Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie TV: Shadowhunters 2×19 HAIL AND FAREWELL-2×20 BESIDE STILL WATER

Recensione Serie TV: Shadowhunters 2×19 HAIL AND FAREWELL-2×20 BESIDE STILL WATER

Ultime due puntate per questa seconda stagione di Shadowhunters; dopo gli avvenimenti della diciottesima puntata, vediamo come, in questa, la “rivolta” dei nascosti inizi a prendere una piega diversa.

Abbiamo Magnus dalla parte degli stregoni che rifiuta ogni coinvolgimento con gli Shadowhunters e che convince Raphael a entrare a far parte di questa nuova alleanza creata tra chi ha sangue di demone nelle vene.

In poche parole, vediamo ogni schieramento combattere con le proprie armi, per la sopravvivenza. I vampiri setacciano tutti i posti bui possibili in attesa del tramonto. I licantropi vanno letteralmente a caccia di Valentine e dei membri del circolo, che riusciranno poi a braccare e attaccare. Gli stregoni creeranno una barriera mistica per impedire a Valentine e Jonathan di uscire da New York anche con l’aiuto di nuovi portali.

Nel frattempo, tra gli Shadowhunters, gli unici ad avere un piano sembrano Clary e Jace che riescono ad attivare le rune angeliche, scoprendo così dove si trova Jonathan.

Jonathan viene quindi lasciato indietro da Valentine. Il giovane si scontrerà infine con Jace e Izzy, finendo per avere la peggio. Ferito, viene lanciato giù da un ponte.

Nell’ultima puntata, nonché finale di stagione, vediamo Jonathan trascinato sulla spiaggia, praticamente mezzo morto, che, con le ultime energie rimaste, apre un portale per quello che sembra essere proprio l’inferno, da cui escono un sacco di demoni volanti, simili a dei draghi.

Alec, Izzy, Clary e Jace corrono subito ai ripari, cercando di sconfiggere i cattivi, ma con scarsi risultati. Nel frattempo si sparge la voce che Valentine è riuscito ad arrivare ad Idris e i primi a seguirlo sono proprio Clary e Jace, che, arrivati sul posto, scoprono a loro spese chi è l’infiltrato.

Successivamente, per sconfiggere i demoni che infestano la città sarà necessario l’aiuto di Magnus, per poi chiudere il portale da dove sono usciti.

In tutto questo, Maya viene rapita dalla regina dei Seelies solo per fare dispetto a Simone, che nella scorsa puntata aveva rifiutato di allearsi con lei. Luke, recuperato il vampiro diurno, si reca alla corte della regina e cerca la lupa.

Arrivati al lago, Jace viene ucciso da Valentine, che imprigiona Clary e evoca l’angelo Raziel; ma Clarissa, con lo stilo del compagno, riesce a liberarsi e a uccidere, a sua volta, il padre, chiedendo all’angelo di riportare in vita il fidanzato deceduto.

A Idris arriveranno poi in loro soccorso Magnus, Alec e Izzy, che li trasporteranno a casa.

Sconfitto Valentine e scomparsi i demoni, tutto sembra finito e tutti hanno fatto ritorno a casa e, nonostante qualche segreto sia ancora dietro l’angolo, decidono di festeggiare questa prima vittoria insieme e brindare a tutte le fazioni. Vittoria coronata, poi, dalla pace e dal ritorno dei Malec.

…bando alle ciance veniamo subito al dunque che ho un sacco di cose da dire!

Per prima cosa c’è da dire che la morte di Jace e il suo iniziale scontro con Jonathan nella diciannovesima puntata, sono state qualcosa di eccezionale e di davvero emozionante. Un po’ meno il suo ritorno in vita. La mia premessa era anche quella che probabilmente non l’avrebbero fatto morire, visto che non hanno fatto morire neanche Max, ma invece questa volta hanno seguito per poco il libro e KABOOOM! Il ‘ti amo’ sussurrato a Clary in punto di morte mi ha commosso talmente tanto che mi sembrava di essere finita in “Grey’s Anatomy”, dove le morti sono all’ordine del giorno.

Il secondo scontro che vorrei farvi notare è quello di Clary con il padre: Valentine. La nostra piagnucolosa rossa Shadowhunters, per la prima volta mi ha fatto provare emozioni al di fuori della banalità. La rabbia con la quale si è scagliata contro Valentine è stata palpabile; era come se fossi io a colpire la persona che mi ha fatto più male in assoluto, non mi viene in mente modo migliore per descrivere quella scena.

Terzo e ultimo scontro, quello di Magnus con il demone alato. Nell’ultima puntata, nonostante la distanza tra gli stregoni e gli shadowhunters, li vediamo collaborare per salvare delle vite. Tutto questo comprende la chiusura di un magico portale dal quale escono mostri volanti, che feriscono Izzy e permettono ad Alec di difendere l’ex compagno, finendo quasi abbrustolito. Ed eccolo lì: Magnus che salva Alec da un drago o come voi lo vogliate chiamare, accasciandosi poi a terra. Lasciandomi con gli occhi a cuoricino ancora una volta. Cuoricini che poi mi usciranno da ogni dove con il loro riappacificamento. Insomma era anche ora! Capisco la fiducia, capisco tutto quello che volete, ma i Malec e, soprattutto, le loro dichiarazioni  ti portano persino a credere al “felici e contenti”.

Al di là dei veri e propri scontri di azione e di scene emozionanti, direi che bisogna sprecarle due paroline per:

  1. La regina Seliees, interpretata dalla fidanzata di Dom (Jace), che incontra Simon cercando di convincerlo a stare dalla propria parte. Seguita poi dal patto che il vampiro farà per salvare Maya. Non serve dire che questa regina è una serpe! Cioè, prima crea un’alleanza con chi ha sangue demoniaco, poi vuole il vampiro diurno, accetta un patto con Valentine facendolo scappare e infine cattura una licantropa solo per un rifiuto. Siamo un po’ al limite dello psicopatico e il bello… davvero deve ancora venire. Nella terza stagione, che andrà in onda a gennaio, sono sicurissima che la vedremmo tessere ancora per bene questa sua ragnatela.

  1. Izzy e Raphael si sono dichiarati. A questa dichiarazione sono stati dedicati esclusivamente due minuti, che hanno alimentato ancora una volta la mia ship e… mi ha stupito non vedere Raphael nel finale. Insomma, la buttate lì così e poi nascondete la mano?
  2. Terzo e ultimo, non meno importante, anzi il contrario, i demoni che nel finale si trasformano in quella che Jonathan chiama “mamma” e no non è Jocelyn, mi dispiace farvi questo spoiler, ma è giusto che lo sappiate. Quella cosa, quella mammina, non è nulla di buono.

Infine, vorrei semplicemente dire che questa stagione, nonostante i pessimi effetti speciali di nonmiricordopiùquantepuntate, ha portato qualcosa di buono, qualcosa che anche per la terza stagione mi terrà appiccicata a guardare le puntate.

Recensione Serie TV: Shadowhunters 2×19 HAIL AND FAREWELL-2×20 BESIDE STILL WATER
5 su 1 voti

Gaia

x

Check Also

Recensione Serie TV: Supernatural 13×01 Last and Found

Eccoci tornati per la tredicesima stagione di Supernatural, la più longeva serie ...

error: Contenuti di proprietà di RFS