Recensione Serie Tv: Trollhunters – Episodio 1×01 “Divenire: Parte 1”

 

Possibili spoiler

 

Chi non ricorda Guillermo del Toro, produttivo regista americano di pellicole come Blade, Hellboy, il Labirinto del fauno (giusto per citarne qualcuno) e sceneggiatore di successi come Lo Hobbit?

Nel 2016, tratto dal libro omonimo uscito nel 2015 (Editore De Agostini, 349 pagine e prezzo € 14.90) scritto in collaborazione con l’amico Daniel Krauss, parte il suo ambizioso progetto con la DreamWorks Animation, per dar vita alla serie animata americana trasmessa su Netflix col nome di Trollhunters.

Il primo episodio è stato presentato in anteprima l’8 ottobre 2016 al New York ComicCon e successivamente distribuita su Netflix dal 23 Dicembre 2016.

È una favola in stile urban che narra di un mondo nascosto sotto la cittadina di Arcadia, dove possenti creature fantastiche, i Troll, entrano in contatto con il mondo degli umani. Personaggi curiosi, magia, fantasia e molta avventura portano questa serie ad essere un nuovo esperimento riuscito della Netflix.  

Come al solito, la trasposizione in pellicola cambia notevolmente storia e protagonisti, ma lascia fortunatamente tutti gli elementi e il percorso che hanno reso bello questo mondo fantastico. Un dettaglio classico è racchiuso nel tipico impianto narrativo ‘dell’eroe per caso’, dove il ragazzino dalla vita complicata o appiattita dalla quotidianità, trova il modo per esprimere il suo valore e il suo potenziale, incappando nell’elemento scatenante o magico, in questo caso l’amuleto, che lo porterà in mondi lontani e grandi avventure, senza tralasciare la sua quotidianità. trollhunters1Quello che rende piacevole Jim è il rapporto tenero nei confronti della mamma e dell’amico, la sua battaglia quotidiana contro il bullo e atletico della scuola che minaccia il suo amico nerd e maltrattato, fino alla ragazza bella e coraggiosa con cui deve affrontare la recita di “Giulietta e Romeo” e i suoi primi sentimenti verso di lei. trollhunters2La routine umana della scuola, delle lezioni di ginnastica, le prove del teatro e i genitori si dovranno incastrare tra le battaglie fantastiche che dovrà celare al mondo perché quella è la vera missione dell’eroe. Pur essendo una storia ricca di personaggi, la grafica colorata, la semplicità dello svolgimento delle azioni, la dolcezza dei due amici Troll dall’aspetto gigantesco ma mansueto, creano il mix adatto a sottoporre questa serie anche ai più piccoli, perché il mondo incantato sotto Arcadia stimolerà la loro fantasia e la voglia di avventura, colorando il loro mondo di personaggi che incitano a perseguire il bene e le buone azioni.

Recensione a cura di: Tracy

Editing a cura di: Wellina

Vota qui L\'articolo.

Pubblicato Da:

bettybuchet
BLOGGER RFS RESPONSABILE DEL REPARTO KIDS