Home / Recensione libri / Recensione:”Il quadro segreto di Leonardo” di Fabio Delizzos

Recensione:”Il quadro segreto di Leonardo” di Fabio Delizzos

 

 

Roma, 1516. Nella vita di Leonardo da Vinci c’è una donna, affascinante e misteriosa. Una donna con un dono speciale che, insieme alla sua bellezza, suscita le brame di uomini potenti. Leonardo fa di tutto per proteggerla e spera di riuscire presto a portarla con sé in Francia. Una notte, nei pressi di Castel Sant’Angelo, è testimone involontario di un omicidio. Sulle prime sembrerebbe un caso di ordinaria criminalità, ma qualcosa di oscuro si sta invece muovendo nell’ombra: un antico segreto è stato violato e un oggetto molto prezioso è stato rubato da un monastero. Leonardo è chiamato dal cardinale Bernardo Dovizi da Bibbiena a indagare sull’accaduto, per…

 

(Fonte trama Newton Compton)

 

 

Salve a tutti, questo che andrò a recensirvi è sicuramente un romanzo che racchiude mille sfaccettature e che quindi ricade in diversi generi.storico, artistico, religioso, thriller o giallo. Racchiude tutte queste categorie dalla prima fino all’ultima pagina.

L’autore ci fa conoscere un Leonardo Da Vinci a mio avviso inedito: anziano ma vigoroso, attento e spigoloso. Il tratto più affascinante, e che lo discosta dall’immagine alla quale siamo abituati, è che non è solo genio ma anche uomo, grazie alla presenza di una donna che ama, Honda, che sarà con lui fino alle fine e per la quale Leonardo si imbatterà in una vera e propria caccia al tesoro, non priva di rischi e ostacoli.

Palcoscenico di questa storia intricata è una Roma risorgimentale e affascinante, che lo scrittore ha descritto con minuzia e dovizia di particolari. Leonardo, sin dalle prime pagine, si troverà invischiato in un omicidio e nel furto di un cimelio, di un oggetto antico ma potente, destinato a cambiare ineluttabilmente il corso della storia e a stravolgere ogni verità conosciuta.

Viene così ingaggiato dal Cardinale Bernardo Dovizi da Bibbiena per investigare su quanto accaduto e ritrovare ciò che è stato trafugato. La sua sarà una corsa contro il tempo perché il male si nasconde ovunque, anche dietro l’insospettabile. Il viaggio non sarà semplice: il nostro caro Leonardo dovrà sondare terreni oscuri e andare oltre ogni sua conoscenza per riuscire a salvare il suo mondo, la sua amata e anche se stesso, perché la sua arte non sarà più il suo rifugio sicuro.

Molte sono le cose che ho apprezzato all’interno di questo romanzo, soprattutto il modo con cui lo scrittore ci fa conoscere il nostro protagonista , facendo venir fuori una dimensione più “umana” e non solo artistica

Ho apprezzato anche l’introduzione di una figura femminile che coinvolge emotivamente l’artista. Ultime, ma non per importanza, le fantastiche ambientazioni descritte in maniera così fedele da portarti all’interno di quell’epoca e facendoti immedesimare nel luogo attraverso gli occhi dei personaggi.

 

 

 

 

 

 

 

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “Borrowing Blue – Serie: Made Marian #1” di Lucy Lennox

Blue: Quando il mio ex entra nel bar ...