Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Rewind, un tuffo nel passato!: Manimal e Automan

Rewind, un tuffo nel passato!: Manimal e Automan

Oggi vi parlerò di due serie, andate in onda tra il 1983 e il 1984, che non hanno avuto molta fortuna, ma che i “vecchi” come me ricorderanno bene.

Manimal e Automan.

Entrambe di genere fantascientifico, azione e avventura, hanno al loro attivo una sola stagione e si possono definire dei cult.

Andiamo a scoprirle una alla volta.

Manimal

È una serie americana composta da soli 8 episodi, ideata da Glen A. Larson.

Sospesa per problemi di budget, e per il poco coinvolgimento del pubblico americano, è stata invece apprezzata in Europa.

Racconta la storia del professor Jonathan Chase, esperto di comportamento animale, che durante un viaggio nella giungla scopre di possedere un potere: quello di trasformarsi in qualsiasi animale egli desideri, da mammifero a uccello (ricordo una pantera nera, un falco e un serpente).

Con questo potere, ereditato dal padre, aiuta i suoi amici nella lotta al crimine, diventando consulente della polizia nei casi in cui sono coinvolti degli animali.

Il punto di forza di questa serie sono le trasformazioni, drammatiche e realistiche, del personaggio (devo dire che mi avevano colpito parecchio, forse perché ero piccola).

Cast

Johnathan Chase: Simon MacCorkindale

Brooke MacKenzie: Melody Anderson

Tyrone “Ty” Earl: Michael D. Roberts

Arrivata in Italia nel 1985, andava in onda assieme ad Automan.

Considerazioni

Immaginate una piccola Mal che vede per la prima volta questo telefilm e ne rimane affascinata. Certo, con il senno di poi posso dire che è impossibile per un essere umano diventare un animale a proprio piacimento, ma era comunque fantascienza ed è forse per questo che mi era piaciuto ed ero rimasta tanto colpita e impressionata dalle trasformazioni.

Riguardandolo oggi, penso a quanto sia surreale e sgrano gli occhi di fronte ai pessimi effetti speciali, se rapportati a quelli di oggi, che lo rendono tanto ‘finto’, ma, ehi, sono figlia degli anni 80 e questi erano davvero dei bei telefilm all’epoca.

Da recuperare!!

Automan

Altra serie del 1983, sempre americana. Composta da soli 13 episodi, si avvicina molto al Tron di Disney. Non ebbe molto successo ed esiste una sola stagione.

La storia è quella di Walter Nebicher, un programmatore impiegato nel dipartimento della polizia di Los Angeles. Un nerd sfigato che crea un perfetto compagno per la lotta al crimine che, in seguito a un sovraccarico energetico, prende vita.

Nasce così Automan, una specie di ologramma vivente.

Consuma molta elettricità e per quello compare sempre di notte, quando il consumo è ridotto al minimo. Con lui c’è anche Cursore (come quello del pc, ma più figo) in grado di disegnare qualsiasi cosa.

Un esempio esilarante è l’Autocar, che quando compie le curve lo fa ad angolo retto e il povero Walter viene sbattuto contro i vetri delle portiere.

L’identità di Automan è nota solo alla fidanzata di Walter, Roxanne.

Differenze con Tron.

Nel film della Disney è un programmatore che viene risucchiato nella realtà virtuale, fondendosi con essa. In Automan è il contrario. Un programmatore di computer che dà vita, grazie all’elettricità, al suo programma.

Automan utilizza le sue capacità e i suoi poteri come farebbe un supereroe.

Cast

Automan: Chuck Wagner

Walter Nebicher: Desi Arnaz Jr

Tenente Jack Curtis: Robert Lansing

Capitano E.G. Boyd: Gerald O’Loughlin

Roxanne Caldwell: Heather McNair

Considerazioni

Automan veniva trasmesso con Manimal, quindi ora capisco il mio amore per le cose strane.

Un telefilm carino, senza troppe pretese e divertente.

Anche questo da recuperare assolutamente.

Un saluto dalla vostra Mal.

Lucilla

Lucilla
x

Check Also

Fear and Loathing on the Planet of Kitson

Recensione Serie Tv: Recensione Serie TV: Agents of Shield 6×08 “Rotta di collisione (1° parte)” – 6×09 “Rotta di collisione (2° parte)”

Salve, Fenici! Eccomi qua! Le avventure degli agenti ...