Da non perdere
Home / Recensione libri / Recensione: “Un disastro perfetto”di Jamie Mc Guire ( The Maddox Brothers #4)

Recensione: “Un disastro perfetto”di Jamie Mc Guire ( The Maddox Brothers #4)

 

 

 

Ellie ha appena finito il college quando, a una festa, incrocia lo sguardo magnetico di Tyler Maddox. Quei profondi occhi nocciola la affascinano. Ma si sa che Tyler ha il pugno facile e ama circondarsi di ragazze sempre diverse. In una parola, è il ragazzo sbagliato. Eppure c’è qualcosa di più in lui. Quando sfiora le sue mani, Ellie riconosce un’inaspettata dolcezza. E nel suo caldo abbraccio trova la sicurezza di cui ha bisogno. Un punto di riferimento incrollabile. Solo lui è in grado di leggere nel suo cuore. Del resto, è un Maddox. E i Maddox, quando s’innamorano, amano per sempre. Ellie, però, ha troppa paura di lasciarsi andare. Ha paura di fidarsi. Tyler potrebbe far cedere le sue difese e irrompere nella sua vita come un fiume in piena. Ha bisogno di tempo. Non può permettersi di sbagliare. Perché quando c’è di mezzo l’amore, tutto diventa inevitabilmente più complicato.

Quanto è difficile scrivere una recensione che non rispecchia affatto le tue aspettative, quando ti trovi tra le mani un libro che avevi messo in lista come assolutamente imperdibile, e che invece, adesso, ripensandoci, se l’avessi perso forse forse tanto male non sarebbe stato. E’ davvero un colpo al cuore. Partendo dalla trama, nulla lascia presagire quello che accadrà nei vari capitoli, anzi leggendola, credi di trovarti di nuovo immersa nella più bella storia stile Maddox. Chi non li ha adorati, sognati, idealizzati sti benedetti ragazzi, io di sicuro sono tra le loro più accanite fan, ma questo libro non li rispecchia affatto, è un susseguirsi di momenti sconclusionati, di atteggiamenti che mai mi sarei immaginata, ed io non mi ritengo una bacchettona, anzi sono di vedute piuttosto aperte, ma qui andiamo veramente su tutto un altro pianeta. Non volevo di certo come protagonista, una ragazza della porta accanto, tutta perfettina, che profuma di vaniglia, con le lentiggini e i capelli color del sole, per carità, però nemmeno una protagonista femminile così irritante; si, perché a mio avviso, il problema fondamentale in questo libro è, in tutto e per tutto, Ellie; il personaggio non funziona, e Tyler poverino, ci prova a tirar fuori il suo lato, da maschio alfa, da Maddox originale, ma accanto a lei perde sempre in partenza. Nei primi capitoli, ho pensato seriamente di aver acquistato un altro libro, poi però, la copertina era quella giusta, i nomi dei personaggi quelli corretti, ma credetemi, più andavo avanti e più questa convinzione stentava a dissolversi. La storia inizia con il botto e non solo in senso figurato. L’ambientazione è una festa organizzata a casa dei genitori di Ellie dove lei permette che degli estranei, una mandria di bufali impazziti, le distruggano casa: quadri preziosissimi trattati come carta straccia, vasi, ceramiche e ogni sorta di preziosi arredi polverizzati, se fosse stato presente il maggiordomo avrebbe rischiato le coronarie anche lui. Tornando alla nostra Ellie, non contenta della devastazione in atto, in un momento di tensione, è lei stessa a dar vita ad un incontro di boxe da svolgersi seduta stante al centro del suo soggiorn(,del resto chi non lo avrebbe fatto?)e, con aria spavalda, punterà su Tyler, che ovviamente non si tirerà indietro. Per poi terminare la serata da vincitore, inaugurando la camera dei genitori di Ellie, mentre l’intento di lei è esclusivamente quello di puro sfregio nei confronti della sua famiglia. Poco importerebbe se lei fosse semplicemente una cattiva ragazza, incavolata con il mondo, che per farsi notare si butta a capofitto in un casino dietro l’altro, in tutto questo marasma complice la presenza di una ragazza alquanto disinibita, che ritroverete in diverse scene, non capirete mai di che inclinamento sessuale sia Ellie, e già qui io ci ho messo un po’ a focalizzare, fino a che la mia mandibola è decisamente caduta a terra, persa, slogata, schiantata: insomma un Maddox che si innamora è per sempre giusto???? Si, certo che lo è, io ne sono sempre stata convinta, ma di una così a me sembra proprio impossibile. Nonostante la serie di legnate che ogni capitolo mi ha inflitto, non ho perso la speranza, perchè mai dire mai, infondo la storia può mutare nei diversi capitoli magari lei avrà modo di redimersi, di cambiare e invece, come se fosse possibile,ai miei occhi peggiora, nell’assurdità più completa, complice la comparsata dei genitori che spalleggiati da una Life Coach la cacciano di casa, e la costringono a trovarsi un lavoro! Tu sei li che esulti, finalmente qualcuno con le palle c’è, e invece, macchè, dopo pochi capitoli, Life Coach licenziata, e genitori logorati dal senso di colpa che tentano con ogni mezzo di riavere a casa la loro adorata bambina. La sola nota positiva è che, finalmente, Ellie rifiuta categoricamente le richieste e gli aiuti dei suoi, avendo trovato un lavoro, presso un giornale locale, dapprima come segretaria, poi come fotoreporter. Come primo incarico le verrà richiesto di seguire e documentare le azioni della squadra antincendio, dove il nostro Tyler lavora, ed è proprio in questo frangente che si sviluppa maggiormente la loro storia, con lui che fa l’uomo delle caverne in ogni situazione, che diventa uno zerbino dei peggiori mai descritti, che pronuncia frasi assurde persino nelle situazioni più rosee, e lei che in cuor suo vuole ricambiare quei sentimenti e per sbrogliare la matassa che fa???? Si ubriaca, in continuazione, fino a portarsi il caffè corretto al lavoro( me la immagino con la fiaschetta in borsa, in perfetto stile telefilm americano) e Tyler in tutto questo niente, continua a decantare il suo amore incondizionato. Voi penserete che il peggio è passato, e invece il peggio deve ancora venire, vi aspettano capitoli di tira e molla, di sviolinate all’inverosimile, fino a trovarvi in un punto del libro in cui, in piena confusione, penserete di non essere lucide, stupidamente vi sembrerà di aver attinto voi stesse a quella fantomatica fiaschetta, vi chiederete chi ha baciato chi???…. Chi è stato con Chi, Come, Dove,Quando, Perchèèèèèèèè????… e poi esauste tornerete indietro, rileggerete paragrafi e paragrafi, sperando in un momento di allucinazione di aver travisato qualche aneddoto, ma purtroppo non sarà così. E senza ulteriore indugio andrete dritte dritte verso il finale, per me così scontato, privo di passione, privo di adrenalina, privo di mordente, e con le lacrime agli occhi, non per la commozione, non ho potuto far altro che constatare la dipartita del mio mito dei Maddox. Adesso mi scuso profondamente con chi non la pensa come me, anzi qualora voleste contattarmi in privato, sarei felice di potermi ricredere, ma per quanto mi riguarda, parere puramente personale, avrei tanto voluto che la Mc Guire si fosse fermata a Thomas. So bene che ci aspetta un altro libro, che è la conclusione delle sue serie, e so già che da romanticona, lo comprerò e lo leggerò perchè il mio cuore ha bisogno, necessita, brama, anela una dose reale di Maddox Testosterone!!! Concedetemela vi pregooooo!!!!

«Se tu sei il fuoco Ellie… Vorrà dire che brucerò »

«E se la situazione fosse stata capovolta? » – Mi morsi il labbro fissando il suo. Era onesto, era forte, era bello ed era mio. «Non sei l’unico che camminerebbe nel fuoco per chi ama.»

Recensione: “Un disastro perfetto”di Jamie Mc Guire ( The Maddox Brothers #4)
Vota qui L\'articolo.

      Ellie ha appena finito il college quando, a una festa, incrocia lo sguardo magnetico di Tyler Maddox. Quei profondi occhi nocciola la affascinano. Ma si sa che Tyler ha il pugno facile e ama circondarsi di ragazze sempre diverse. In una parola, è il ragazzo sbagliato. Eppure c’è qualcosa di più in lui. Quando sfiora le sue mani, Ellie riconosce un’inaspettata dolcezza. E nel suo caldo abbraccio trova la sicurezza di cui ha bisogno. Un punto di riferimento incrollabile. Solo lui è in grado di leggere nel suo cuore. Del resto, è un Maddox. E i Maddox,…

Score

Voto Chicca 2

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Lady Arya

Lady Arya
Blogger presso RFS
x

Check Also

Recensione: “L’ombra del lupo” di Alex J. Bénat

La   piccola   Maya   dovrà   rinunciare   all’ amore   materno   perché   nata   femmina ...

error: Contenuti di proprietà di RFS