Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie TV: The Resident – Stagione 2

Recensione Serie TV: The Resident – Stagione 2

The Resident - prima stagione completa

The Resident è un nuovo medical drama (eh già, in questo sito siamo malate delle serie che parlano dei dottori! Ahahah) giunto alla fine della sua seconda stagione da poche settimane in America e che sta per terminare anche qui in Italia.

State sereni/e quando vedrete la fine (che vi farà rizzare i capelli in testa)! La serie tornerà a fine Settembre con 22 episodi nuovi e noi saremo qui a recensirla per voi, ma questa volta puntata per puntata. Dopo un primo inizio appassionante della vita di coppia tra Conrad e Nic (direi veramente caldo, la scena di sesso dentro la doccia è veramente molto hot, ma mai come quelle di Outlander XD), il rapporto tra i due diventa più difficile. I problemi di coppia passati tornano a galla, aumenta la complessità nell’interfacciarsi durante le discussioni ed è sempre più problematico risolvere le questioni del passato: un aborto, la gelosia di Conrad nei confronti della ragazza, il suo chiudersi in se stesso per cercare di risolvere e superare gli ostacoli della vita. Di certo è un comportamento molto particolare per un uomo così devoto agli altri, anche se, per me, la vera rompiscatole della coppia è lei: tutta precisina, tutta d’un pezzo, mai disposta a sbagliare e tollerare che gli altri lo facciano e non incline ad accettare la proposta di matrimonio del giovane dottore per non sentirsi legata ed ingabbiata. Ma come!?!? Fermiamoci un attimo. Per tutta la prima stagione Nic si è sbattuta perché si erano lasciati e ora non lo sposi? Trovati ragazza!

Nic, insegue il suo sogno di creare una clinica per i poveri e si fa aiutare da un (molto carino) dottore che per quasi tutta la stagione sarà il terzo incomodo tra Nic e Conrad, tant’è che lei, dopo aver lasciato il suo uomo storico, pensa seriamente di avere una relazione con lui. Però si accorge di amare Conrad in realtà (alla buon ora!) e nel finale accetta la sua proposta di matrimonio.

Nella prima parte di stagione approfondiamo, assieme a Conrad, la conoscenza di suo padre Marshall, un uomo che sembra essere molto distaccato e aver pensato durante la sua vita unicamente ai soldi, ma che in realtà, dopo il tradimento della moglie, per proteggere il figlio e farlo vivere con la madre non esita a nascondere le vere colpe di lei facendosene carico e suscitando l’odio (per un primo periodo) di Conrad. Solo con il rischio di morte del padre il rapporto familiare cambia, fino a diventare importante ed essenziale per la vita di entrambi. È stato un vero peccato perdere il personaggio (non muore state tranquilli) di Marshall a metà stagione, mi auguro che il prossimo anno abbia nuovamente un ruolo importante nella serie.

La seconda parte della stagione è incentrata sul rapporto di Nic con la famiglia. Sua sorella, dopo essersi sottoposta a una cura sperimentale ed essere uscita dalla tossicodipendenza, rischia di morire e potrebbe salvarsi solo con un trapianto di rene che, casualmente, può essere donato unicamente dal padre (praticamente inesistente e menefreghista della salute delle figlie), sparito dalla circolazione anni prima.

Dopo varie peripezie e discussioni, finalmente la famiglia di Nic sembra trovare un accordo e padre e figlia vanno in sala operatoria per quella che dovrebbe essere un’operazione di routine per l’asportazione e trapianto del rene, ma qualcosa va storto e uno dei due (chi non si saprà fino alla ripresa della stagione) rischia la vita.

Nella serie vengono anche trattate le vite private dei personaggi secondari: tra questi sicuramente è molto interessante il rapporto tra Mia ed AJ Austin, i due medici chirurghi che, dopo un inizio burrascoso, diventano molto amici facendoci sperare per la terza stagione in qualcosa di più.

Tirando le somme, anche la seconda stagione di The Resident è promossa a pieni voti, non ha mai annoiato e i personaggi sono stati sempre interessanti, per cui non posso fare altro che consigliarvela nel caso non l’abbiate ancora vista.

Alla prossima!

Lucilla

Lucilla

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Recensione Film Cult: The Wife – Vivere nell’ombra

DATA USCITA: 04 ottobre 2018 GENERE: Drammatico ANNO: ...