Home / Contemporary Romance / Recensione: “Un amore inaspettato” di Morgan Matson

Recensione: “Un amore inaspettato” di Morgan Matson

Andie ha pianificato con cura il proprio futuro. Ha deciso che frequenterà un corso di specializzazione in Medicina e, per quanto riguarda suo padre, il piano è quello di evitarlo il più possibile (il che non è poi tanto difficile, considerando che è un membro del Congresso e non è mai a casa). In tema di amicizie, poi, si sente a cavallo: Palmer, Bri, e Toby sono le persone più straordinarie del pianeta, e squadra che vince non si cambia. Nessuna indecisione neppure a proposito dell’amore: il suo motto è mai più di tre settimane con qualcuno. In fondo non ci sono ragazzi per cui valga la pena di investire più tempo. L’estate è in arrivo e tutto le sembra perfettamente sotto controllo. Come piace a lei. Fino a quando uno scandalo politico non scombussola tutti i suoi piani. Improvvisamente Andie si ritrova a fare cose che non avrebbe mai potuto prevedere: racimolare qualche soldo lavorando come dog-sitter, vivere sotto lo stesso tetto con suo padre (un evento che non si verificava da anni) e forse, ma magari è solo un’impressione, permettere a Clark di avvicinarsi oltre il livello di sicurezza. Palmer, Bri e Toby le consigliano di godersi questo nuovo imprevedibile caos, ma Andie odia dover improvvisare…

Alexandra, Andie, è una ragazza di 17 anni come tante altre; dopo la prematura scomparsa della madre 5 anni prima, lei e il padre sono gli unici membri rimasti della loro famiglia.

Il padre di Andie è Alexander Walker, famoso deputato. Per tutti, loro sono la squadra perfetta: il padre impegnato ma che segue amorevole la figlia, mentre quest’ultima lo sostiene e lo accompagna in tutti gli innumerevoli impegni politici.

La verità è che entrambi sono dei perfetti estranei l’uno per l’altra, tutto quello che appare esternamente è pianificato a tavolino da Peter, solerte assistente del padre, perché nella vita del deputato Walker l’apparenza è tutto.

Anche la vita quotidiana di Andie si svolge seguendo delle regole: sin da bambina ha imparato le risposte più adatte, i comportamenti più consoni e l’arte del passare inosservata, in modo tale da non influenzare negativamente l’immagine pubblica del padre. Lei stessa crede fermamente nella pianificazione, tutto nella sua vita ha un piano, gli studi per diventare medico, gli stage estivi per arricchire il suo curriculum e i rapporti con i ragazzi: niente di impegnativo, rapporti brevi e superficiali dove l’importante non è conoscersi e parlare di sé, ma avere un divertimento momentaneo (incredibile a dirsi, anche qui c’è una regola, ovvero, niente oltre ai baci ). Le uniche persone con le quali Andie può finalmente essere sé stessa e abbassare le sue difese sono le sue amiche del cuore, coloro che la conoscono meglio di chiunque altro.

Ma in un attimo tutto cambia… a causa di un’inchiesta, il deputato Walker si ritrova sospeso dal lavoro e lo stage di Andie presso una facoltosa università viene improvvisamente rifiutato, così i due si ritroveranno a vivere per tutta l’estate insieme sotto lo stesso tetto dopo cinque anni e, per la prima volta, entrambi senza un piano per il futuro… come potrebbe andare peggio?

Andie si ritroverà a vivere alla giornata, trovando un nuovo lavoro, nuove abitudini, un nuovo rapporto con suo padre e forse anche un nuovo amore… ma quando i vecchi schemi minacciano di rientrare nelle loro vite, riusciranno Andie e suo padre a trovare il coraggio di andare avanti?

Il libro mi è piaciuto, la scrittura è lineare e scorrevole. I personaggi, il loro carattere e le loro personalità sono ben delineati e non si fatica a farsi coinvolgere nella storia.

Tutti subiscono una evoluzione: nel corso della storia maturano, modificano i loro pensieri e con essi si evolvono anche i rapporti che intercorrono fra i vari personaggi, di amicizia, famigliari e d’amore.

Ma… c’è un MA o forse anche due. Il primo appunto è di carattere tecnico: nel libro sono presenti diversi errori di battitura che disturbano la lettura.

Il secondo riguarda la storia nel suo complesso, potrei definirla un po’ piatta. Non ci sono colpi di scena: mentre si procede con la lettura si riesce benissimo a intuire quello che succederà dopo (e stai tranquilla che non sbaglierai!!), questo non riesce a tenere incollati al libro morendo dalla voglia di sapere cosa succederà dopo, cosa che invece, personalmente, apprezzo in un libro.

Il titolo, a mio parere, è fuorviante in quanto la storia d’amore non è il centro del romanzo, che è più incentrato sulla storia e crescita personale della protagonista.

Consiglio questo libro a chi ha voglia di una storia leggera e di facile lettura.

Recensione a cura di:

Editing a cura di:

Recensione: “Un amore inaspettato” di Morgan Matson
5 su 1 voti

Andie ha pianificato con cura il proprio futuro. Ha deciso che frequenterà un corso di specializzazione in Medicina e, per quanto riguarda suo padre, il piano è quello di evitarlo il più possibile (il che non è poi tanto difficile, considerando che è un membro del Congresso e non è mai a casa). In tema di amicizie, poi, si sente a cavallo: Palmer, Bri, e Toby sono le persone più straordinarie del pianeta, e squadra che vince non si cambia. Nessuna indecisione neppure a proposito dell’amore: il suo motto è mai più di tre settimane con qualcuno. In fondo non…

Score

Voto Pinolina 3

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Lady Arya

Lady Arya
Blogger presso RFS
x

Check Also

Recensione: “Fire” di Mary Lin ( Rebels Serie #2 )

  È questo ciò che siamo, io ed Eileen. Io, un fuoco ...

error: Contenuti di proprietà di RFS