Home / Recensione libri / Recensione: “Tempesta d’argento” di Cynthia Wright (serie Ribelli e Libertini #1)

Recensione: “Tempesta d’argento” di Cynthia Wright (serie Ribelli e Libertini #1)

 

Trama rosa

 

Il fascinoso e inquietante André Raveneau è il più spericolato tra i corsari statunitensi durante la Guerra d’Indipendenza Americana. Un giorno, Devon Lindsay sale clandestinamente a bordo della sua nave dopo che la città nel Connecticut dove abitava è rasa al suolo dagli inglesi. Raveneau, cinicamente, acconsente a portarla dal suo amore di gioventù in Virginia, ma non ha messo in conto l’intensa attrazione che sviluppa per l’affascinante e coraggiosa Devon. Riuscirà Raveneau a farsi da parte e lasciare che Devon sposi un altro uomo? Quali incredibili strategie metterà in atto per impedirglielo?
Tra grandi avventure, spettacolari battaglie navali e la variopinta storia della Rivoluzione Americana, la coppia affronta la passione ardente che condividono.

Recensione rosa

Devon era dispiaciuta per aver dimostrato così poca pazienza. Non doveva fare pressione su Morgan perché facesse quello che voleva lei, pensò. Morgan era Morgan e lei, tra tutti, avrebbe dovuto essere in grado di accettare che il ragazzo non aveva un cuore impavido. Tuttavia… All’improvviso, l’immagine oscura di André Raveneau riempì la sua mente, e un brivido le corse lungo la schiena. Non riusciva a capire quella strana follia che la pervadeva al solo pensare a quell’uomo! Ancora dolorosamente innocente, Devon era incuriosita e al tempo stesso intimorita dai propri sentimenti. “

Le colonie americane intendono conseguire l’indipendenza, sono stanche delle tasse che l’Inghilterra impone loro, e facendosi aiutare da corsari provenienti da tutto il mondo e da un esercito di volontari, stanno entrando in guerra contro la flotta e le legioni inglesi.

È proprio agli albori delle prime battaglie che facciamo la conoscenza con lo spirito avventuroso della nostra protagonista Devon, figlia di un Capitano di vascello deceduto durante una traversata in cui è morto anche il suo unico fratello. Da sempre è dispiaciuta di essere nata donna: il suo desiderio più grande, infatti, sarebbe stato di viaggiare per mare e conoscere il mondo, mentre è invece costretta a vivere con la madre, una donna amareggiata, che gestisce un negozio; la donna ha amato molto il marito, ha abbandonato tutto per lui, ma poi, col tempo, si è accorta di essere sempre al secondo posto, dopo il mare e il suo vascello. Questo, e la morte del figlio, di cui incolpa il marito, la rendono ostile verso tutti gli uomini di mare.

Devon fin dall’infanzia ha sempre avuto vicino Morgan, il figlio del farmacista locale, che lei ha sempre creduto, un giorno, sarebbe diventato suo marito. Ma l’inizio del conflitto con gli inglesi le ha permesso di vedere nel giovane una mancanza di coraggio che non le piace; quasi tutti i giovani si sono offerti volontari, ma Morgan trova sempre scuse per non farlo, e in più, i primi goffi tentativi di seduzione del giovane la lasciano fredda e le provocano repulsione. Tuttavia è convinta che con il passare del tempo le cose fra loro andranno meglio, e che la colpa sia solamente propria, ma l’incontro con il Capitano dell’Aquila Nera, André Raveneau, impavido e audace corsaro, che le ruba un bacio, le fanno per la prima volta dubitare dei suoi sentimenti, e di ciò che davvero desidera dalla sua vita. Nel frattempo la guerra si fa sempre più aspra e non accenna a finire, Morgan dopo la morte del fratello decide di arruolarsi, mentre Devon si ritroverà in una città presa d’assalto e incendiata, solo grazie alla sua caparbietà e a molta fortuna riuscirà a scappare alla violenza da parte dei soldati inglesi. “Salvata” da un ufficiale dell’Aquila Nera si ritroverà clandestina sul vascello del Capitano Raveneau, e fra loro si accenderà una violenta passione, ma anche una guerra tra le loro due forti personalità, e dovranno penare moltissimo per trovare un lieto fine.

Da qualche tempo a questa parte, grazie ad autrici molto brave che si pubblicano e traducono in e-book, è possibile anche per noi accedere a storici molto ben fatti. Tempesta d’argento è uno di questi: ben tradotto, pochi e scarsi refusi (che in ogni caso non precludono una lettura scorrevole e senza intoppi), ci regala un bel romanzo, con una trama molto corposa piena di avventura, amore, vecchie amanti che tornano per minare un già fragile rapporto, e tradimenti, in compagnia di due personaggi molto ben caratterizzati. Devon, è un’impavida creatura, con un forte carattere e un’ingenuità che non le permette di capire, alle volte, il pericolo. Finisce così per fidarsi di persone che non lo meritano, mentre André è un uomo che non si fida di nessuno tantomeno delle donne, per questo più volte rischia di perdere la donna della sua vita, e l’unica che può capire il suo amore per il mare.

Pur se la storia d’amore rimane sempre in primo piano, l’autrice riesce a narrare anche le storie di altri personaggi e raccontarci fatti e battaglie storiche realmente combattute, e ancora più gradito da parte mia, il loro non è un subitaneo innamoramento, tutt’altro; per gran parte del libro, fra loro c’è si attrazione fisica, ma anche incomprensione e liti furenti, per loro sembra sempre non essere mai il momento giusto, solo dopo molte vicissitudini riusciranno infine a dirsi la verità. Un bel romance che piacerà a tutte le amanti delle storie di pirati e corsari, e a chi ama gli amori passionali e burrascosi.

Fiamme-Sensualità-Medio NUOVA

 

Recensione a cura di:

Lucia63

Editing a cura di:

Gioggi

 

lascia-un-commento-rfs

Clicca G+ - aiuta a far crescere il sito

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Recensione: Angel di Giovanna Mazzilli Serie Angel #1

Titolo: “Angel” & “Angel – Il richiamo dell’amore” ...