Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: Snowpiercer – 1×01-02 – “Prima è cambiato il clima”-“Ci teniamo ben saldi”

Recensione Serie Tv: Snowpiercer – 1×01-02 – “Prima è cambiato il clima”-“Ci teniamo ben saldi”

Progetto grafico a cura di Eve

Cosa c’è di meglio di una serie tv per ammazzare la noia?

E se questa serie tv si ispirasse a un film, che a sua volta ha tratto ispirazione da un fumetto? Lo so, sembra una presa in giro, ma lo hanno fatto davvero!

Spesso ci ritroviamo a confrontare trasposizioni cinematografiche con i loro corrispettivi cartacei ed è già un compito difficile, quindi per Snowpiercer, conosciuto ai più per l’adattamento cinematografico del 2013 con Chris “gnocco” Evans, non sarà affatto un viaggio semplice… in tutti i sensi.

La serie, approdata su Netflix il 25 maggio, consta di dieci episodi e si basa su una graphic novel francese chiamata Le Transperceneige.

La Terra non è più il luogo ospitale che tutti conosciamo, il surriscaldamento globale, prima, e la glaciazione dopo ne hanno cambiato profondamente l’aspetto.

Per sopravvivere a queste calamità, il magnate Wilford fa costruire lo Snowpiercer, un lunghissimo treno a moto perpetuo, dotato di 1001 vagoni, in cui solo gli uomini più ricchi del pianeta possono trovarvi riparo. Mentre la gente muore a causa dell’abbassamento della temperatura terrestre (ebbene sì, arriveremo a toccare i -117°) un gruppo di ribelli assalta l’ultima carrozza e ne prende possesso.

Veniamo subito catapultati all’interno dell’ultimo vagone, dove la non-vita dei fondai li spinge a complottare una rivolta contro i potenti. Proprio mentre stanno per attaccare le guardie e iniziare la conquista del treno, Andre Layton, il nostro eroe fondaio ed ex detective, viene separato dal gruppo e incaricato da Melanie, la voce del treno, di risolvere un crimine per conto del magnate Wilford.

E qui troviamo la prima differenza con il film: il tema principale, che non è più la lotta sociale, ma il mistero legato agli omicidi.

Quindi, se vi state chiedendo se vedere il film possa in qualche modo guastarvi la serie, la risposta è no! Anzi, avrete una visione più completa della situazione sul treno, rispetto a quella mostrata in questi primi episodi. Ma torniamo a noi…

Layton non è convinto di accettare l’incarico, per questo prende tempo, cercando di carpire più informazioni possibili sulla composizione del treno, tempo che si azzera quando un suicidio sconvolge l’ultima carrozza e Pyke organizza un secondo attacco. I fondai avanzano di un vagone, ma vengono bloccati dal Comandante Grey e dalle sue guardie corazzate.

Venuto a conoscenza dell’accaduto, Andre chiede di poter parlare con i suoi amici e li convince ad accettare la pena meno brutale: diventare dormienti. Praticamente li rinchiuderanno in dei cassetti e indotti in coma. Non proprio la sorte che mi sarei aspettata… Spero solo non vengano risvegliati a serie finita.

Per salvare i suoi amici, Layton è costretto a indagare sull’omicidio ed è motivato ancor di più quando scopre che hanno accusato Zarah, sua moglie, che lo ha lasciato nel fondo diversi anni prima per migliorare le sue condizioni di vita. Non proprio la compagna dei sogni, che ne pensate?

Le indagini iniziano e tra intoppi naturali, mezze verità, complotti del fondo arriviamo alla fine di queste due puntate soddisfatti. Inutile elogiare le doti dei protagonisti, che insieme tengono alta l’attenzione, ma comprendo anche alcune delle lamentele sulla serie che non è all’altezza del film, nonostante la presenza del regista Bong Joo-ho tra i produttori esecutivi, tuttavia resta un buon prodotto, piacevole da guardare. Che ne pensate?

Serena Oro

Avatar

Lascia un Commento

x

Check Also

Warrior

Recensione Serie Tv: Warrior Nun – Stagione 1

Tutti in piedi, Fenici! C’è una nuova serie ...