Da non perdere
Home / Made in Italy autori italiani famosi ed emergenti / Recensione: “Te lo dico sottovoce” Lucrezia Scali

Recensione: “Te lo dico sottovoce” Lucrezia Scali

Trama

Mia ha trent’anni, un pessimo trascorso con gli uomini e una madre che le organizza appuntamenti al buio. Ogni notte sogna il suo principe azzurro, ma al mattino si sveglia accanto a un meticcio con le orecchie cadenti e il pelo ispido. Durante il giorno, invece, gestisce una delle cliniche veterinarie più conosciute di Torino e coordina l’attività di pet-therapy presso l’ospedale locale. Tuttavia, nella vita di Mia sembra non esserci più spazio per l’amore. O, almeno, così pensava prima di conoscere Alberto, un affascinante medico, e Diego, un poliziotto che si è appena trasferito dalla Puglia. La freccia di Cupido riuscirà a colpire la persona giusta per guarire il cuore di Mia?

Recensione

Mia è una giovane veterinaria, una donna in carriera, con tanti progetti nella testa e tante emozioni nel cuore, troppo spesso soffocate dalle sue grandi paure.
Un passato burrascoso, doloroso e una lunga serie di delusioni, l’hanno resa la donna coraggiosa e chiusa che è ora, quello che però non sa, è che il tempo della sofferenza è finito.
Lungo lo scorrere delle pagine, impariamo ad apprezzare tanti piccoli aspetti di lei, che la rendono non solo speciale, ma anche molto vicina a quello che sono le donne nella realtà, forti e coraggiose nonostante tutto.
Il carattere di Mia, le sue emozioni e le sue speranze la rendono simile a noi, come se fosse l’amica di sempre a raccontarci la sua storia.
Un suo grande punto di forza è l’amore per gli animali, la sua passione e dedizione è ammirevole e ci lascia senza parole in più di una situazione. Tra grandi progetti lavorativi e salvataggi di animali in pericolo, la nostra protagonista si trova ad affrontare una grande sfida, l’amore per un uomo forte e affascinante.
Sarà proprio lui la cura per la sua anima ferita? Riuscirà a fare a pezzi lo scudo che Mia usa per proteggersi dai sentimenti più profondi e condurla per mano verso un futuro sereno?
L’autrice ha avuto la delicatezza di introdurci nel mondo di Mia un po’ per volta, ci presenta una ragazza forte e disillusa e ci permette di entrare nel suo mondo fatto d’amore infinito per gli animali e grandi progetti lavorativi, ma solo in seguito e molto lentamente ci fa scoprire i suoi punti deboli, i lati oscuri che non le consentono di essere pienamente felice.
Le zone d’ombra dei protagonisti sono sempre quelle più affascinanti, sono quelle che il lettore vuole davvero scoprire. Ed è stata un’ottima scelta, per me, quella di farci aspettare, di lasciarci ragionare e capire poco per volta cosa si nasconde nel passato della ragazza.
Non sempre gli autori scelgono questa strada, spesso troviamo il protagonista tormentato e in breve tempo scopriamo tutto di lui e poi, non ci resta che capire come andrà a finire.
Qui però, siamo l’ombra di Mia, la seguiamo nelle sue giornate difficili, fatte di scelte, di paure e di soddisfazioni e anche quando la vediamo gioire dei suoi successi riusciamo a percepire quel sentimento nascosto, quello che le impedisce di lasciarsi andare.
Quando ha paura o quando vorrebbe essere felice, viene spontaneo parlare col libro e dire “Avanti su, non puoi fare di nuovo un passo indietro. Qualcosa deve esserci che ti fa sbloccare!”
Viene voglia di afferrarla per mano e dirle che non è sola, che qualsiasi cosa sia successa, è ora di andare avanti. Fortuna che c’è chi nel corso del libro sente le nostre richieste e s’introduce nella sua vita sgomitando, senza lasciarle troppe opportunità per dire no. Ed è proprio quando sente il desiderio di lasciarlo entrare nella sua vita, che capiamo cos’è davvero importante per lei.
Mia non ha bisogno di dimenticare il passato, ha bisogno di un nuovo inizio.
Te lo dico sottovoce” è stata una bellissima scoperta e spero di leggere presto il seguito.
Se dovessi descriverlo in due parole sarebbero: delicato e fresco; la scelta dei personaggi è ottima per far arrivare al lettore il vero messaggio del libro: non esiste passato così buio da non permetterci di sperare in un nuovo bellissimo inizio.
Una nota di merito per Bubu, fantastico in ogni situazione.

Fiamme-Sensualità-hot NUOVE

Recensione a cura di:

DarkBride

Editing a cura di:

Maria

Clicca G+ - aiuta a far crescere il sito

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

x

Check Also

Recensione: “Sly Bullhorn Brodsky, Offensive Line” di Jean Joachim (serie First & Ten #5)

Care Fenici, preparatevi a uno sport romance, oggi Lucia ci parla di “Sly ...

error: Contenuti di proprietà di RFS