Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie TV: This is us – 4×11 – “A Hell Of A Week: Part One”

Recensione Serie TV: This is us – 4×11 – “A Hell Of A Week: Part One”

Light and shadows

Progetto grafico a cura di Teresa

“La nostra ansia non viene dal pensare al futuro, ma dal volerlo controllare.”

In questo aforisma di Gibran può essere riassunto il senso dell’ultima puntata di This is us, incentrata su Randall, in cui la protagonista è l’ansia, compagna fedele dell’uomo sin dalla tenera età. Sono stata molto sollevata dal fatto che la presenza dell’estraneo a casa sua non abbia causato danni fisici a nessuno di loro e anche, che non sia stata una sua proiezione mentale, come molti fan dopo la scorsa puntata avevano ipotizzato; tuttavia è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, già colmo e a rischio di rovesciarsi dopo la notizia della probabile demenza di Rebecca.

Viene mostrato con i flash back come Randall, sin da bambino, abbia avuto problemi di ansia, acuitisi dopo la morte di Jack e con l’assunzione della responsabilità, da parte sua, di stare vicino alla madre. Randall è sempre stato un maniaco del controllo e tutte le volte che gli è sfuggito è precipitato nelle sue crisi. Chi non ricorda la scena epica di Kevin che lascia la cerimonia della sua premiazione e corre dal fratello? Ebbene siamo di nuovo a questo punto: Randall non ascolta i consigli del padre di Malik e sfugge a Beth, ma per fortuna, alla fine, ricorre a Kevin che lo conosce bene e sa come aiutarlo. Ho sempre amato molto il loro rapporto, il potere che ha Kev di calmarlo, un uomo apparentemente così frivolo e superficiale, che però ha la capacità di raggiungere l’abisso in cui è il fratello e fargli risalire la china. Spero che questa volta Randall si convinca a fare una terapia, perché veramente sarebbe inverosimile che non lo facesse.

Sterling K. Brown è un ottimo attore, ma purtroppo mi sembra abbastanza mono-espressivo e non riesce a trasmettermi tante emozioni, spero che questa storia dell’ansia venga affrontata e poi messa da parte una volta per tutte, anche se effettivamente nella vita reale è fedele compagna di chi ne soffre, sempre.

Chi invece riesce sempre a emozionarmi è Milo Ventimiglia, fantastico nei flashback, in questa puntata impegnato a rassicurare Randall e a coccolare Rebecca che ha la tosse: un padre e un marito SPETTACOLARE!

Sì lo so, che siete ansiose che io arrivi al punto più interessante della puntata: chi cavolo era la donna apparentemente bionda nel letto con Kevin quando Randall lo chiama?

Sarà Cassidy? Anche lei vive a Pittsburg! Sarà Lizzie , che si è resa conto di che fortuna abbia avuto a incontrare uno come Kevin e lo ha raggiunto? O come la maggior parte di noi crede sarà Sophie?

Vi dico solo una cosa: se fanno tornare insieme Sophie e Kevin che lo facciano per sempre, non ci può essere un nuovo fallimento, entrambi non lo meritano e noi vogliamo vedere un grande amore per Kevin, uno come quello dei suoi genitori, ma con un finale felice.

Sono curiosissima di sapere cosa sia successo a Sophie e come siano finiti a letto (se fosse lei, ma sì è lei!) e anche finalmente scoprire che ha fatto quel disgraziato dell’ex ragazzo di Kate per aver provocato tanto dispiacere alla ragazza. Voi che ne pensate? Sarà Sophie la madre di figli di Kevin?

Ci aspettano delle puntate veramente intense, del resto con questo show ci siamo abituati a un alto livello.

Ciao alla prossima settimana!

Serena Oro

Avatar

Lascia un Commento

x

Check Also

My shot

Recensione Serie Tv: Grey’s Anatomy – 16×14 – “Diagnosis”

Questa nuova puntata vede i medici alle prese ...