Home / Recensione libri / Recensione: “Sly Bullhorn Brodsky, Offensive Line” di Jean Joachim (serie First & Ten #5)

Recensione: “Sly Bullhorn Brodsky, Offensive Line” di Jean Joachim (serie First & Ten #5)

Care Fenici, preparatevi a uno sport romance, oggi Lucia ci parla di “Sly Bullhorn Brodsky, Offensive Line” di Jean Joachim

Sly Bullhorn Brodsky vorrebbe che conquistare il cuore di Samantha Drake fosse facile quanto proteggere il suo quarterback.

Uno dei migliori lineman in posizione d’attacco della NFL, Bull ha provato a liberarsi della sua reputazione di Casanova, ma le chiacchiere da spogliatoio lo hanno elevato al livello di “conquistatore” in altri ambiti, oltre che al football e Samantha Drake, la splendida donna dai capelli scuri, sorella di un suo compagno di squadra, non vuole avere nulla a che fare con lui.

O forse no?

Deciso a comportarsi bene, Bull utilizza tutte le sue risorse per corteggiare quella bellezza indomita. Stava facendo progressi, riuscendo nel suo intento, quando all’improvviso riappare Tiffany, una donna che appartiene al suo passato e che gli ha spezzato il cuore. E che ora è nei guai.

Davvero Bull è l’unico uomo che può aiutarla?

Samantha stava per superare i suoi dubbi su Bull, quando compare Tiffany. La bionda si trova veramente in difficoltà, o vuole solo un’altra possibilità con l’uomo che ha abbandonato?

Godetevi il ritorno dei vostri personaggi preferiti della serie First & Ten anche in questo libro. Sorprese, imprevisti e scene d’azione ambientate sul campo da football vi faranno girare una pagina dopo l’altra.

Sly si accomodò sul sedile del jet privato noleggiato da Lyle Barker, il proprietario della squadra. Trunk Mahoney, il suo migliore amico, si sedette accanto a lui. La stagione sportiva era partita in quarta e i Kings avevano sconfitto i St. Louis Sidewinders, la squadra contro la quale avevano perso il Super Bowl a febbraio. Presto, si sarebbero scontrati con le loro vecchie nemesi, i Columbus Bobcats. Sia Bull che Trunk non vedevano l’ora di vendicarsi per gli infortuni inferti ai loro compagni di squadra da Horse Jackson, il famigerato lineman della difesa dei Bobcats. Jackson era un mostro. Enorme e cattivo, faceva intenzionalmente del male a qualsiasi giocatore si trovasse sulla sua strada, ma i suoi preferiti erano i quarterback… o, almeno, così sembrava ai Kings. Eliminare un quarterback dalla partita era la sua mossa caratteristica. Non gli riusciva spesso, ma quando lo faceva, poi se ne vantava davanti agli altri giocatori. L’intera squadra dei Kings lo odiava.

Dopo esserci concessi avvincenti partite di Baseball torniamo al Football e precisamente ci ritroviamo a Monroe insieme ai Connecticut Kings.

Devon e Stormy, protagonisti del libro precedente, sono felici, e Samantha ha deciso di andare a vivere da sola in un nuovo appartamento facendosi aiutare nel trasloco da Bull Brodsky, compagno di squadra del fratello Devon, con cui sta uscendo da qualche tempo. La loro amicizia sta diventando sempre più importante, ma i due tentano di tenere un profilo basso perché Devon non è molto felice del loro rapporto, convinto che Bull sia un incallito sciupafemmine e che non appena avrà ottenuto ciò che vuole la farà soffrire. La sua convinzione è dovuta alle vanterie che lo stesso Bull ha raccontato nello spogliatoio, quando dopo essere stato abbandonato sull’altare, ha avuto un periodo di nottate folli tentando di dimenticare la sua umiliazione. La sposa infatti è fuggita con un altro, sposandosi lo stesso giorno con ancora addosso il vestito scelto per sposare lui. Il dolore è stato talmente cocente che Bull ha deciso che nel suo futuro non ci sarebbe mai più stata una cerimonia in grande stile. Anche Samantha è stata ferita dal precedente fidanzato, e questo la rende cauta, spinta anche dagli avvertimenti del fratello, che non riesce a ignorare. Il comportamento rispettoso di Bull, però, e il suo non farle mai pressioni, la convincono delle sue serie intenzioni, ma non appena le cose sembrano andare finalmente per il verso giusto e loro sono felici, Tiffany, la ex fidanzata, si ripresenta nella vita di Bull. Ha bisogno di aiuto e forse desidera anche riprendersi quello che ha sconsideratamente buttato via.

Ancora una volta Jean Joachim ci regala il ritratto di un bravo ragazzo, non corrotto dal denaro e dalla celebrità. Bull Brodsky è un lineman, ossia quel giocatore che in attacco sacrifica il suo corpo per proteggere il Quarterback, sono i giocatori più imponenti, alti quasi sempre sul metro e 90 o più e dal peso che può raggiungere anche i centotrenta chili. Il cuore di ogni attacco e difesa, e anche tra i giocatori più pagati. Nonostante guadagni milioni Bull è sempre molto oculato con il suo denaro, ha conosciuto la povertà ed è ben cosciente che un infortunio può mettere fine alla sua carriera. Ammira molto la parsimonia di Samantha che non accetta il suo aiuto come quello del fratello, se ne può fare a meno, vivendo del suo stipendio. Troppo spesso le donne che ha conosciuto erano più interessate al suo denaro e alla fama che a lui, e ora crede fermamente che Samantha sia la donna giusta ed è disposto a fare qualunque cosa perché lei accetti di diventare la sua ragazza. Nonostante il dolore e l’umiliazione che Tiffany gli ha causato, quando la giovane si trova in difficoltà non esita ad andare in suo aiuto, anche se questo provocherà più di un problema fra di loro. Il ritorno di Tiffany, infatti, rende Samantha molto incerta sul suo rapporto con Bull, è fin troppo convinta, purtroppo a ragione, che la donna intenda fare di tutto per tornare con l’uomo che ha abbandonato all’altare.

La loro è una storia sofferta, che sembra sempre sul punto di finire per l’incapacità di comprendersi e dovranno imparare a fidarsi dei loro sentimenti per raggiungere la felicità, così come trovare dei compromessi per i loro diversi desideri. Come sempre mentre assistiamo all’evolversi del loro amore, l’autrice ci porta nelle case degli altri giocatori, permettendoci di seguire gravidanze che stanno per giungere al termine e altre che sono appena state scoperte. Ci sono fidanzamenti, futuri matrimoni in vista, Buddy è ancora assolutamente contrario al legame che unisce sua madre al padre di Griff, ma questo non ferma i due maturi innamorati, desiderosi di vivere intensamente quest’amore inaspettato. Ma se i protagonisti dei libri precedenti sembrano felici, non per tutti le cose stanno andando bene e se Bull sembra finalmente aver trovato la donna giusta, il matrimonio del suo amico Trunk ha invece grossi problemi. I compagni di squadra sono preoccupati per lui, e nel prossimo libro scopriremo se il rapporto con la moglie potrà essere salvato.

In ogni nuovo capitolo ci sono partite minuziosamente raccontate a cui assistere, partecipiamo agli scherzi che questi ragazzoni si fanno in continuazione, ascoltiamo i loro discorsi nello spogliatoio mentre si prendono bonariamente in giro, o mentre si preparano per una partita importante e ogni volta i personaggi prendono più consistenza diventando sempre più familiari. Amici che si spalleggiano, che si proteggono in campo e fuori, curiosi e chiacchieroni come liceali e che è impossibile non amare. Un piccolo mondo in cui è sempre bello tornare, per godersi una serata rilassante scoprendo ciò che sta succedendo nelle loro vite, e gustarsi scene di sesso ben scritte bollenti e appassionate.

 

Romanticamente Fantasy

Avatar
x

Check Also

Review Party: “Pazzo d’amore – Serie Gansett Island #1” di Marie Force

Buongiorno Fenici, oggi con la recensione di Lucia partecipiamo al Review Party ...