Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione serie Tv: World on Fire “1×01”

Recensione serie Tv: World on Fire “1×01”

world on fireWorld on Fire è una serie televisiva in sette episodi prodotta dalla BBC. Il contesto storico è quello delle fasi di inizio della 2a Guerra Mondiale. La serie inizia a raccontare dall’estate del 1939 i tragici eventi che portarono alla guerra, a partire dall’invasione della Polonia da parte delle truppe tedesche. Il racconto si sviluppa dal punto di vista della vita della gente comune, di diverse provenienza ed estrazione sociale, raccontando i sentimenti, i cambiamenti, le scelte difficili e coraggiose che gli avvenimenti storici imporranno alle vite dei protagonisti, in tre diverse città: Varsavia, Manchester e Parigi.

Harry Chase, giovane inglese di belle speranze, entrato nel corpo diplomatico, si trova all’Ambasciata Inglese di Varsavia quando le truppe tedesche invadono, senza colpo ferire, la Polonia. Sempre a Varsavia Nancy Campbell, talentuosa giornalista americana, cerca di raccontare all’opinione pubblica americana, con i suoi servizi giornalistici radiofonici, gli eventi in corso. Nancy, pur non essendo a conoscenza del Patto Molotov-Ribbentrop, con cui Germania e Russia si erano appena spartite i territori polacchi, comprende la situazione geopolitica e le reali intenzioni di Hitler e, come un inascoltato oracolo, prova e mettere in guardia i suoi ascoltatori.
A Varsavia vive anche la famiglia Tomaszeski: Grzegorz che con il padre Stefan affronterà per primo gli orrori della guerra nella Battaglia di Danzica e sua sorella Kasia, fidanzata con Harry Chase.
In Inghilterra troviamo Lois Bennet, attivista antinazista e virtuosa cantante, che vive a Manchester con il padre, Douglas Bennett, reduce traumatizzato della Prima Guerra Mondiale e pacifista incompreso, e il fratello, Tom Bennett, giovane problematico, ricercato dalla polizia inglese.

A Parigi, Webster O’Connor, nipote di Nancy Campbell, svolge il suo lavoro di medico presso l’Ospedale Americano. La sua è un’anima tormentata, ancora incerta sull’esatta comprensione di sé stesso.
Il primo episodio scorre rapido e racconta le vicende iniziali dei protagonisti, spostandosi repentinamente da una città all’altra; quasi un preludio collettivo ai tragici eventi che sconvolgeranno le vite di tutti personaggi.
Come tutte le produzioni targate BBC è di alta qualità: gli attori, anche quelli meno famosi, sono molto bravi e riescono a portare lo spettatore nel centro della narrazione.
Lo sviluppo della storia, considerata dal punto di vista dei protagonisti, pone l’accento sulle loro vite personali, lasciando ai margini la cosiddetta grande storia: eventi e fatti che non vengono esplicitamente descritti, ma che secondo me bisognerebbe comunque conoscere per comprendere meglio il contesto.
Una serie televisiva prodotta molto bene che mi sento vivamente di consigliare fin dal primo episodio: non mi aspettavo certo di meno dalla BBC!

 

 

Fulvia Elia

Avatar
x

Check Also

Recensione Serie Tv: Elementary 7×01 – 7×02 – 7×03

    Londra. Le luci della sera si ...