Da non perdere
Home / Senza categoria / Una Serata al Cinema: “La fine”

Una Serata al Cinema: “La fine”

La fine

Progetto grafico a cura di Sweet Fire

 

“La fine” (How It Ends il titolo originale) è un thriller post apocalittico del 2018, scritto da Brooks McLaren e diretto da David M. Rosenthal. I protagonisti del film sono Theo James (Divergent, Giochi al potere), il premio Oscar Forest Whitaker (Black Panter, Rouge One, L’ultimo re di Scozia) e Kat Graham (the vampire diaries)

“La fine” è disponibile per tutti gli abbonati a Netflix dal 13 luglio.

Consigli per la visione +13

 

Lauren Blakely

Titolo originale: How It Ends

Lingua originale: Inglese

Paese di produzione: Stati Uniti d’America, Canada

Anno: 2018

Genere: Thriller, catastrofico, drammatico

Regia: David M. Rosenthal

 

Lauren Blakely

Quando un misterioso disastro trasforma il paese in un campo di battaglia, un giovane avvocato segue il futuro suocero per ritrovare la fidanzata incinta.

 

 

Amo il genere apocalittico, perciò appena ho visto il trailer di “La fine” ho immediatamente deciso di guardarlo; gli attori mi sono piaciuti in altre interpretazioni a parte Kat Graham, che ho trovato poco espressiva e poco coinvolgente anche in The Vampire Diaries (per fortuna qua si vede veramente poco).

Il film parte molto bene, Will e Sam si sono da poco trasferiti in una città della costa americana, lontano da Chicago e dopo aver scoperto la gravidanza di lei decidono di avvertire i genitori di Sam, perciò Will parte per Chicago lasciando la donna a casa. Dopo la disastrosa serata a casa dei suoceri a Chicago, Will torna in albergo e al mattino durante una telefonata con Samantha, dopo un gran boato, le linee telefoniche vengono interrotte, le comunicazioni saltano, una parte dell’America rimane isolata; i sono voli sospesi, perciò l’unico modo per ricongiungersi è che Will, assieme al suocero (ex marine), intraprendano un viaggio in macchina molto pericoloso.

Come dicevo poco prima fino a qui il film ha una buona trama, poi sconfina nel banale, nel già visto e nell’assurdo.

Durante il viaggio incontrano persone che oramai vivono allo sbando, in soli due giorni la civiltà è scomparsa, la gente ha tirato fuori il peggio di sè, dato che sopravvive solo il più forte, Will che non conosceva le armi nel giro di un attimo si trova a dover usare la pistola del suocero (ex marine) e (senza nessuna esperienza capitemi bene) a riuscire a sparare e centrare una macchina in movimento mentre facevano un inseguimento.

L’America è divisa in due: civiltà e sopravvissuti.

(Qui mi viene in mente un vecchissimo film con Paul Newman ambientato nelle metropolitane americane dopo un cataclisma o guerra nucleare)

Non voglio entrare nei particolari del viaggio perché darei uno spoiler troppo grosso perciò diciamo che, dopo diverse peripezie, Will arriva a Shuttle e la trova distrutta, una distesa di cenere copre la città, le persone sono carbonizzate dentro le macchine, non si capisce cosa sia successo. Un cataclisma? Una guerra nucleare? Un mega vulcano?

In tutto questo marasma Will riesce ad arrivare a quella che doveva essere la sua casa, praticamente distrutta, in cui la moglie prima di scappare riesce a scrivere un messaggio per lui sul frigo indicandogli dove poterla trovare (si certo perché in quelle situazioni mentre ti crolla il mondo attorno hai il tempo di trovare un pennarello per scrivere un messaggio a tuo marito che è km e km lontano da te) .

Trovata la moglie si scopre che sta bene, scosse di terremoto, sobbalzi, corse, cenere, non la hanno minimamente toccata … la sua gravidanza procede benissimo e la sua canottiera bianca è immacolata. Mah… davvero realismo zero, ci mancava solo che fosse appena uscita dalla parrucchiera…

Il finale comunque lascia ancora più esterrefatti dato che più scontato di così non poteva essere…

Detto ciò per fortuna che non sono andata al cinema a vedere questa schifezza perché avrei buttato i soldi. L’unica cosa che si salva sono alcuni effetti speciali ma nulla di più.

 

Ci tengo a spiegare perché ho dato questo voto, in realtà si meriterebbe un bel nc, ma gli attori maschili hanno fatto un ottima performance e i nostri doppiatori sono stati spettacolari.

 

 

 

Snow White

x

Check Also

you 1x01

Recensione Serie TV: “You” St. 1 Ep. 2 “The Last Nice Guy In New York”

Dada ci racconta il secondo episodio di questa serie. Chi è Beck? ...

error: Contenuti di proprietà di RFS