Home / Rubrica Musica / Rubrica Musica: “Black Sabbath”

Rubrica Musica: “Black Sabbath”

 

Bentornate, Fenici!

Oggi vi parlerò dei padri dell’heavy metal, i Black Sabbath, nati a Birmingham nel 1968 e poi scioltisi nel 2017 con un tour di addio. La formazione storica era composta da Ozzy Osbourne, Tony Iommi, Geezer Butler e Bill Ward. Invariata dal 1969 al 1978, in seguito ci fuorono numerosi cambi di line up, solo Iommi rimase sempre come componente orinale.

“I Black Sabbath sono i Beatles dell’heavy metal”

– Dave Navarro

Dl 1966 al 1970 (origini ed esordio)

Nel lontano 1966, ad Aston, Iommi e Ward trovarono un annuncio in un negozio di dischi di un cantante che cercava musicisti per formare una band, e a loro si aggregarono altri due musicisti. Nel 1968, il primo demo della band ebbe un discreto successo. Il loro primo album Black Sabbath uscì nel 1970.

Curiosità

Il nome della band deriva dal titolo in inglese di un film di Mario Bava I tre volti della paura tradotto in Black Sabbath.

Periodo classico (1970-1972)

Le sonorità dei primi Black Sabbath erano pesanti e oscure con riferimenti al demonio e all’occulto. Nella canzone “Black Sabbath”, Iommi utilizza per la prima volta la Triade del Diavolo, ovvero un giro di tre toni discordanti fondati sul tritono SOL-REb-RE che nel Medioevo veniva chiamato Diabolus invoca.

 

 

Paranoid è il maggior successo del gruppo ed è di essenziale importanza per la nascita dell’heavy metal. “War Pigs” è una canzone-denuncia sui politici che appoggiavano la guerra in Vietnam; “Iron Man” ha un testo fantascientifico.

Sperimentazioni (1972-1976)

Iniziarono le sperimentazioni verso il rock progressivo con l’album Sabbath Bloody Sabbath e divenne disco di platino.

Declino e addio di Osbourne (1976-1979)

Ozzy lasciò il gruppo dopo aver abusato di droghe e alcool (ma non solo lui) fino al licenziamento avvenuto nel 1979.

Black Sabbath e Ronnie James Dio (1980-82)

Nuovo cantante, Dio, ex leader degli Elf e Rainbow. Il primo album con Dio Heaven and Hell divenne disco di platino. Celebre è il gesto delle corna che il cantante faceva ogni volta, diventando così il simbolo degli amanti dell’heavy metal. Venne rivendicato da Gene Simmons, il fondatore dei Kiss, ma alla fine si scoprì che lo aveva già fatto in precedenza Lennon. Dio disse che il gesto lo vedeva fare spesso da sua nonna per scongiurare il malocchio, egli era scaramantico.

Black Purple (1983-1984)

Dopo l’uscita di Dio, arrivo Ian Gillian, ex cantante dei Deep Purple e con lui il gruppo realizzò Born Again (1983).

 

Tra il 1984 e il 1986 ci furono numerose controversie e inabilità. Martin fu il nuovo cantante tra il 1986 e il 1990

Riunioni (1992-2005)

A dicembre del 1999 avviene una prima grande reunion della band. Nel 2010 muore Dio per un tumore allo stomaco. Tra il 2011 e il 2017, riunione con Ozzy e ultimo tour. Il 4 febbraio del 2017 si tiene l’ultimo concerto a Birmingham.

 

Stile musicale

Heavy metal, ma anche rock psichedelico, acid rock. Influenze di stoner rock, grunge, doom metal e sludge. All’inizio della loro carriera furono influenzati dai Cream, Beatles, Fleetwood Mac, Hendrix, Led Zeppelin e Jethro Tull.

Eredità musicale

Judas Priest, Iron Maiden Type 0 Negative e altri.

Formazione

Ozzy Osbourne – voce

Tony Iommi – chitarra

Geezer Butler – basso

Bill Ward – batteria

Discografia

Black Sabbath (1970)

Paranoid (1970)

Master of Reality (1971)

Black Sabbath vol. 4 (1972)

Sabbath Bloody Sabbath (1973)

Sabotage (1975)

Technical Ecstasy (1976)

Never say die! (1978)

Heaven and Hell (1980)

Mob Rules (1981)

Born Again (1983)

Seventh star (1986)

The Eternal Idol (1987)

Headless Cross (1989)

Tyr (1990)

Dehumanizer (1992)

Cross purposes (1994)

Forbidden (1995)

13 (2013)

Paranoid

Secondo album in studio dei Black Sabbath, pubblicato il 18 settembre del 1970. Ha venduto oltre diecimilioni di copie in tutto il mondo.

“Sul loro secondo e pesantissimo disco, Paranoid, troviamo lamenti sulla distruzione della guerra e l’ipocrisia dei politici, i pericoli della tecnologia e l’abuso di droghe.”

– Rolling Stones

Uno degli album migliori che nemmeno Ozzy pensava potesse esserlo.

“War Pigs”, scritta contro la guerra nel Vietnam (doveva intitolarsi “Walpurgis”), è uno dei più celebri brani della band.

War Pigs

Gen’rals gathered in their masses,
Just like witches at black masses
Evil minds that plot destruction,
Sorcerer of death’s construction
In the fields the bodies burning,
As the war machine keeps turning
Death and hatred to mankind,
Poisoning their brainwashed minds
Oh Lord yeah

Politicians hide themselves away
They only started the war
Why should they go out to fight?
They leave that role for the poor, yeah

Time will tell on their power minds,
Making war just for fun
Treating people just like pawns in chess,
Wait ‘till their judgement day comes, yeah

Now in darkness world stops…

Generali raccolti nei loro ammassamenti
Proprio come le streghe ai sabba
Menti malvagie che pianificano distruzione
Stregoni della costruzione della morte
Nei campi bruciano i corpi
Mentre la macchina da guerra avanza
Morte e odio per la razza umana,
Avvelenando le menti già plagiate
Oh Dio yeah!

I politici si nascondono
Hanno solamente iniziato la guerra
Perché dovrebbero andare là fuori a combattere?
Lasciano questo ruolo al povero

Il tempo dirà cosa sarà delle loro menti potenti
Fanno la guerra solo per divertimento
Trattando le persone come i pedoni degli scacchi,
Aspettando che arrivi il giorno del giudizio

Ora nell’oscurità il mondo smette di girare,
Ceneri dove bruciano i corpi
I Maiali della Guerra non hanno più il potere,
E Dio, mentre fa battere l’ora,
Chiamando il giorno del giudizio
I maiali della guerra strisciano sulle ginocchia,
Implorando pietà per i loro peccati
Satana, ridendo, spiega le ali

Oh Dio, yeah

“Paranoid”

“I tell you to enjoy life.

I wish I could but it’s too late”

[Ti dico di goderti la vita. Io vorrei poterlo fare ma è troppo tardi]

Secondo singolo tratto dall’album omonimo del 1970. Questa canzone avrebbe dovuto essere un tappabuchi, ma in seguito acquistò un sempre maggiore successo. Inoltre, è uno dei brani più importanti e influenti dei Sabbath e del metal.

Finished with my woman
‘cause she couldn’t help me
with my mind
People think I’m insane
because I am frowning all the time
All day long I think of things
but nothing seems to satisfy,
Think I’ll lose my mind
if I don’t find something to pacify

Can you help me
occupy my brain?
Oh yeah

I need someone to show me
the things in life that I can’t find,
I can’t see the things
that make true happiness,
I must be blind

Make a joke and I will sigh
and you will laugh and I will cry
Happiness I can not feel
and love to me is so unreal
And so as you hear these words
telling you now of my state
I tell you to enjoy life,

I wish I could but
it’s too late

È finita con la mia donna
perché non ha potuto aiutarmi
con la mia mente
La gente pensa che io sia pazzo
perché mi acciglio sempre
Tutto il giorno penso a cose,
ma niente sembra soddisfarmi
Penso che perderò la testa
se non trovo qualcosa che mi tranquillizzi

Puoi aiutarmi a tenere
occupato il mio cervello?
Oh si

Ho bisogno di qualcuno che mi mostri
le cose che non riesco a trovare nella vita,
Non riesco a vedere le cose
che fanno la vera felicità,
devo essere cieco

Fammi uno scherzo e sospirerò,
e riderai e io piangerò

Non riesco a sentire la felicità
e l’amore è irreale per me
E così ascoltando queste parole
che ti parlano del mio stato
Ti dico di goderti la vita,
io vorrei poterlo fare
ma è troppo tardi.

Considerazioni

Oh beh, cosa posso dire dei padri dell’Heavy metal e di altri sottogeneri da loro scaturiti? I Sabbath sono stati i pionieri del genere e forse anche un po’ folli nelle sperimentazioni.

Ozzy è Ozzy, con i suoi alti e bassi e una carriera solista di tutto rispetto.

Tony Iommi è uno dei più grandi chitarristi viventi.

E io li ho scoperti tardi, ahimè.

Non tralasciamo Dio, altra voce indimenticabile non solo con i Sabbath, ma anche da solista.

Vi consiglio, per un primo ascolto, i primi album e ovviamente quelli con Dio.

Alla prossima!

Un saluto dalla vostra Mal

Dasys

Dasys

Lascia un Commento

x

Check Also

Rubrica Musica: “Intervista a Roberto Schiano”

  Benvenute mie care Fenici alla nostra nuova ...