Home » Prossime Uscite » Esce Oggi: L’Alchimista Oscuro di Laura Fiamenghi

Esce Oggi: L’Alchimista Oscuro di Laura Fiamenghi

Progetto Grafico a cura di Teresa

Titolo: L’Alchimista Oscuro
Autore: Laura Fiamenghi
Genere: Paranormal romance / fantasy romance
Serie: Le Streghe di Villacorta. Vol. 3
Editore: Self Publishing – Amazon
Ambiente: magia, demoni, spettri, cavalieri

Pubblicazione: 24 febbraio 2020 (Già disponibile in prevendita)

Autoconclusivo

 


Zante l’Alchimista Oscuro, il creatore di chimere, è un demone Incubo, ma da due secoli vive tra gli umani fingendosi uno di essi. Cieco, perennemente scalzo e, per i più, pazzo.

Nel laboratorio della sua reggia trasforma e crea soldati imbattibili, attività che porta i signori di molti feudi a bussare alla sua porta.

Quando è Etan di Offlaga, lo stregone cavaliere, a rivolgersi a lui in cerca di aiuto, Zante non ha nessuna intenzione di accontentarlo.
La richiesta?

Istruire sulla propria natura una giovane damina per metà una umana e per metà demone Succubo.

Un compito per nulla gradito a Zante, peggiorato dal fatto che il demone odia visceralmente i suoi simili e nasconde un segreto più oscuro del suo nome.
Eppure basta un istante al cospetto di Milena di Sassovivo per stravolgere le convinzioni di Zante, obbligandolo a rincorrere il segreto che si annida dietro la ragazza e i suoi colori che riverberano nella tenebra…

 

***
“L’Alchimista Oscuro” è il terzo capitolo della saga delle “Streghe di Villacorta”.

Non è necessario aver letto i capitoli precedenti della saga per poter comprendere la trama, ma a chi lo ha fatto farà piacere ritrovare i personaggi dei primi due libri.

***

 

ESTRATTI

«Voi lo sapevate che la ragazza mi avrebbe sconvolto! Lo sapevate! E adesso voglio che mi diciate perché: cos’ha Milena di tanto speciale?»
«In che maniera è diversa?»
Lei è luce. Tutto il colore scomparso persino dalla mia memoria.
Lei è bella e delicata, come qualcosa che si deve proteggere.
Lei è tutto quello che non ho mai desiderato, tutto quello che di più temo, e che ora mi sussurra con voce suadente di abbracciarlo.
Ogni suo sorriso è una carezza per gli occhi, la sua risata una luce che illumina da dentro.
Tutto questo pensò Zante, ma a Etan disse solo. «La vedo.»

***

«Non piangere, principessa, non piangere.»
Milena alzò il capo verso di lui, offrendogli le labbra come un naufrago allunga la mano verso la salvezza, e Zante le offrì il conforto che l’avrebbe fatta riemergere da quella tristezza: un bacio.
Un bacio vero. Il bacio che Milena aveva sognato di ricevere un giorno dall’uomo che avrebbe amato. Un bacio che sapeva di dolcezza e protezione. Di devozione e di bisogno. Tutto ciò che Zante sentiva nascere dentro di sé anche se lo avrebbe combattuto.

 

 

StaffRFS

StaffRFS

Lascia un Commento