Da non perdere
Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Una serata al cinema: “Napoli Velata” di Ferzan Ozpetek

Una serata al cinema: “Napoli Velata” di Ferzan Ozpetek

DATA USCITA: 28 dicembre 2017

GENERE: Thriller

ANNO: 2017

REGIA: Ferzan Ozpetek

ATTORI: Giovanna Mezzogiorno, Alessandro Borghi, Anna Bonaiuto, Peppe Barra, Biagio Forestieri, Lina Sastri, Isabella Ferrari, Luisa Ranieri, Maria Pia Calzone, Loredana Cannata, Carmine Recano, Angela Pagano

PAESE: Italia

DURATA: 113 Min

DISTRIBUZIONE: Warner Bros. Italia

Una sera ad una festa Adriana (Giovanna Mezzogiorno) incrocia gli sguardi seducenti e provocatori di Andrea (Alessandro Borghi), un giovane attraente e sicuro di sé. Lei non riesce a sottrarsi a quella schermaglia sensuale e i due trascorrono così la notte insieme. Ma non sembra chiudersi tutto lì, si danno, infatti, appuntamento per il giorno dopo. In lei cresce rapidamente un sentimento più forte, forse l’inizio di un grande amore che potrebbe cambiarle la vita. La svolta arriva, ma diversamente da come si aspettava. La situazione precipita quando rimane coinvolta in un delitto che la trascina al centro di un’indagine dai contorni inquietanti. Uno scossone capace di minare ogni sua certezza. Involontariamente, senza possibilità di scampo, s’infila in un percorso dentro la più segreta zona d’ombra della propria personalità. In una Napoli sospesa tra magia e sensualità, ragione e follia, un mistero avvolge l’esistenza di Adriana, travolta da un amore improvviso e un delitto violento.

È scandalosa e grottesca la scena d’apertura dell’ultimo lavoro di Ferzan Ozpetek.

In una delle dimore storiche di Napoli, circondata dall’opulenza e dall’eccentricità di una ricchezza antica, viene rappresentata la dissacrazione della vita, interpretata in un crescendo di gemiti e sospiri che culminano nell’atto più puro e gioioso: la nascita di un bambino.

Tra il pubblico compiaciuto e sorpreso, gli sguardi di Adriana e Andrea si incontrano. Nasce così uno strano incantesimo che irretisce Adriana, razionale e diffidente medico legale, spingendola inesorabilmente nelle braccia di un uomo appena conosciuto, intrigante e sensuale.

La passione, torrida e spietata li tiene uniti per tutta la notte, ma il risveglio sembra dolce e carico di promesse, quando Andrea si allontana lasciando ad Adriana il luogo e l’ora di un nuovo incontro.

Da quel momento gli eventi e i personaggi iniziano una danza lenta e ipnotica, che ammalia e confonde nello stesso tempo.

Il tutto sullo sfondo di un orribile delitto, che stronca in maniera feroce un sentimento scaturito da una travolgente passionalità. Adriana rischierà di perdersi tra indizi e parole non dette, amicizie ambigue e strani scherzi della mente, entrando in un gioco sospeso tra presente e passato, nel quale sarà costretta a guardarsi dentro e a fronteggiare terribili rivelazioni.

Un film che mi ha sorpreso per il suo carattere teatrale. Nel cast Ozpetek ha riunito nomi di grande spessore del teatro partenopeo, che hanno saputo imprimere a un lavoro cinematografico il fascino e la bellezza di uno spettacolo teatrale, come se le scene e gli attori recitassero su un palcoscenico piuttosto che dietro a una macchina da presa.

Marchio inconfondibile del regista è ancora una volta la dimensione onirica in cui si muovono i personaggi, sempre a metà tra malinconia e realtà, desiderio e dolore, vita e morte, questa volta arricchita da un simbolismo smisurato che permea ogni scena nel ventre della città per eccellenza, dove religione e superstizione, scienza e alchimia, cristianità e paganesimo si fondono in maniera indissolubile, poiché non costituiscono due essenze distinte bensì due metà della stessa anima.

In questo scenario gli occhi diventano protagonisti di un linguaggio misterioso che svela e nasconde. Occhi magnetici e sensuali, smarriti e puri, spalancati, socchiusi, occhi che diventano talismani. Occhi cavati.

Singolare la scelta del regista di trattare solo marginalmente il tema dell’omosessualità, senza grande significato nella successione degli eventi, accennata sia come legame tra i personaggi che costituiscono la parte “nera” dell’intera opera, sia come aspetto di contorno giocoso e rassicurante.

In definitiva un lavoro cinematografico di grande effetto, in cui la componente tragica e grottesca si fonde perfettamente con sensualità ed erotismo, esasperato in alcune scene di nudo integrale maschile.

Un thriller sofisticato all’interno del quale trova spazio il viaggio interiore di una donna che, scossa da un brutale trauma, è costretta a guardare nel suo passato e all’orrore che esso nasconde.

Unico neo del film, per me strepitoso, è il finale, che ne ha penalizzato il giudizio e arriva proprio nel momento in cui sembra che l’intera storia debba riprendere vita, anche se immagino sia stata una scelta precisa degli autori.

Un thriller con una grande componente erotica e psicologica, ricco di sfumature e zone d’ombra che rimangono un mistero anche dopo i titoli di coda.


 

 

Una serata al cinema: “Napoli Velata” di Ferzan Ozpetek
5 su 2 voti

DATA USCITA: 28 dicembre 2017 GENERE: Thriller ANNO: 2017 REGIA: Ferzan Ozpetek ATTORI: Giovanna Mezzogiorno, Alessandro Borghi, Anna Bonaiuto, Peppe Barra, Biagio Forestieri, Lina Sastri, Isabella Ferrari, Luisa Ranieri, Maria Pia Calzone, Loredana Cannata, Carmine Recano, Angela Pagano PAESE: Italia DURATA: 113 Min DISTRIBUZIONE: Warner Bros. Italia Una sera ad una festa Adriana (Giovanna Mezzogiorno) incrocia gli sguardi seducenti e provocatori di Andrea (Alessandro Borghi), un giovane attraente e sicuro di sé. Lei non riesce a sottrarsi a quella schermaglia sensuale e i due trascorrono così la notte insieme. Ma non sembra chiudersi tutto lì, si danno, infatti, appuntamento per il giorno dopo. In lei cresce rapidamente un sentimento più forte, forse l’inizio di un grande amore che potrebbe cambiarle la vita.…

Score

voto 4

Voto Utenti : 4.5 ( 1 voti)

baby.ladykira

Oltre ad essere l' Admin founder del Sito di Romanticamente Fantasy, sono una libraia ed adoro tutti i libri in genere, dai cartacei ai digitali. Oltre alla passione dei libri, sono una telefilm e film dipendente ^_^
x

Check Also

Una serata al cinema: Recensione cinquanta sfumature di rosso di James Foley

Cinquanta sfumature di Rosso Scheda tecnica: Data uscita: 08 febbraio 2018 Genere: Drammatico, Erotico, Sentimentale Anno: 2018 ...

error: Contenuti di proprietà di RFS