Game of Thrones: I Targaryen

Game of Thrones: I Targaryen

La casata Targaryen

Ultima famiglia di Signori dei Draghi dell’antico Impero di Valyria, situato sul continente orientale, i Targaryen si rifugiarono in un’isola sulla costa est di Westeros: Roccia del Drago. Adottarono la religione dei Sette Dèi, quella dominante su Westeros in quel periodo, abbandonando quella valyriana.

Anni dopo il cataclisma, Aegon I detto il Conquistatore, incominciò la sua crociata sul continente, approdando con il suo esercito e i suoi draghi presso il luogo dove sarebbe sorta la città: Approdo del Re. Sei dei Sette Regni si piegarono dinanzi a lui.

I Targaryen sono i Signori dei Draghi e sembrano essere legati a essi intimamente, hanno quindi un’elevata capacità di sopportare il calore del fuoco, come dimostra Daenerys quando si getta con sulla pira funeraria del marito Khal Drogo.

“Io sono Daenerys, nata dalla Tempesta, della Casa Targaryen, dell’antico sangue di Valyria e vi dico che sono io la figlia del Drago. Vi do la mia parola che coloro che vi faranno del male moriranno tra urla di tormento.”

Daenerys, Stagione 1 episodio 10 – Fire and Blood

Le loro caratteristiche fisiche sono capelli argentati o dorati e occhi violetti. Sono frequentemente soggetti a malattie mentali, probabilmente a causa dell’usanza di sposarsi tra consanguinei, anche tra fratello e sorella appartenenti alla religione valiryana. Si dice che con la nascita di un Targaryen gli Dei lancino una moneta per decidere se il bambino diventerà un grande oppure un folle.

Daenerys, Viserys, Jon

Il regno dei Targaryen a Westeros finisce nel sangue, quando Robert Baratheon conquista il Trono di Spade durante la Guerra dell’Usurpatore. Jamie Lannister, membro dell’omonima casata fedele ai Baratheon, nonché capo della stessa guardia reale, uccide il Re Folle Aerys II° e il resto della famiglia viene assassinata per ordine di Tywin Lannister, padre di Jamie, Lord di Castel Granito e Protettore dell’Occidente. La regina consorte Rhaella e il principe Viserys, primo nella linea di successione, a seguito dello sterminio della famiglia, si rifugiano a Roccia del Drago. Rhaella muore nel dare alla luce Daenerys e, Viserys fugge oltremare con la sorella nelle terre di Essos.

Viserys

È un uomo crudele, ambizioso e superbo e facile a scatti di ira violenta e maltratta la sorella Daenerys accusandola di “risvegliare il drago”. Spera di tornare a Westeros e reclamare il trono di suo padre credendo che gli spetti di diritto. Poco propenso ad accettare consigli, organizza il matrimonio di Dany con Khal Drogo capo di un esercito di guerrieri selvaggi, grazie al quale spera di riconquistare il dominio dei Sette Regni.

A causa della sua arroganza, però non si accorge che persino sua sorella e il suo consigliere Ser Jorah Mormont lo disprezzano e, nonostante la sua posizione nel khalasar di Drogo sia resa precaria per il suo atteggiamento arrogante, continua a pretendere l’aiuto dello stesso e ad oltraggiare sua sorella, finché il Dotraki non lo punisce e lo uccide versandogli dell’oro fuso sulla testa in una parodia di incoronazione.

Daenerys assiste alla scena senza battere ciglio e afferma che Viserys non era mai stato il “drago” che sosteneva di essere, perché il fuoco non avrebbe potuto ucciderlo.

“Non era un drago. Il fuoco non uccide un drago

Daenerys Targaryen dopo la morte di Viserys – Stagione 1 episodio 6 – A Golden Crown

Daenerys

Bellezza etera, potrebbe apparire fragile ma la sua volontà è di ferro. Ormai libera di prendere il posto del fratello come legittima erede del Trono di Spade, intraprenderà un doloroso e difficile cammino che la condurrà alle terre di Westeros.

I titoli con cui viene presentata aumentano man mano che la sua storia evolve e alla fine sarà Daenerys della casa Targaryen, Nata dalla tempesta, la prima del suo nome, regina degli Andali, dei Rhoynar e dei Primi Uomini, signora dei Sette Regni, protettrice del Regno, principessa di Roccia del Drago, khaleesi del Grande Mare d’Erba, la Non-bruciata, Madre dei Draghi, regina di Meereen, Distruttrice di catene.

Fin dall’inizio la sua vita non è facile, vive da esiliata in una terra a lei ostile, tiranneggiata da un fratello che non esita a venderla per il suo tornaconto. Il suo rapporto con Khal Drogo, però si evolve in maniera positiva e i due si innamorano fino a formare una coppia solida e complice.

Purtroppo questa tregua non dura molto; il marito viene ferito gravemente in un duello per la leadership e lei, nel tentativo estremo di salvarlo fa compiere un rito di magia nera che però non solo ridurrà lui a uno stato vegetativo, ma lei stessa perderà il bambino che aspettava e le viene predetto che non ne avrà altri.

E qui avviene la prima trasformazione di Daenerys. Diventa la Madre dei Draghi. Attirata dal fuoco della pira su cui bruciano i resti del suo amato, si incammina verso le fiamme con le uova di drago che le appartenevano. Ne esce indenne e non è sola. Con lei ci sono tre piccoli draghi. Gli ultimi di una specie ormai ritenuta estinta.

Da questo punto in poi la vita della Khaleese diviene un crescendo di battaglie sia per la mera sopravvivenza che per raggiungere lo scopo che si è prefissata, salire sul Trono di Spade.

Comincia col conquistare diverse città schiaviste e si impossessa di un’armata di schiavi guerrieri, Gli Immacolati, liberandoli e dandogli la possibilità di scegliere se seguirla o andarsene.

Acquisisce nuovi alleati e consiglieri, Ser Barristan Selmy, ex-membro della Guardia reale di Robert Baratheon e prima ancora del padre di Daenerys, re Aerys II, che la salva da un tentativo di assassinio; Daario Naharis, un tenente dei Secondi Figli, che era stato incaricato di assassinarla, ma che invece le giura fedeltà, così come la schiava liberata Missandei.

In seguito si aggiungerà anche Tiryon.

Dopo un’epica battaglia con i Figli dell’Arpia viene catturata da Moro, il capo dell’Orda Dotraki. Avendo scoperto che è la vedova di Drogo, Moro la sottopone al giudizio dei Khal per non aver immediatamente preso il posto che le spettava insieme alle altre vedove . Durante l’incontro, lei li sfida e quando alla fine la condannano a essere stuprata a morte da ognuno di loro, dà fuoco al tempio, uccidendoli tutti, mentre lei rimane illesa.

Questa dimostrazione di potere le assicura la fedeltà di tutti i Dothraki che hanno assistito alla scena.

Anche Theon e Yara Greyjoy si uniscono all’armata e con le navi messe a disposizione dai Greyjoy raggiunge finalmente il castello avito a Roccia del Drago.

La nostra regina approda dunque a Roccia del Drago, luogo della sua nascita, e riprende il controllo della fortezza. Riceve la visita di Melisandre, la strega rossa, che le consiglia di incontrare il Re del Nord, Jon Snow, in quanto ritiene sia lui, che lei, fondamentali nella profezia del Principe che fu promesso.

Jon Snow

Fino all’ultimo minuto dell’ultima puntata della settima stagione, noi pensavamo a Jon come il bastardo di Eddard Stark, quindi parlerò più in particolare di lui con la Casata Stark.

Quando Jon giunge a Roccia del Drago ancora non conosce la sua vera identità. Si presenta come il Re del Nord, non riconosce Daenerys come regina dei sette regni; tuttavia, grazie alla mediazione di Tyrion, lei gli concede di estrarre dalle caverne circostanti il vetro di drago (ossidiana), materiale con cui costruire armi capaci di distruggere gli Estranei.

Jon sembra essere l’unico a preoccuparsi dell’imminente arrivo di questi esseri sovrannaturali e che stanno minacciando il regno degli uomini. L’unica soluzione è una tregua tra i vari contendenti al Trono di spade e l’unico modo per convincere tutti è mostrare un non morto quindi Jon decide di guidare la spedizione.

Quando riceve un corvo messaggero, con la notizia che il gruppo di Jon è circondato da Estranei e non-morti, Daenerys parte con i suoi tre draghi per andare oltre la Barriera e salvarli. Riesce nel suo intento, ma perde Viserion, che viene ucciso dal Re della Notte. Dopo aver stipulato l’armistizio con Cersei, i due salpano per Porto Bianco. Durante la traversata lui giura eterna fedeltà alla regina e fanno l’amore ignari entrambi del fatto, che nel frattempo, Samwell Tarly e Bran Stark hanno scoperto che Jon in realtà altri non è che Aegon Targaryen, nipote della
Madre dei Draghi e legittimo erede al trono.

E adesso? Non solo abbiamo l’ennesima relazione incestuosa, ma se a questo punto Jon è il legittimo pretendente al Trono di Spade e ha giurato fedeltà a Daenerys, e noi sappiamo bene quanto l’onore e il mantenere i giuramenti fatti siano nel DNA di Jon, come ne uscirà il nostro eroe?

Le considerazioni sono molte, le illazioni pure, l’ansia cresce. Ancora pochi giorni di suspense e conosceremo il destino di questa casata.

Fonti Wikipedia

Romanticamente Fantasy

Avatar
x

Check Also

Lost Canary

Recensione Serie Tv: Arrow 7×18 “Lost Canary”

Progetto grafico a cura di TessV Bentornati amanti ...