Da non perdere

Una Serata al Cinema: Deadpool 2

Tessv ha guardato per noi Deadpool2 e mi sembra di capire che le è piaciuto, andiamo a scoprirne i motivi.

Lauren Blakely

DATA USCITA: 15 maggio 2018

GENERE: Azione, Avventura, Commedia

ANNO: 2018

REGIA: David Leitch

PAESE: USA

DURATA: 111 Min

DISTRIBUZIONE: 20th Century Fox

Lauren Blakely

 

Deadpool è diventato un eroe-killer che uccide i criminali in tutto il mondo, incluso il capo di un’associazione di spacciatori nella sua città, fallendo però al primo tentativo. Tornando a casa per festeggiare il suo primo anniversario con Vanessa, lei afferma di essere pronta ad avere una famiglia e dei figli con lui. Poco dopo quella stessa sera il capo della malavita attacca Wade nella sua casa e durante gli scontri Vanessa muore. Wade combatte il criminale per le strade e, nel gesto di abbracciarlo, fa investire entrambi da un camion di passaggio uccidendolo.

Sei settimane più tardi Deadpool decide di suicidarsi facendo esplodere il suo appartamento con diversi barili di benzina e una sigaretta. Durante la sua “morte” Wade ha una visione di Vanessa nel loro appartamento dove gli dice che il suo cuore non è nel posto giusto, lasciando Wade confuso. Più tardi Colosso arriva all’appartamento distrutto e porta Wade nel palazzo di Xavier con il tentativo di arruolare Deadpool tra gli X-Men e aiutarlo nel suo dolore. Wade, Colosso e Testata Mutante Negasonica vengono coinvolti in una situazione riguardante un giovane mutante chiamato Russell Collins, il quale produce temperature estreme dalle mani e dà fuoco agli oggetti circostanti, che sta tentando di ribellarsi alle autorità dell’orfanotrofio per mutanti in cui vive. Dopo diversi tentativi fallimentari di calmare Russell, Wade scopre che il direttore e il personale hanno abusato del ragazzo, e finisce sparando a un infermiere dello staff; questo fa sì che sia Deadpool che Russell vengano arrestati, mentre vengono contenuti usando dei collari che inibiscono i poteri dei mutanti.

Wade e Russell vengono portati nella “prigione di ghiaccio”, una struttura isolata usata come prigione per i mutanti dove a dozzine indossano lo stesso collare inibitore. Durante la loro incarcerazione la struttura viene attaccata da Cable, un mutante cibernetico arrivato dal futuro per uccidere Russell, che Wade stava provando a salvare. Wade durante gli scontri fa sì che lui e Cable siano sbalzati all’esterno della struttura in modo che Russell resti al sicuro, lontano da Cable, all’interno. Durante la caduta Wade ha un’altra visione di Vanessa che lo aiuta a realizzare che ha ancora una chance per salvare il ragazzino e riscattare se stesso per non essere riuscito a salvare Vanessa.

Wade decide quindi di mettere insieme, con l’aiuto di Weasel, una squadra di mutanti per combattere Cable e salvare Russell. La squadra sarà formata da DominoBedlamShatterstarZeitgeistSvanitore e Peter (un normale umano) e verrà chiamata X-Force. Insieme attaccano il convoglio che trasporta i prigionieri dopo il danneggiamento della “prigione di ghiaccio” per liberare Russell. Paracadutandosi su di esso solo Deadpool e Domino rimangono vivi mentre gli altri eroi muoiono in vari incidenti durante l’atterraggio. Domino sale a bordo del camion con i prigionieri e incontra Cable, che si lancia all’attacco nel tentativo di uccidere Russell. Durante il combattimento tra Deadpool e Cable, Russell libera Fenomeno (con cui aveva fatto amicizia nella prigione di ghiaccio) che distrugge il convoglio per poi scappare insieme al ragazzo diretto ad uccidere il direttore dell’orfanotrofio che lo torturò a causa delle sue abilità mutanti.

Cable, dopo la liberazione di Fenomeno, decide di fare squadra con Deadpool dato il fatto che avevano l’obiettivo comune di impedire la prima uccisione da parte di Firefirst, che nel futuro sarebbe diventato un criminale assassino e avrebbe ucciso la famiglia di Cable (motivo per cui Cable è tornato nel passato e vuole uccidere il ragazzo). Deadpool accetta di aiutare Cable a patto che gli lasci la possibilità di parlare con Russell e provare a convincerlo a non uccidere il direttore.

Deadpool, Cable e Domino arrivano all’orfanotrofio per fermare Russell e Fenomeno ma trovano difficoltà a fermare quest’ultimo a causa della sua forza distruttiva. Nel mentre arriva Colosso che distrae Fenomeno per consentire a Deadpool e Cable di portare a termine il piano, con l’arrivo anche di Testata Mutante Negasonica e la sua ragazza Yukio. Cable e Deadpool provano a raggiungere Firefist prima che uccida il direttore e Deadpool prova a parlargli, mettendosi addirittura il collare inibitore per convincerlo essendo disposto a sacrificare la sua vita per lui. Cable afferra la pistola e spara al ragazzo dopo che ha realizzato che stava per uccidere la sua prima vittima, ma Deadpool salta davanti al ragazzo e viene colpito dal proiettile in pieno petto salvando Russell. Dopo un lungo discorso di Wade, Russell perde il suo desiderio di vendetta e l’orsacchiotto che Cable aveva agganciato alla cintura (della figlia, bruciato al momento dell’assassinio della sua famiglia nel futuro) torna normale e questo significa che la sua famiglia sarà salva e il piano ha funzionato. Wade a questo punto torna alla visione e si riunisce a Vanessa, che gli spiega che non è ancora tempo di stare insieme e che si incontreranno più avanti. Sentitosi dispiaciuto per Deadpool, Cable torna nel passato prima di quel combattimento (anche se aveva energia sufficiente solo per tornare nel futuro dalla sua famiglia) e mette la moneta di piombo, ricordo di Vanessa che prese nel primo combattimento con Deadpool, nel punto esatto in cui lo avrebbe colpito il proiettile, salvandolo.

La squadra se ne va dopo che il direttore viene investito dal taxi guidato da Dopinder che si sente un eroe nell’ucciderlo.

Nella scena durante i titoli di coda, Testata Mutante Negasonica e Yukio aggiustano il dispositivo temporale di Cable e lo danno a Deadpool che torna nel passato e salva Vanessa e Peter dalla morte, dopodiché spara al Deadpool di X-Men le origini – Wolverine, e a Ryan Reynolds mentre stava leggendo soddisfatto il copione del film Lanterna Verde.

Si sa che i sequel mettono ansia, specialmente se il primo film in questione ha riscosso successo.

Deadpool 2 arriva nei cinema con la sua solita atmosfera: una montagna russa. Un personaggio bizzarro, sopra le righe, folle, ribelle e immaturo alla pari di un bebè. Interpretazione resa possibile grazie alla riconfermata presenza di Ryan Reynolds (la più azzeccata dai tempi della scelta di Robert Downey Jr.per Tony Stark) che continua a ricalcare il ruolo con gran maestria, nonostante per la maggior parte del tempo indossi una maschera. Ancora una volta l’antieroe rompe il distacco cinepresa/attore per ricreare quel rapporto di familiarità con lo spettatore.

È impossibile non ammettere che con Deadpool il divertimento è assicurato. Tra riferimenti alla produzione stessa, allusioni e scene di sesso, linguaggio forte e scene di rating rosso, il film è stato presentato bene, donando un distacco da quello che erano i soliti film di supereroi a cui siamo abituati.

E Deadpool 2, fin dai titoli iniziali, decide di continuare su questa strada per donare spazio a quella che è una trama caratterizzata dalla presenza di temi, tutto sommato, importanti e significativi.

Ironia a parte che non stanca mai, il film vede l’entrata in scena di una figura misteriosa proveniente dal futuro, che vuol uccidere un ragazzino mutante. Nonostante gli piaccia stare al centro dell’attenzione, vediamo lo stesso protagonista venire meno alla sua idea e fare gioco di squadra, nella quale spiccano maggiormente Domino e Cable.

A chi non è piaciuto questo trio?

E anche se finisce in un modo poco bello per la nuova squadra X-Force, continua a piacere questo NON PRENDERSI MAI SUL SERIO.

Una sceneggiatura più matura rispetto al primo film, che convince alla perfezione. Con un linguaggio meno volgare, allusioni e citazioni che si capiscono ben poco (per chi non conosce), non mancano i giochi con la telecamera e le sequenze di azione a rallentatore. Ma quello che mi ha colpito è la certezza di essere riuscito, in un modo tutto suo e bizzarro, a insegnare qualcosa di buono e a esprimere la sua idea di famiglia, amore, amicizia e sacrificio.

 Avreste mai associato tutto ciò a Deadpool?

È già difficile cercare il momento che ti fa dire “Sì, questo è il mio preferito” quando confrontiamo film diversi, figuratevi tra il primo e il sequel. Ma, a mio parere, sono quei 4 punti che ho evidenziato a rendere questo film più credibile, più realista… forse anche troppo forzato di eccentricità in alcune scene.

Certo, non è tutto rose e fiori, ma il risultato finale, lasciatemelo dire, SPACCA DI BRUTTO e i piccoli dettagli stonati passano in secondo piano.

Deadpool non è solo divertimento, ma anche un gran bel vedere per quelli che sono i fan accaniti, dove tra prese in giro alla stessa Marvel, al rivale UniversoDC, agli stessi X Men e agli Avengers, esclusivamente per Wolverine, non è passata inosservata la scena all’accademia dei mutanti dove in una stanza sembrano esserci tutti gli storici X-Men!

Naturalmente, nonostante sia stata annunciata l’assenza di scene extra dopo i titoli di coda, troverete comunque esilaranti momenti che apprezzerete di certo.

Un film da vedere e rivedere al cinema, non solo perché si parla di eroi Marvel, ma perché è, di suo, fantastico.

 

 

Snow White

x

Check Also

Versailles l'au-delà

Recensione Serie TV: Versailles 3×08 “Of Gods and men”

Care Fenici, oggi la nostra Danny ci parla di Versailles, nuova puntata ...

error: Contenuti di proprietà di RFS