Home / Recensione libri / Recensioni MM / Recensione: “Un compagno protettivo” di Toni Griffin * I fratelli Holland #3

Recensione: “Un compagno protettivo” di Toni Griffin * I fratelli Holland #3

 

♦ Traduzione a cura di Caterina Bolognesi

Mischief Corner Books LLC, acquistabile qui ♦

 

Trama rosa

La vita non è mai stata facile per Zachary Bennet, ma gli ultimi due anni sono stati un vero e proprio inferno. L’unico raggio di luce è la sua preziosa figlia, Hayley. Sentendo il bisogno di un nuovo inizio, Zack accetta un lavoro in una piccola cittadina chiamata Leyburn, nella speranza di potersi finalmente sistemare e di cominciare un’esistenza tranquilla.
Tra la preoccupazione per il comportamento sempre più scostante di uno dei sui fratelli e il continuo imbattersi negli altri due mentre sono impegnati ad amoreggiare con i loro compagni, Simon Holland è sul punto di strapparsi i capelli. Tutto ciò che ha sempre voluto dalla vita sono un compagno e una famiglia. Quando, con l’arrivo di Zack, il suo desiderio viene finalmente esaudito, Simon scopre sulla sua pelle fin dove l’odio e il bigottismo possano spingere una persona. Ma la vita non è mai semplice e Simon è deciso a proteggere fino alla fine ciò che è suo.

Recensione rosa

“Un compagno protettivo” di Toni Griffin è il terzo libro della serie paranormal romance M/M “I fratelli Holland”. Non avevo delle reali aspettative nei confronti di questa storia. Il primo libro della serie l’ho apprezzato, il secondo mi aveva un po’ deluso e questo doveva essere un po’ il mio punto di svolta per decidere se andare avanti nel leggere questa serie.
Il libro mi è piaciuto, mi ha emozionato, mi ha fatto sorridere e l’ho trovato un po’ differente dalle storie precedenti, per come ha scelto di scriverlo l’autrice.

In passato, sin dall’inizio del libro, i protagonisti, che sono dei licantropi, s’incontravano scoprendo di essere compagni predestinati, con ostacoli più o meno complessi da affrontare sul loro cammino di coppia. In questo romanzo invece è stato dato molto più spazio alla storia di Zachary prima di incontrare Simon, e allo splendido rapporto che lo legava a Sarah, la sua migliore amica, e madre di sua figlia Hailey.

Questa prima parte del racconto è molto dolce, commovente: Zachary è semplicemente meraviglioso, per la sua forza d’animo, per la sua capacità di amare con tutto il cuore e di voler affrontare caparbiamente tutte le difficoltà che lo aspettano per tenere con sé la figlia e farla crescere nel miglior modo possibile, pur pensando di essere destinato a fare tutto da solo.
Simon, che non ha ancora incontrato Zachary, desidera ardentemente di poter trovare il suo compagno, com’è successo ai suoi fratelli in precedenza, e di costruire con lui una famiglia. Certo non è aiutato dal fatto di coabitare con i fratelli, che sono molto “calorosi” nelle dimostrazioni d’affetto con i rispettivi compagni. Quello che mi ha sorpreso e mi è piaciuto in questo momento è che Simon sembra già essere in grado di percepire la presenta di Zachary in qualche luogo sconosciuto, e riesce anche a sentire la sua sofferenza. Una cosa insolita ma che mi è sembrata molto romantica.
Finalmente avviene in fatidico incontro tra i due, Zachary per varie vicissitudini legate ai nonni materni di Hailey – due persone orribili e grette – si vede costretto a fare un cambiamento radicale nella sua vita e a trasferirsi in città, e per fortuna sceglie quella giusta: Leyburn, dove vive la famiglia Holland.
A Simon sembra come se di colpo si stiano realizzando tutti i suoi desideri: un compagno, una figlia e la sua nuova famiglia. Desidera conquistare Zachary, reclamarlo come suo, ma per farlo sa che deve dargli tempo e guadagnare la sua fiducia, dimostrando di amare anche Hailey. Per fare tutto questo deve obbligarsi a tenere sotto controllo il suo istinto e l’attrazione che prova per lui.
Piccola parentesi: Hailey è deliziosa, una piccola perla e sarebbe impossibile non amarla!

Come sempre tutta la famiglia Holland è ben presente all’interno della storia, sono molto uniti fra loro, pronti a stuzzicarsi e prendersi in giro, ma anche sempre pronti ad accogliere con calore i nuovi compagni dei rispettivi fratelli e/o figli e fare fronte unico nell’affrontare le minacce e problemi che si presentano sulla loro strada.
Ben presto Zachary imparerà a conoscere e apprezzare cosa voglia dire essere il compagno di Simon: trovare un uomo che lo mette al centro della sua esistenza, disposto a proteggerlo a ogni costo e a dimostrargli in ogni momento la passione che prova per lui.
Come ho già accennato, grazie al fatto che Simon vive a stretto contatto con i suoi fratelli, è possibile vedere come stanno andando le cose tra le altre coppie già conosciute in precedenza e, soprattutto in questo caso, per Marcus e Brian le cose prendono una piega del tutto inaspettata e solo nei prossimi libri potremo saperne di più.

Voglio aggiungere solo un’ultima cosa: in una storia che contiene momenti così delicati e commoventi, credo che la traduzione possa far fare un salto di qualità al libro. Le parole si possono tradurre in tanti modi, con diversi significati, sta alla cura e all’amore per questo genere di libri saper fare la differenza e scegliere la strada giusta per far conoscere le storie di un autore a chi lo legge in un’altra lingua. Può sembrare una cosa scontata, ma non lo è.

E il mio punto di svolta com’è andato a finire? Nel voler continuare a leggere la serie di sicuro. Forse questo libro mi ha colpito più degli altri perché è andato a toccare alcuni ricordi che mi rendono piuttosto emotiva, ma a parte questo, adoro gli Holland e spero di poter leggere presto la prossima storia su di loro.

Fiamme-Sensualità-Medio NUOVA

Recensito da Ayliss72

 

Editing a cura di: Gioggi

StaffRFS

StaffRFS

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “Forza e Coraggio – Serie: Armi e Bagagli #2” di Abigail Roux e Madeleine Urban

Titolo: Forza e Coraggio Serie: Armi e Bagagli ...