Home » Recensione libri » Made in Italy » Recensione: “Agatha – L’amore che non muore” di Violet Nightfall

Recensione: “Agatha – L’amore che non muore” di Violet Nightfall

Trama

“Bruttina, con qualche chilo di troppo e l’imbarazzante convinzione che i vestiti larghi potessero aiutarmi nella mia lotta contro lo specchio. Alta – fin troppo – ben visibile tra centinaia di persone, un gigante in mezzo a un mondo di Puffi; occhiali spessi come fondi di bottiglia, acne adolescenziale nonostante l’età avanzata, risata imbarazzante, introversa e timorosa del prossimo. In un’unica parola, Agatha.”
Agatha ha vent’anni ed è l’insicurezza fatta a persona; si ritrova invischiata in un’esistenza che le scivola tra le dita senza che lei possa fermarla. Quando però Alessandro decide di entrare nella sua vita qualcosa in lei cambia e incomincia a sbocciare. Ma ciò che sembra miracoloso non sempre lo è! Dove c’è luce esiste anche tenebra e pian piano i sogni di Agatha iniziano a tramutarsi in incubi. Un amore in punta di piedi, un amore sul filo del rasoio, una danza delicata e travolgente al tempo stesso…   Romance o Thriller? Un confine sottile che si respira dalla prima all’ultima pagina!

Recensione

Non immaginereste mai, iniziando a leggere questo romanzo breve, cosa l’Autrice abbia in serbo per il lettore!! Il sipario si apre su un quartetto di studenti universitari che vivono insieme, due ragazzi e due ragazze, tra le quali Agatha, che, per eccesso di disistima e assoluta timidezza, sembra vivere nascosta dal mondo, così che, fatta eccezione per la sua coinquilina che è anche la sua migliore amica, a malapena riesce a spiccicare parola con i ragazzi che convivono con lei. Una serie di coincidenze ordinarie come le famiglie e le vacanze, portano Agatha a ritrovarsi a condividere l’appartamento da sola con Alessandro, uno dei due ragazzi con cui appunto convive, ma con cui si può dire non abbia mai vissuto davvero limitandosi ad un buongiorno e buonasera. Agatha ha difficoltà anche a condividere con loro, non di meno con Alessandro, persino gli spazi comuni, come la cucina e la tv, insomma continua la sua esistenza in una bolla che la nasconde, il tutto con un’ironia che la rende un personaggio amatissimo ed esilarante che inciampa inesorabilmente nelle sue paure e reticenze, fino a che un insistente Alessandro riesce a varcare la soglia delle invalicabili difese di Agatha. E tu lettore, vai avanti pensando di star leggendo un romance degno di tale nome, ironico, piccante, estremamente vivace, tanto che spesso ridi e sorridi, sognando. Ma sul più bello ecco che la diabolica Violet Nightfall costringe la trama ad una virata pazzesca quanto inattesa. Nonostante il lettore si adatti stordito ad un nuovo andamento, l’Autrice osa e va oltre, con uno scatto repentino tanto da lasciare senza fiato, convoglia la trama non soltanto verso il genere thriller, ma lo fa, lasciandoti, di nuovo, ANCORA a bocca aperta, andando oltre qualsiasi più fervida immaginazione, sua e sicuramente del lettore, anche il più dotato! IL RESTO VI CONVIENE SCOPRIRLO DA SOLI, perché anche a volervelo raccontare, ma sappiate che non voglio, non ci riuscirei mai! Vi annuncio che l’abilità dell’Autrice nel porvi di fronte ad uno scenario inaspettato è assolutamente pazzesca, i risvolti sono talmente inattesi da mozzare il fiato, magia, thriller, passato e presente che si intrecciano per creare una trama dentro la trama, vi condurranno ad un epilogo INIMMAGINABILE! Lo stile dell’Autrice è impeccabile, ‘subisce’ metamorfosi e cambia ritmi, assumendo un linguaggio pertinente che non solo si adatta alla trama volitiva, ma crea enfasi e suspance, risultando perfetto in ogni momento e diciamo genere, sì…. perché questo romanzo è un puzzle stupefacente di più generi abilmente assemblati!

Fiamme Sensualità hot

LadyLightmoon

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento