Da non perdere
Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione serie TV: The Passage – Stagione 1 Episodio 3 – Niente mostri sotto il letto

Recensione serie TV: The Passage – Stagione 1 Episodio 3 – Niente mostri sotto il letto

Niente mostro sotto il letto

Progetto grafico a cura di Astrea Lux

The Passage torna con un’altra puntata e questa volta ci mostra il mondo dei Vampiri, le loro abilità e il modo in cui comunicano.

Dopo un’iniziale separazione, Amy e Brad vengono messi nella stessa stanza e alla piccola viene iniettato il sangue modificato e stemperato del paziente zero, Tim Fanning.

Nel frattempo, nella sala riunioni si discute delle visioni che alcune persone dello staff stanno sperimentando e del primo omicidio all’interno del Progetto. Nella scorsa puntata, infatti, Shauna aveva attaccato uno degli inservienti uccidendolo. Clark, capo della sicurezza, propone di eliminarla, viene deciso all’unanimità che il modo migliore sia l’eutanasia, hanno un concetto un po’ diverso dal mio su cosa sia l’eutanasia, infatti, quello che hanno in mente è di esporla alla luce solare, dove tra immani sofferenze brucerebbe viva.

In un flashback, osserviamo Shauna mentre viene molestata da una delle guardie incaricate di scortarla all’interno della struttura e, Clark interviene. Che abbia paura di provare attrazione verso un mostro?

Peccato che l’ossessione che nutrono l’uno per l’altra non aiuti. Infatti, li osserviamo spesso fissarsi attraverso il vetro della cella. Ed è proprio mentre è intento a guardarla che Clark da ordine di preparare tutto per la sua esecuzione.

Questi Vampiri sono in grado di entrare nei sogni della gente e di comunicare telepaticamente tramite visioni. Così mentre gli altri si nutrono, Fanning parla con Shauna e le chiede di attenersi al piano cercando di farsi amico Clark Richards. Ovviamente, il piano non viene rivelato, ma sicuramente avrà a che fare con la conquista del mondo.

Inizia così a mandare a Clark stralci della sua vita, come la festa di Halloween, dove scopriamo che sognava di trasferirsi a Los Angeles e iscriversi alla scuola per truccatori d’effetti speciali e che stava mettendo da parte i soldi per poterlo fare.

La mattina dopo la festa, la mamma di Shauna affossa la sua idea di trasferirsi, asserendo che sarebbe solo una perdita di tempo, ma Shauna ribadisce i suoi obbiettivi e va in camera per nascondere i soldi. Poco dopo, il suo patrigno bussa alla porta e cerca di entrare per poter allungare le sue luride mani, ma viene respinto. Purtroppo non sembra il tipo da perdonare un affronto del genere.

La conferma infatti, arriva nella successiva visione, in cui scopre che il patrigno le ha preso i soldi che stava mettendo da parte per pagare un suo debito. Arrabbiata, decide di rivelare alla madre che “l’uomo della sua vita” ha abusato di lei dagli otto ai sedici anni, ma non reagisce alla notizia perché già a conoscenza della situazione. Sentendosi tradita dall’unica persona che doveva proteggerla, accoltella lei e il patrigno.

Conoscere il passato di Shauna fa scattare in Clark qualcosa che lo spinge a interrompere la sua esecuzione e salvarla. Questa decisione gli sarà fatale? Shauna è umana. Per ora. A chi andrà la sua lealtà quando non lo sarà più?

Nel frattempo, Amy e Brad stanno giocando a poker quando un’infermiera entra per controllare i parametri vitali della ragazzina. Mentre Amy la distrae, Brad ruba dal carrellino una fiala e una siringa e le nasconde.

Dopo un sonnellino, trovando Grey, l’inserviente, intento ad osservare Amy, Brad lo spinge fuori dalla stanza sbirciando così anche il codice di sicurezza della porta.

In corridoio, Grey dice che voleva solo avvertirli che Fanning sta arrivando per Amy e, dopo varie domande, Brad scopre che Fanning è il paziente zero e si trova al livello 4B con il resto dei virali. Infine se ne va con una supplica: portare via Amy.

Più tardi, Lear chiede a Grey dei chiarimenti sui suoi sogni e scopre che sono iniziati dopo l’arrivo dei primi due detenuti, che inizialmente erano soltanto immagini sfuocate che con il passare del tempo sono diventate più lunghe e molto più reali, fino a trasformarsi in sogni nei quali Fanning ha iniziato a parlargli. Il messaggio più recente che gli ha trasmesso è stato: “Abbiamo del lavoro da fare.”

Durante la notte, Brad decide di investigare e prendendo fiala e siringa rubata dall’infermiera, mette k.o. Grey che proprio in quel momento si trova in ascensore con lui. Entra così nell’area dove sono rinchiusi i virali e scopre che tutti i detenuti sono diventati dei mostri.

Jonas Lear spegne i sistemi di sorveglianza per poter spiegare a Brad le loro motivazioni e rivela che speravano di trovare una cura a tutte le malattie e garantire l’immortalità. Ma che al confronto degli altri è l’unico a capire davvero l’entità delle loro azioni. Infatti, crede che Fanning stia acquisendo potere con ogni nuovo virale che creano; uno rischio che non è disposto a correre. Nuova alleanza in vista?

Con molto a cui pensare, Brad fa ritorno nella stanza di Amy, decide però di mentirle su dove sia stato. I due si mettono a dormire e per la prima volta Fanning appare in sogno a Bred intimandogli di stargli alla larga.

Non vedo l’ora di scoprire cosa ci riserverà la prossima puntata. E voi?

baby.ladykira

Admin Founder del gruppo ROMANTICAMENTE FANTASY SITO
x

Check Also

Recensione serie TV: THE GIFTED – PRIMA STAGIONE

Ciao Fenici! Oggi voglio portare all’attenzione una serie ispirata ai celebri personaggi ...