Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione serie TV: Supergirl -5X01- ” Event Horizon”

Recensione serie TV: Supergirl -5X01- ” Event Horizon”

Supergirl 5

Supergirl arranca nel primo episodio della quinta stagione e non riesce del tutto a evolversi come mi aspettavo eppure, è bastato mettere come sottofondo i Muse e mostrare alcune riprese slow motion, per farmi tornare a sorridere.
Quanto vorrei più azione e meno drama!
Volendo fare una sintesi generale ho trovato alcune scene ottimamente girate, specialmente quella in cui viene mostrato il nuovo costume di Supergirl con l’esclamazione “Pants”e la scena del confronto tra Kara e Lena, quando Kara alza i toni per far rispettare il suo lavoro.
Pur capendo che si è voluto dare spazio un po’ a tutti, penso però che alcuni dettagli e informazioni piuttosto che arricchire la trama, la rovinino.
Lo chef Barbieri descriverebbe tutto come un “Mini mappazzone”.
Cosa è successo?
Kara viene premiata con il premio Pulitzer; la vittoria la fa sentire sotto pressione e “obbligata” a raccontare la verità a Lena, che a differenza dell’amica prepara una vendetta con i fiocchi, perché diciamolo è una Luthor.

Sapevamo bene che la trasformazione in villain di Lena sarebbe stata alimentata dalla scoperta dell’identità di Supergirl e, nonostante il bel discorso e il perdono, non ci si aspettava nulla di meno da lei. A farmi storcere un po’ il naso è stata la trasformazione della CatCo da parte del nuovo capo Andrea Rojas, una sorta di “Miranda Priestly”, che vuole rialzare i guadagni in calo attraverso l’uso dei click, mettendo in secondo piano l’imparzialità della testata.
Ho trovato realistico questo cambiamento perché dobbiamo riconoscere che attualmente il giornalismo è una realtà fondata sul gradimento, rappresentato dal numero dei click e la il valore si basa su quanti se ne ottengono.
Per questi motivi, James si allontana dalla CatCo e dal fare giornalismo mentre Kara rimane e combatte, per fare in modo che la sua voce non venga zittita.
Viene inoltre presentato Midnight, un altro villain che arriva dalla zona fantasma e che ha a che fare con J’onn. Chissà se questo elemento riuscirà a riportare la storyline di J’onn, l’anno scorso molto noiosa, ad un livello di nuovo interessante.
Accanto a queste novità troviamo nella serie delle note costanti, come il poco spazio dato alla situazione politica e la grande importanza data alla tecnologia avanzata, elemento quest’ultimo, che apprezzo molto.

In questa premiere ci viene inoltre mostrata la relazione tra Kelly e Alex. Non ne voglio nemmeno parlare perché a me non piace e preferisco aspettare di vedere come si evolverà
Brainy e Nia mi fanno un po’ arrabbiare. Due personaggi diversi che insieme si annullano a vicenda. Nia è noiosa e inutile, la recitazione non mi entusiasma mentre trovo Brainy uno spasso. Il suo è un bel personaggio, ma con Nia vicino non ci sarà evoluzione ed è un peccato. Beh questo era solo il primo episodio perciò Fenici non ci abbattiamo, tutto potrà sicuramente migliorare.
Alla prossima!

Fulvia Elia

Avatar
x

Check Also

Recensione Serie Tv: Elementary 7×01 – 7×02 – 7×03

    Londra. Le luci della sera si ...