Game of Thrones: I Lannister

La Casata Lannister

Quando ho detto a una mia amica che avrei scritto dei Lannister, lei mi ha detto:

“Butta via, divertiti con Jamie e fai una bella partita a scacchi con Tyrion, ah, se Cersei ti offre da bere… non accettare

Mai parole sono state più azzeccate di queste, infatti scrivere di questa famiglia significa addentrarsi in un ginepraio di intrighi, azioni a dir poco riprovevoli, vendette e amori proibiti.

I Lannister sono i Protettori dell’Ovest, dominano i ricchi giacimenti auriferi di Lannisport. La loro residenza è la roccaforte di Castel Granito. Lo stemma è un leone dorato in campo cremisi, il loro motto ufficiale è “Ascolta/Udite il mio ruggito!”, ma gli altri nobili e il popolo li riconoscono anche per il detto “Un Lannister paga sempre i suoi debiti”.



Alti e attraenti, i Lannister hanno il sangue degli invasori Andali e conquistarono un vasto regno, tra le valli e le colline dell’Occidente. L’oro delle miniere di Castel Granito e della Zanna Dorata li ha resi la più ricca fra tutte le grandi case dei Sette Regni.

Prima della ribellione di Robert Baratheon, lord Tywin Lannister ricopriva la carica di Primo Cavaliere del re, e suo figlio Jaime era il più giovane cavaliere mai entrato nella Guardia Reale. Dopo la morte di Aerys Targaryen per mano di Jaime, che da quel giorno venne sprezzantemente soprannominato lo Sterminatore di Re, Robert rinsaldò l’alleanza con i Lannister, prendendo in sposa la bellissima Cersei, figlia di lord Tywin e sorella gemella di Jaime.

Lord Tywin, Cersei, Jaime, Tiryon,

Lord Tywin

È il lord di Castel Granito, Scudo di Lannisport, Protettore dell’Ovest e Primo Cavaliere del re Aerys II Targaryen e in seguito dei suoi nipoti Joffrey e Tommen Baratheon. Sposò sua cugina Joanna, dalla quale ebbe tre figli: Cersei, Jaime e Tyrion.

Abilissimo stratega e politico, domina i Sette Regni grazie alla sua astuzia e al suo oro, ma soprattutto alla lassità di Robert Baratheon, il re usurpatore, dedito all’alcol e alle donne e marito di sua figlia Cersei. È un uomo freddo, calcolatore, intelligente, astuto, spietato e dispotico; tiene molto al nome della famiglia, appoggia e apprezza i suoi figli gemelli, anche se si comportano spesso impulsivamente, ma disprezza Tyrion in quanto nato affetto da nanismo e ritenuto causa della morte dell’amata moglie, nonostante quest’ultimo abbia spesso dimostrato di essere un eccellente manipolatore e un’astuzia degna del padre.

A seguito della morte di Robert Baratheon e l’ascesa al trono di Jeoffry, suo nipote, viene nominato Primo Cavaliere del re, ma si fa sostituire da Tyrion per preparare la città alla difesa per l’imminente attacco dei due fratelli di Robert, Stannis e Renly, che avanzano a loro volta diritti al trono, mentre lui resta a dirigere la guerra contro il Nord. Dopo aver sbaragliato gli eserciti avversari, riprende il suo ruolo a corte.

Alla morte di Joffrey, Cersei accusa il Folletto dell’omicidio e Tywin, allestisce il processo contro di lui e senza batter ciglio lo condanna a morte. Ma il nano, liberato da Jaime, lo raggiunge attraverso un passaggio segreto e lo uccide con un colpo di balestra mentre è seduto in bagno. Una fine ingloriosa!

Cersei

Donna sanguinaria, egocentrica, sadica e ambiziosa, disposta a tutto pur di realizzare i suoi scopi. È fermamente convinta di assomigliare a suo padre per astuzia e carisma, ma vede il fatto di essere donna come un ostacolo alle sue aspirazioni.

Dietro falsi sorrisi e buone maniere nasconde un atteggiamento arrogante verso gli altri. Pur dotata di ingegno e determinazione, è tuttavia incapace di sfruttarli efficacemente e alla fine tutte le sue macchinazioni le si rivoltano contro, purtroppo per lei. Questa sua propensione al complotto entra in contrasto con la sua mancanza di giudizio, perciò nonostante i suoi piani inizialmente funzionino, poi quasi sempre finiscono per danneggiare anche lei o creare nuovi problemi. Secondo Petyr Baelish Cersei è brava ad acquisire potere, ma non altrettanto a mantenerlo. Chi la ostacola viene eliminato.

Il suo grande amore è Jamie, il fratello gemello, dal quale ha tre figli, Jeoffry, Myrcella e Tommen. Una antica profezia le aveva predetto che sarebbero morti tutti e puntualmente si avvera.

Dopo aver perso i figli, diventa lei stessa Regina dei Sette Regni e riceve la visita di Daenerys e del Re del Nord, Jon Snow, i quali le mostrano un non-morto catturato al di là della Barriera, per convincerla del reale pericolo rappresentato dagli Estranei. Cersei accetta l’armistizio e assicura il suo supporto. Rivela inoltre a Jaime di essere incinta del loro quarto figlio e di non voler nascondere l’identità del padre e gli spiega che in realtà vuole sfruttare la tregua appena sottoscritta per assoldare la Compagnia Dorata e usarla contro i sopravvissuti della guerra contro gli Estranei. Vedremo se anche questo piano non le si ritorcerà contro…

Jamie

Jaime è un uomo affascinante e presuntuoso, nonché un ottimo spadaccino. È noto per aver ucciso il “Re Folle” Aerys di cui era Guardia reale, guadagnandosi il soprannome di “Sterminatore di Re”. Epiteto che lui accetta, nonostante sia immeritato. Lo scopriamo in una conversazione che ha con Brienne: il Re Folle gli aveva ordinato di uccidere suo padre Tywin e di far saltare in aria tutta Approdo del Re dandola in pasto alle fiamme con l’altofuoco. Perdonato per questo gesto dal re successivo, Robert Baratheon, viene reintegrato nelle Guardia reale.

Affascinante, bello, cinico ed insensibile, è considerato uno dei migliori cavalieri dei Sette Regni. Il suo aspetto e il suo carattere mutano notevolmente dopo la prigionia a Delta delle Acque e l’incontro con Brienne di Tarth.

È l’amante della sorella gemella Cersei, e questa relazione incestuosa sarà causa di molti accadimenti come l’assassinio di Jon Arryn, Primo Cavaliere del re, il tentativo di assassinare Bran Stark che li aveva sorpresi, l’esecuzione di Eddard Stark… Insomma, questi due hanno un bel po’ di morti sulla coscienza e questo solo per mantenere segreta la loro relazione.

Scopre inoltre che la gemella ha usato l’altofuoco per far saltare in aria il Tempio di Baelor, uccidendo i suoi nemici e centinaia di persone innocenti, lo stesso folle piano a causa del quale aveva ucciso Re Aerys ; inoltre, Tommen, l’ultimo figlio in vita, si è suicidato per l’orrore di quanto accaduto. A questo punto Jamie abbandona la sorella per andare a combattere al Nord. Si riunirà a Brienne?

Tyrion

Ed eccoci al mio preferito.

Tyrion è un personaggio positivo, intelligente e sottile. Possiede un grande senso dell’umorismo e di autoironia e ha un grande cuore che lo porta ad affezionarsi involontariamente alle persone. Nonostante questo, sa essere estremamente crudele verso i suoi nemici. Al tempo stesso ha una visione della vita piuttosto disincantata e, quando necessario, non esita a ricorrere all’astuzia o all’inganno per tirarsi fuori dai guai. Conduce uno stile di vita dissoluto: ama bere, andare con le prostitute e giocare d’azzardo.

Il Folletto è disprezzato dal padre e dalla sorella Cersei, ma amato e rispettato dal fratello Jaime e dai suoi zii, che l’hanno sempre protetto. Tyrion si sente un emarginato, e simpatizza spesso per altri personaggi in condizioni simili alla sua. Talvolta si impegna ad aiutarli e consigliarli, pur senza rinunciare alla sua solita schiettezza e cercando anzi di insegnare loro ad accettare la propria condizione e di essere superiore alle offese subite dalla società.

Ha un ruolo importante durante il breve regno di Jeoffry, nel tentativo di tenere a freno le intemperanze del ragazzo, fortemente disturbato, verrà poi accusato di averlo assassinato

Nonostante il rapporto di amore/odio che ha con il padre, continua a cercarne l’approvazione, ma quando alla fine Lord Tywin monta un processo farsa contro di lui, anche le ultime remore cadono. Grazie all’aiuto dell’amato fratello Jamie, fugge dalla prigione, uccide il padre e scappa a Essos.

Qui Tyrion inizia la sua seconda vita, quella al servizio di Daenerys, come prima Guardia della Regina e suo consigliere.

I figli di Jamie e Cersei

Sui figli di Jamie e Cersei non mi dilungo. Jeoffry si fa notare per i suoi capricci e la sua crudeltà al punto che nemmeno la madre riesce a controllarlo. Imprigiona la sua promessa sposa, facendola picchiare e umiliare in continuazione.  Alla sua morte, ad eccezione di sua madre, Joffrey non viene pianto da nessuno; perfino suo padre pensa che meritasse il suo destino.

Myrcella è adorata dalla madre in quanto è la sua unica figlia. Acquisisce maggior rilievo negli eventi, quando suo zio Tyrion la offre in sposa a Trystane Martell al fine di stringere un’alleanza con tale Casa e viene inviata a Dorne. Viene avvelenata da Ellaria Sand per vendicare la morte del principe Oberyn suo amante.

Alla morte di Joffrey, Tommen prende il suo posto sul trono e quindi incoronato re dei Sette Regni, e sposa anche la sua vedova, la neo-regina Margaery. La sua arrendevolezza e debolezza di carattere si rivelano rovinose per la casa regnante ed è manipolato con facilità dalla moglie e dalla madre, alla quale non riesce ad opporsi. Si suicida per l’orrore dell’atto compiuto da Cersei quando questa fa esplodere il Tempio con l’altofuoco, uccidendo centinaia di innocenti.

Per concludere ci aspettano sicuramente molti altri colpi di scena. Arriverà l’Armata Dorata? Jamie, al Nord, incontrerà di nuovo Brienne di Tarth? Ma soprattutto, per quanto tempo Cersei continuerà a sedere sul trono di Spade?

Alla prossima!

Snow White

Avatar
x

Check Also

Lost Canary

Recensione Serie Tv: Arrow 7×18 “Lost Canary”

Progetto grafico a cura di TessV Bentornati amanti ...