero ricordarvi di amarvi, perché siete importanti.

Vi consiglio di sorridere a tutti, perché non serve denaro per donare gioia, il sorriso è il regalo più grande che si possa fare a chiunque, dura pochi secondi e riempie il cuore di molti.

 

 

Eve

Eve

Lascia un Commento

x

Check Also

Ricordi: Once Upon a Time – Settima stagione

Ciao Fenici, oggi vi parlo di una serie ...