Da non perdere
Home / Recensioni libri cult / Recensione: “Sogni sull’acqua” di Lisa Kleypas (serie Friday Harbour #3)

Recensione: “Sogni sull’acqua” di Lisa Kleypas (serie Friday Harbour #3)

 Oggi Danny vi fa leggere la recensione per un bellissimo libro CULT, “Sogni sull’acqua” di Lisa Kleypas (serie Friday Harbour #3)

Alex, disincantato, non crede più a nulla. Zoë, sognatrice e forse ingenua. Non potrebbero essere più diversi. Ma gli opposti, si sa, si attraggono…

Alex Nolan vive a Friday Harbor. Cinico e disilluso, combatte i demoni che affollano la sua mente grazie all’aiuto di una bottiglia di whisky. Vive in un inferno privato che ogni giorno rende più arido e solitario attorno a sé. Fino al giorno in cui una creatura vi accede, ma dev’essere un fantasma perché solo Alex riesce a vederla. Forse ha davvero attraversato in maniera definitiva la sottile linea che separa la sanità dalla follia.e

Zoë Hoffman è un’inguaribile romantica e quando incontra Alex, che le mostra il proprio lato più intrigante, il suo istinto le urla: scappa! Persino Alex la invita a fuggire da lui. Ma nella mente di Zoë si fa strada un’idea, bizzarra e sempre più insistente: che forse un antico fantasma possa ridare nuova speranza a un cuore spezzato. E che l’amore possa superare ogni barriera di tempo, spazio, e perfino buon senso…

Ci siamo lasciati alle spalle gli splendidi lieti fini di Mark e Sam Nolan e ora dobbiamo affrontare la vita di Alex, il più cinico e disilluso dei fratelli. Non è facile per me cercare di darvi una visione imparziale di questo libro pertanto non ci provo neanche, dovete sapere che è il libro che ho preferito in questa serie. Ho amato Alex e Zoe, molto più degli altri, perché la loro storia è potente e dolcissima malgrado Alex faccia di tutto per non renderla tale.

Ma veniamo ai personaggi.

Partiamo da Alex Nolan, così vi fate un’idea del soggetto. Alex è l’ultimo dei fratelli Nolan, e anche quello che si è sorbito l’infanzia peggiore, assistendo alla veloce rovina dei genitori a causa dell’alcool e delle droghe. Ciò lo ha messo nella situazione di avere una maledetta paura di amare e di essere amato, ragione per cui sposa Darcy, una donna bellissima esteriormente ma arida dentro che durante il matrimonio lo definisce “il suo primo marito”. Ovviamente la relazione ha vita breve. Alex è un carpentiere molto bravo e onesto, ragione per cui viene reclutato da Justine per sistemare e rendere abitabile un piccolo cottage destinato alla degenza della nonna di Zoe. Come il fratello Sam anche Alex ha un dono, o meglio una maledizione, sia per me che per lui, cioè quello di vedere i fantasmi. Non vi dirò altro al riguardo, vi lascio la totale sorpresa in merito a questo aspetto ma fidatevi, non ha nulla di spaventoso.

Zoe è una ragazza che esteriormente può essere definita solo una bomba, con un fisico perfetto e le curve tutte nei punti giusti, ma dentro batte un cuore fragile, scottato dai due uomini che avrebbero dovuto amarla di più e che invece si sono rivelati due fonti di delusione: suo padre e l’ex marito. La ragazza gestisce un bed and breakfast con la cugina e migliore amica Justine, in questo caso il suo dono è la cucina, difatti Zoe è una maga dei fornelli, ogni cosa che prepara racchiude in sé una dose di linfa vitale. Purtroppo la nonna, l’unica che si sia mai presa cura di lei, sta molto male e ha bisogno della presenza costante di sua nipote motivo per cui diventa imperativo trasferirsi nel cottage.

Fin dal principio Alex e Zoe sono la coppia meno armonica di tutta la storia, lui cinico e a tratti spietato e lei dolce e gentile. Sono talmente agli antipodi che tutti mettono in guardia la giovane donna, Alex in primis. Ma le frecce di Cupido non sbagliano, tra loro c’è attrazione e chissà che un piccolo intervento soprannaturale, coronato da una cena superlativa, non si riveli essere il mix perfetto per questa coppia particolarmente mal assortita.

Ve lo ripeto, ho adorato questo libro, Alex mi è piaciuto più degli altri fratelli e Zoe è semplicemente deliziosa, per non parlare del fantasma! In questa storia ci sono alcuni segreti che hanno aspettato anni per essere svelati, anime che aspettano da troppo tempo di essere felici. Meritatissimo, decisamente il più bello della serie. Più dolce del primo e più magico del secondo, e decisamente più avvincente del quarto. Spero di avervi convinte!!!

Buona lettura.

 

 

Kiki

x

Check Also

Recensione: “Caccia all’alba” di Colleen Gleason ( serie Macey Gardella #3)

Care Fenici, oggi recensione di Maljka  “Caccia all’alba” di Colleen Gleason (Serie ...

error: Contenuti di proprietà di RFS