Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: The Gifted – Seconda stagione

Recensione Serie Tv: The Gifted – Seconda stagione

The Gifted seconda stagione

Progetto grafico a cura di Teresa

Salve Fenici!

Le sorelle Frost, insieme ad alcuni mutanti tra cui Polaris ed Andy, si uniscono al capo dell’Hellfire Club, il cui piano è in fase di ideazione ed in molti casi prevede la morte come fine superiore. La famiglia Strucker, insieme a Marcos, delusi per l’abbandono del figlio e di Lorna, cercano in tutti i modi di aiutare i mutanti. 

La seconda stagione fa un salto temporale di ben 6 mesi, in cui si rivela il capo cattivo di turno delle gemelle Frost, Reeva Payge. Nel corso dell’intera stagione, la donna si dimostrerà pronta a tutto pur di vedere il suo piano realizzato, tanto da passare informazioni sui mutanti ai Purificatori.

Insomma, non bastava il conflitto contro gli umani, gli stessi mutanti si ritroveranno a dover affrontare una guerra civile e a sacrificare i loro simili in questa lotta sanguinaria. 

Nel ritrovare i nostri eroi, molte cose sono cambiate.

Il legame che c’è tra Andy e Lauren è forte, al punto da riuscire a parlare o ferirsi tra loro anche attraverso la mente. Marcos è in pena per Lorna, a cui manca poco per partorire e ci riuscirà con molta fatica. Reed passa dall’essere nemico dei mutanti a diventare genitore di alcuni di loro e si ritrova a dover accettare la manifestazione dei suoi poteri e di essere, quindi, un mutante anche lui. 

Questa stagione batte alla grande la prima, in tutto e per tutto. Il tempo trascorso tra una serie e l’altra ha permesso ai personaggi di maturare e crescere molto rispetto all’inizio della storia. Se la prima stagione si limitava a mostrare la famiglia Strucker e i vari personaggi che ruotavano intorno a loro, in questa troviamo due fazioni opposte, che si fronteggiano in una partita a scacchi decisiva.

Inutile dirvi che ho adorato Andy: secondo me è uno dei personaggi che ha dovuto affrontare una crescita maggiore rispetto agli altri, insieme al padre.

Lorna accetta finalmente le sue origini e il suo potere continua a dimostrarsi formidabile, in grado di capovolgere gli equilibri tra una fazione e l’altra.

Questa stagione mi ha sempre tenuta con il fiato sospeso e anche quelle piccole imperfezioni che abbiamo riscontrato nella prima serie – dovute al rallentamento della trama – sono sparite. 

Certamente anche questa stagione non è esente da errori, ma è davvero un ottimo prodotto per il piccolo schermo. 

Abbiamo modo di conoscere le origini di Polaris, la storia di Reeva, quelle delle gemelle, il passato dei VonStrucker ed anche molti altri sviluppi.

Nel finale, lasciato aperto per un probabile rinnovo, vediamo sopravvivere alcuni personaggi e siamo costretti a dire addio ad altri. Il sacrificio di Reed è stata una mossa ben valutata dagli showrunners: l’uomo ha dovuto cambiare la sua prima opinione sui mutanti, facendo evolvere il suo pensiero fino al punto di arrivare a sacrificarsi per quei valori in cui inizialmente non credeva.

L’unica che non muore, purtroppo, è Caitlin.

Signori, la donna ha una pellaccia dura e, ironia della sorte, in un futuro molto molto surreale, sospetto che lei sarebbe l’unica a sopravvivere. Speriamo che la storia si sviluppi meglio rispetto alle mie idee che al momento sono solo ipotetiche.

Non si ha ancora nessuna notizia sul possibile rinnovo, in quanto la fusione tra Disney + e Fox si avvicina, e gli showrunners vorrebbero continuare la serie solo se questa non verrà danneggiata dalle risorse minori.

Insomma, incrociamo le dita perché un prodotto di questa qualità non lo vedevo da tanto.

 

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Supernatural 15

Recensione serie TV: Supernatural -15×04- “Atomic Monsters”

Riprendiamo i nostri vecchi ragazzi dopo la pausa ...