Da non perdere
Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione serie TV: Supernatural 13×23 – “Let the Good Time Roll”

Recensione serie TV: Supernatural 13×23 – “Let the Good Time Roll”

Care Fenici, pronte per la recensione di Danny del Season Finale di Supernatural, “Let the Good Time Roll”?

Oh mio Dio! Che episodio! Ho ancora la tachicardia a mille, incredibile. Sembra doveroso, ultimamente, far finire le stagioni con un enorme cliffhanger come in Lucifer, in questo caso però la stagione 14 ci sarà, e molto probabilmente anche la 15, quindi non disperiamoci troppo.

L’inizio di questo episodio è molto tranquillo: lupi mannari e passeggiatine romantiche tra Mary e Bobby, che coppietta graziosa. Addirittura Dean pensa di prendere Cass e andare in vacanza alle Hawaii lasciando tutto nelle mani di Sam e Jack. Povero Jack. Non ha neanche un anno di vita e già uccide mostri. Ecco il modello educativo Winchester!

L’atmosfera idilliaca viene interrotta bruscamente dall’uccisione di Maggie. Maggie chi?? Una tizia che faceva parte dell’altro mondo apocalittico. Jack pensa sia colpa sua e affronta il ragazzo ignaro di Maggie, credendolo colpevole e cercando di ucciderlo, ma Dean lo ferma e ne dimostra l’innocenza. Cosa ce ne frega a noi di Maggie? Assolutamente niente, ma Jack ne ha viste troppe, davvero troppe. Non ne può più di morte e sconfitte, avrebbe bisogno di amore e di coccole (Jack te le darò io, giuro!) e, mentre si dà la colpa di tutto, ecco che appare paparino che possiede la conoscenza universale di Star Wars e che promette al figlio una spada laser e viaggi intergalattici nel caso andasse via con lui senza guardarsi indietro.

Nel frattempo Dean, Sam e Castiel stanno aiutando il ragazzo di Maggie (sì, la stessa di cui non ce ne frega niente) a riprendersi dallo spavento, quando vengono attaccati da Michele, arrivato grazie al patto stipulato con il fratello. I nostri tre eroi (il ragazzo di Maggie oramai abbandonato al suo infausto destino) riescono a scappare e a bloccare momentaneamente l’arcangelo.

Jack, finalmente, può scrollarsi la colpa di tutto e volare via con il suo papà, ma prima gli chiede un favore: resuscitare Maggie. Dopo averla riportata in vita possono finalmente godersi le stelle insieme. Sì, aspettate a cantare vittoria.

Michele irrompe nel bunker attaccando Sam e Dean, mentre Bobby porta in salvo Mary e Maggie (spero di non avere più sue notizie). Dopo aver scaraventato Sam a terra, Michele afferra Dean strangolandolo lentamente e godendosi appieno lo spettacolo con tanto di risate assassine. Sam, disperato, invoca l’aiuto di Jack, che sentendolo, accorre immediatamente, blocca Michele e lo riduce ad un colabrodo urlante. Purtroppo il dolce papino lo raggiunge, e Sam mette al corrente il giovane che la povera Maggie ha visto due occhi rossi e brillanti prima di morire. Lucifero si dichiara innocente ma Jack, usando i suoi poteri come una specie di macchina della verità, lo obbliga ad ammettere tra una risata e l’altra: “mi aggiravo intorno al bunker, Maggie mi ha visto e ha urlato, le ho frantumato la testa a mani nude, e c’era molto sangue e mi è piaciuto”.

Ogni amore filiale scompare rendendo Jack ancora più triste (non vi viene da piangere??), il Diavolo, invece, mostra la sua vera natura malvagia attaccando Jack con la spada degli arcangeli e rubandogli una parte di Grazia; dopo di che si teletrasporta con il ragazzo e Sam, che si era lanciato verso l’amico. Cass e Dean allibiti si rivolgono a Michele chiedendo il suo aiuto. Il tramite di Michele, però, è stremato e l’arcangelo non ha la forza necessaria per guarire. Dean fa una cosa intelligente ma anche molto stupida. Se siete fan accaniti di Supernatural come me, ricorderete che parecchie stagioni fa l’angelo Zaccaria aveva detto ai due fratelli che i loro corpi erano i tramiti perfetti per contenere Michele e Lucifero. Dean riprende il piano di allora offrendosi a Michele, ma a condizione che mai prenderà il controllo del suo corpo, sarà solo una sorta di motore. Michele accetta.

Intanto in una vecchia cappella Lucifero pesta il figlio dichiarandolo inutile e sostituibile; prendendo spunto da Hunger Games poggia la lama degli arcangeli tra Sam e Jack asserendo che il sopravvissuto potrà uscire dalla porta illeso, altrimenti morte per l’intera umanità. Sam prende in mano l’arma e la consegna a Jack chiedendogli di ucciderlo. Dopo essersi detti delle cose molto carine e sdolcinate Jack afferra l’arma e tenta di togliersi la vita. Viene, fortunatamente, interrotto da Dean ammantato di luce, posa figa, ali ed espressione fortemente compiaciuta. I due arcangeli ingaggiano un corpo a corpo all’ultimo sangue, ma è Dean, con un piccolo aiutino di Sam, a vincere. Il Diavolo muore tra atroci urla di sofferenza.

Che bello abbiamo vinto!!!!

…. O forse no. Difatti Michele prende il comando del corpo di Dean e si dilegua e noi ci rivedremo alla prossima stagione.

L’episodio mi è piaciuto e tutto sommato anche la stagione, anche se di episodi noiosi ne abbiamo avuti troppi. Abbiamo lasciato da parte la questione Paradiso, che probabilmente vedremo nella prossima stagione. Pure l’Inferno non affronterà un bel periodo, dato che tutti i big cattivoni sono morti. Però se guardiamo tra le fila dei buoni abbiamo finalmente la nostra Charlie e il nostro Bobby, non male per rendere divertente le prossime puntate. E non dimentichiamoci la splendida e simpaticissima Rowena!

Detto questo vi ringrazio di avermi fatto compagnia e spero di ritrovarvi alla prossima stagione.

 

Kiki

x

Check Also

Recensione serie TV: Hill House S1E1

“Nessun organismo vivente può mantenersi a lungo sano di mente in condizioni ...

error: Contenuti di proprietà di RFS