Home / RFS' bloopers / VITA DI UN NEURONE COMPULSIVO. I° EPISODIO: Un’uscita tanto attesa.

VITA DI UN NEURONE COMPULSIVO. I° EPISODIO: Un’uscita tanto attesa.

 

Driiin.

Driiin.

Driiin.

«Qualcuno spenga quella cacchio di sveglia! Stanotte abbiamo fatto le 5.00 per finire l’ultimo della Armentrout!» urlano in coro i neuroni del lobo occipitale, l’area degli stimoli visivi. Sono sfiniti, ronfano come gatto Silvestro, hanno le sinapsi in cortocircuito e che sprizzano scintille da ieri sera.

Tra un po’ scoppia un incendio e di sicuro spunta l’emicrania.

«In piedi, fannulloni!» li rimprovera il neurone capobranco dell’area dell’attenzione. «Non vi ricordate che giorno è oggi? Esce il nuovo libro della Ward!»

Appena sentono quella parolina magica, drizzano tutti le antenne e nonostante la botta di sonno peggiore di un coma al quarto stadio, si mettono sull’attenti come il corpo dei Marines.

«Corteccia motoria e corteccia sensoriale, mi serve coordinazione. Allora ragazzi, accendete il computer, entrate in Amazon, cercate “The King” e poi andate col mouse sul tasto ACQUISTA CON UN CLICK.»

«Capo, non so se è il caso. La ragazza ha già dimezzato lo stipendio con le nuove uscite di Agosto. E non fa altro che comprare nonostante abbia già una lista infinita di roba da leggere…» non c’è niente da fare, il neurone più riflessivo dell’area sensoriale è sempre una palla al piede. E’ più esasperante di una puntata di Pomeriggio 5.

«E’ vero!» lo appoggia il capo-neurone dell’ippocampo, dall’area della memoria. Al secondo posto nel podio per Mister Simpatia. «Ho tentato di immagazzinare l’intera lista. E’ talmente lunga che me ne ricordo meno della metà. Non è mai successa una cosa del genere, i miei compagni hanno le sinapsi al collasso.»

I neuroni della dipendenza patologica si arrabbiano. Sono sempre violenti come ultrà allo stadio. «Zitti, imbecilli! Quel libro deve essere nostro. E’ una questione di vita o di morte.» E così dicendo, tirano fuori le mazze da baseball e gliele sbattono in testa. Ripetutamente. E li sfracellano.

Tutto tace.

«Se qualcun altro ha delle obiezioni, le tiri fuori adesso o mai più» il capobranco scalpita. Ha urgente bisogno di sapere cosa succederà a Wrath e Beth nel nuovo libro.

I neuroni della dipendenza patologica tirano fuori pistole, fucili, coltelli a serramanico e persino i taser. Una bella scarica elettrica e addio sinapsi per una settimana.

Col terrore psicologico si ottiene tutto. Infatti non parla più nessuno.

«Bene allora, che l’acquisto compulsivo abbia inizio!»

 

VITA DI UN NEURONE COMPULSIVO. I° EPISODIO: Un’uscita tanto attesa.
5 su 3 voti

baby.ladykira

Oltre ad essere l' Admin founder del Sito di Romanticamente Fantasy, sono una libraia ed adoro tutti i libri in genere, dai cartacei ai digitali. Oltre alla passione dei libri, sono una telefilm e film dipendente ^_^
error: Contenuti di proprietà di RFS