Home / Tag Archivi: Amneris Di Cesare

Tag Archivi: Amneris Di Cesare

Recensione: “Rosa di mezzanotte” di Amneris Di Cesare 

Annabella e il turbolento figlio diciassettenne Federico hanno deciso di passare una settimana a Roma. All’apparenza sembra un’innocua vacanza, ma non è così. Già in macchina da Bologna, diretti verso la capitale, Annabella si rende conto che il suo è un viaggio nel passato e deve fare i conti con un’estate romana di molti anni prima, quando si era innamorata ...

Leggi Articolo »

Recensione: “Riportami da te” di Amneris Di Cesare

Buongiorno Fenici oggi la nostra Isabella ha recensito per noi il libro “Riportami da te” di Amneris Di Cesare La cena di classe a dieci anni dalla maturità è un viaggio lungo il viale dei ricordi troppo doloroso, dopo che mi sono lasciata alle spalle la nostra storia d’amore tormentata. Mi ha convinta a partecipare solo il desiderio di rivalsa ...

Leggi Articolo »

Incontro con l’autore: Amneris Di Cesare

    Buongiorno a tutti, oggi abbiamo il piacere di ospitare nel nostro salotto Amneris Di Cesare. Volete conoscere lei e i suoi personaggi meglio, allora mettetevi comodi e  continuate a leggere!   Ciao Amneris, partiamo con una domanda semplice da fare ma forse complicata a cui rispondere: quando hai iniziato a scrivere in maniera professionale e perché? E’ stato ...

Leggi Articolo »

Recensione: “Mira dritto al cuore” di Amneris Di Cesare

Una vacanza studio in America svanita sul più bello, un soggiorno di ripiego in un villaggio vacanze. Inizia così l’estate di Sarah, adolescente insoddisfatta e perennemente imbronciata. “Gli amori estivi non durano” dice sempre sua madre, ma la profezia si incrina dopo l’incontro con due animatori, Thomas burbero aspirante archeologo di origini britanniche e Rudy seduttore dalla simpatia irresistibile. Sotto ...

Leggi Articolo »

Recensione: “Figlia di nessuno” di Amneris Di Cesare

    Mi chiamo Nivea Maria Gonçalves Mello Branco. Tanti cognomi, per indicarne uno solo, vero e stampato a fuoco sulla mia carne: figlia di nessuno. Mia madre era una mulatta della favela più grande del Sud America: la Rocinha. Una città vera e propria, costruita su una collina di fronte all’oceano: non c’è vista panoramica migliore in tutta Rio. ...

Leggi Articolo »