Da non perdere
Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: The 100 – 5×10 “The Warriors will”

Recensione Serie Tv: The 100 – 5×10 “The Warriors will”

Continuano le recensioni della serie tv The 100, di seguito troverete la 5×10 “The Warriors will” a cura della nostra Snow White.

The 100 episodi 5x08 e 5x09

Questo nuovo episodio inizia esattamente da dove era finito lo scorso, con Clarke e Madi in fuga, Abby prigioniera di McCreary e Bellamy, Indra e Gaia in catene nell’attesa di entrare nell’arena.

The 100, sta diventando sempre più, una serie Octavia – centrica, lei è ovviamente la protagonista, in merito al fatto che sia anche una grande protagonista, beh, perdonatemi, ma secondo me ciò è discutibile.

In questo “The Warriors Will” che tradotto letteralmente significa “La volontà dei guerrieri”, la nostra Bloodreina si deve confrontare con le conseguenze delle sue azioni, ma soprattutto deve fare delle scelte con cui poi dovrà convivere.

O. sembra aver perso ogni vestigia umana, Monty, Indra, Bellamy e persino i guerrieri fino a oggi a lei fedeli cercano di farle capire che sta sbagliando, che nessuno è più disposto a seguirla, ma tutto questo non basta, lei è il capo e si fa come dice, punto e basta.

La guerra è la sua soluzione per tutto, certo ora si trova in una posizione scomoda, l’esistenza di una legittima Heda cambia le carte in tavola “la devozione” nei suoi confronti viene a incrinarsi grazie alla consapevolezza che esiste un’alternativa e che questa è legittimata secondo le loro leggi e tradizioni.

Il sempre depresso Monty le offre una scelta, è riuscito a far funzionare di nuovo la stazione idrogeologica, il che permetterebbe di poter coltivare le piante (non le alghe, menomale!) sulla terra e questo eviterebbe il conflitto. Ovviamente lei rifiuta.

Indra a cui lei è molto legata, le fa capire chiaramente che sta perdendo consensi, che l’unico modo di riacquistare la sua supremazia è quello di far combattere i 3 nell’arena, ma nello stesso tempo le dice senza mezzi termini che lei non ucciderà mai Gaia, in quanto sua figlia, ucciderà Bellamy e poi si farà finire dalla figlia.

Un colpaccio per la nostra O. in effetti strategie a parte, il loro dialogo seppur breve è stato molto bello, in ricordo dei bei vecchi tempi la nostra Octavia fa cenno al momento in cui è divenuta il suo secondo, brutale nella sua sincerità il commento di Indra: “Octavia kom Skaikru era il mio secondo. Le ho insegnato quando attaccare e quando no, le ho consigliato di fare il meglio per la sua gente, non per se stessa”. Colpita e Affondata!  

Alla fine il fulcro della questione è solo questo: Octavia Kom Skaikru, quella che tutti amavamo non esiste più, oggi abbiamo la “Regina rossa” e questa sua nuova versione va dritta verso l’obiettivo che è sempre e comunque la guerra.

Dopo il breve incontro con Indra, O. realizza che non c’è niente che possa fare per impedire la morte della sua mentore, ma resta Bellamy, è suo fratello, gli vuole bene (forse) e quindi cosa fa? Ovvio, spiega a quest’ultimo quali sono i punti deboli di Indra e come sfruttarli, questo non per amore, come ingenuamente pensavo io, ma perché come da sua stessa ammissione Bell è sangue del suo sangue.

Tutta questa storia è assurda, non riesco davvero a capire cosa stia combinando, ok ha passato l’inferno, questo l’ha trasformata in una macchina da guerra, l’anno oscuro l’ha cambiata, ma possibile che non riesca a contemplare nemmeno per un secondo che forse lei ha torto e gli altri no?

E l’indecisione in tutte le sue azioni è palpabile, da una parte capisce la logica di Indra, nello stesso tempo non vorrebbe vederla morire, poi c’è il fratello che nonostante tutto ama, cerca in ogni modo di trovare una via d’uscita, ma non riesce a prendere una decisione.

Indra ha chiarito che si lascerà uccidere dalla figlia per salvarle la vita e Bellamy è deciso a non combattere, direi che siamo ad una impasse. Stando alle leggi da lei promulgate, se un guerriero qualsiasi si rifiuta di combattere deve essere ucciso e non da uno qualunque, ma proprio da lei. Sicuramente è su questo che punta Bell, la speranza che il loro legame sia ancora abbastanza forte da impedirle di andare fino in fondo.

Non lo so Bellamy, io non ci conterei troppo!

Ma la nostra Bloodreina è una tosta, quindi prende un bel respiro, si fa un bel taglio e una volta spalmata il sangue sulla faccia è pronta a scendere nell’arena. 

I 3 vengono portati dentro, inizia il combattimento, dove l’unica che si sta impegnando davvero è Indra, per lei in gioco c’è la vita della figlia, Bell si difende, Gaia dal canto suo cerca solo una cosa, uccidere Octavia, naturalmente fallisce complice l’intervento di Bell. Basterà questo gesto a farlo liberare?

A interrompere il tutto arriva Monty spiegando agli spettatori che c’è un’alternativa alla valle, potrebbero vivere anche lì, in pace, basterebbe solo piantare quanto cresciuto nel laboratorio/serra.

Ma Octavia non è interessata, poco importa se l’alternativa è allettante, decide di fare la sua mossa e brucia il laboratorio, da parte sua un atto assurdo e gravissimo, da condottiera si è trasformata in dittatore senza scrupoli, ha tolto al suo popolo il libero arbitrio costringendoli a seguirla in una guerra che non avrebbero voluto.

Mi chiedo se realmente lo stia facendo per il potere o se c’è altro che non sappiamo; fortunatamente il prossimo episodio dovrebbe darci qualche risposta, attendiamo fiduciosi.

Detto ciò passiamo a Clarke e Madi, ancora sul rover, direzione La valle, dopo un piccolo scontro iniziale tra le due, dove la prima vuole toglierle la fiamma e la seconda si oppone, tutto sembra tornare normale fino a quando la piccola non si addormenta.

È proprio durante i sogni che Madi capisce il vero fardello che costituisce il portare la fiamma, infatti è destinata a rivivere le vite dei precedenti comandanti e così un altro tassello va a posto, tutte le Heda conoscono la storia delle precedenti perché la fiamma mostra quanto accaduto in passato.

In questo sogno, Madi vive in prima persona la morte di Becca Pramheda, ovviamente ne rimane sconvolta e acconsente a far sì che Clarke le tolga la fiamma a condizione che la distrugga.

Ma clarke non può farlo, si suppone perché non voglia distruggere centinaia di anni di storia e bla bla bla, ma di che parliamo? Sappiamo tutti il vero motivo, non può farlo perché lì c’è Lexa, che è sempre stata il suo tallone d’Achille e dopo 6 anni niente sembra essere cambiato.

Come ho detto nella recensione dello scorso episodio, Clarke in versione mamma ansiosa non rende, va bene l’amore, passi l’istinto protettivo, ma chi è questa biondina? Ha le sembianze della nostra Clarke, ma non ne possiede né la grinta né il carattere. Bah!

Arriviamo quindi nella valle dove un’altra madre è diventata l’ombra di quello che era: Abby, la quale è sempre più succube delle pillole e sta attraversando tutte le fasi dell’essere tossicodipendente, dal chiedere per favore a cercare di “vendere anche la madre” per farsi una dose.

McCreary è “stronzo”, ma non stupido, capisce la situazione e la sfrutta suo vantaggio, toglie le pillole alla “ex morigerata dottoressa” promettendo di restituirgliele solo quando avrà curato anche lui.

Abby sembra avere ancora un briciolo di coscienza e si rifiuta.

Unico alleato in questo momento è Vinson, al quale si rivolge per ottenere la sua fonte di felicità, poco importa se per procurarle quanto chiesto il nostro cannibale si mangia un paio di persone, sì, avete capito bene, si fa un bello spuntino di carne umana, che schifo!

Vorrei poter sperare che ci sia una redenzione per lei, così come alla fine dello scorso episodio speravo che Clarke tornasse a Salvare Bell, la seconda cosa non è accaduta (devastante per me!), speriamo nella prima.

Insomma episodio senza infamia e senza lode, ma ci poteva stare, soprattutto in vista del prossimo, che promette scintille, solo il titolo fa ben sperare: The Dark Year.

Qui vi saluto e vi do appuntamento alla prossima settimana, per non annoiarvi vi lascio il promo:

https://youtu.be/GMVTk8vXWGA

Recensione a cura di:

Editing a cura di:

Cassiopea

x

Check Also

WEATHER THE STORM

Recensione Serie Tv: STATION 19 2X07 – “WEATHER THE STORM.”

Questa ultima puntata della prima parte della stagione si apre con tutta ...