Da non perdere
Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie TV: Reign 4 stagione serie completa

Recensione Serie TV: Reign 4 stagione serie completa

Con questa stagione termina una serie che era iniziata pensando a un target di pubblico giovanile per poi diventare, con il passare degli anni, sempre più idonea a un pubblico adulto. Il passaggio è stato graduale, e sicuramente anche dovuto al maturare dei personaggi, infatti credo che gli autori volessero proprio evidenziare questa evoluzione. Fermo restando che la vera storia di Maria Stuarda è molto distante da quella narrata in questo telefilm, è comunque innegabile che questo rimane un buonissimo prodotto televisivo, a mio giudizio. Attenzione spoiler per chi non ha seguito la quarta stagione Molti personaggi che avevamo imparato…

Score

voto alla stagione
voto alla serie

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Con questa stagione termina una serie che era iniziata pensando a un target di pubblico giovanile per poi diventare, con il passare degli anni, sempre più idonea a un pubblico adulto.
Il passaggio è stato graduale, e sicuramente anche dovuto al maturare dei personaggi, infatti credo che gli autori volessero proprio evi
denziare questa evoluzione. Fermo restando che la vera storia di Maria Stuarda è molto distante da quella narrata in questo telefilm, è comunque innegabile che questo rimane un buonissimo prodotto televisivo, a mio giudizio.

Attenzione spoiler per chi non ha seguito la quarta stagione

Molti personaggi che avevamo imparato ad amare li abbiamo persi (e quando dico persi non intendo che sono scomparsi, sono proprio morti e alcune di queste mancanze ci hanno lasciato talmente stupiti da non volerci credere, dato che erano personaggi principali o importanti, ma sappiamo anche che ora i produttori prediligono far morire personaggi a cui il pubblico è legato; oserei dire che Martin, con il suo Got, ha fatto scuola) nella terza stagione. La quarta inizia con una Mary tornata nella sua terra natia, la Scozia, per reclamare il suo regno.

Ad attenderla troviamo il fratellastro James (personaggio molto interessante)

inizialmente colto da un breve attimo d’indecisione: aiutare il protestante John Knox nella lotta per spodestare la regina cattolica (Mary) e portare nuovamente il protestantesimo sul trono scozzese, oppure lasciare che le cose seguano il loro corso senza interferire? Dopo un brevissimo periodo, James torna ad amare e capire la sorella, perciò le giura fedeltà come sovrana e soprattutto rinnova con lei, in privato, un giuramento: fedeltà e aiuto tra fratelli.

Per cercare di dare sicurezza e stabilità al suo regno, Mary sposa Robert Dudley,(ex amante della regina Elisabetta e Lord inglese) che si rivela violento, donnaiolo e arrivista. Proprio il comportamento violento del marito ai danni di se stessa porta Mary, insieme al suo consigliere più fidato, a decidere di organizzare la morte del marito (dopo la nascita del loro figlio James, colui che unificò le corone di Irlanda, Scozia e Inghilterra), ammalato di sifilide. Questo comportamento costerà molto caro alla nostra regina che verrà imprigionata fino alla sua morte.

 

Nel frattempo, in Inghilterra, Elisabetta è innamorata, felice come non si era mai vista. Lord Darnley, (ex amante di Mary e consigliere di Elisabetta) dopo la morte della figlioletta, capisce il vero tormento della giovane monarca e inizia a esserle amico, finendo poi con l’innamorarsi perdutamente di lei, anche se, per ragion di stato, la convince ad accettare le nozze con un sovrano austriaco. I primi momenti del corteggiamento, egli si dimostra molto cortese, ma dopo aver fatto sesso con Elisabetta (eh già, alla nostra Regina piace molto giocare tra le lenzuola e con più amanti, dato che Darnley è sempre nel suo cuore) diventa geloso e cerca d’imporre alla figlia di Enrico VIII di lasciare per sempre il suo vero amore e di sottomettersi al suo volere di uomo, accettando perciò le sue decisioni politiche. Lei, allora, decide di lasciarlo e di sposare segretamente (bellissima la scena del matrimonio! Elisabetta è uno dei personaggi migliori di questa serie e l’attrice è stata spettacolare nell’interpretarla) il suo amato, ma la gioia dei due novelli sposi non dura troppo… il dolcissimo Darnley muore (avvelenato! Ma… perché proprio lui tra tanti? Lo so che ve lo state chiedendo, ma andiamo avanti passo per passo nel raccontare gli eventi) straziando il cuore della sovrana (e non solo il suo), che voterà il suo cuore, per sempre, al marito.

Ma chi è l’artefice del vile assassinio?

Se avete visto una delle ultime puntate della terza stagione, la moglie di Narcisse (che, benché fossero separati, lui amava più di ogni altra persona al mondo) dopo aver trascorso un lungo periodo alla corte inglese, diventando amica e confidente della regina, viene accusata dalla stessa di aver partecipato a un tentativo di colpo di stato per mettere sul suo trono Mary. Purtroppo, Elisabetta non può decidere di risparmiarle la vita, perciò, sotto gli occhi di uno Sthépane (arrivato sull’isola per portarsi a casa la moglie e farle capire quanto ci tiene a lei) terrorizzato e impotente, la giovane Lola viene uccisa.

Inutile dire quanto sia (per me) romantico Narcisse, o spietato, se preferite, ma decide di vendicare la sua donna, il suo unico amore, facendo provare a chi l’ha portata via il suo stesso dolore.

Come immagino sappiate, se seguite la serie, questa si svolge su tre regni: Scozia, Inghilterra e Francia, tre corti che sono legate in tutto e per tutto a Maria Stuarda; perciò vi starete chiedendo cosa succede alla corte di Caterina De Medici.

In Francia è il caos! Morto Francis, sparito per sempre Bast, il regno è affidato alle sorti del giovane Charles che, convinto dai suoi consiglieri, decide di portar via il potere di reggente a sua madre e, quindi, di svolgere le sue funzioni di Re, peccato però che, dopo un rapimento e l’uccisione di un suo amico, rimane molto turbato e per trovare sollievo decide di massacrare dei poveri innocenti e in alcuni casi di nutrirsi di loro, fregandosene del suo regno e lasciandolo allo sbando. Per fortuna, Caterina e Narcisse sono due grandi, si rimboccano le maniche e continuano a proteggere la Francia e il giovane sovrano; il vero toccasana è la ragazza di cui Charles si innamora, che lo aiuta a ragionare, a prendere in mano la situazione. In realtà, questa ragazza è un’arrivista e passa dal letto di Narcisse a quello di Enrico, fratello minore del re, nella speranza di avere sempre un ruolo di spicco al governo, ma, purtroppo per lei, non ha considerato di avere di fronte due dei più feroci killer al potere (Caterina e Narcisse), che non ci pensano due volte a ucciderla e riportare così stabilità nel regno.

Re e Regine stanno vivendo la loro vita burrascosa, i loro regni necessitano di continue attenzioni e di sotterfugi per poter emergere sugli altri, ma in Reign c’eravamo anche innamorati della coppia composta da Leith e Claude… sono spariti? No, ma sarebbe stato meglio che lo fossero; qua gli sceneggiatori hanno commesso un errore imperdonabile.

Per metà serie crediamo che il giovane Leith sia stato ucciso, Claude lo piange disperata e giura di non sposarsi mai e di votare la sua vita al ricordo del suo amato, ma … c’è sempre un ma.

Narcisse vuole assolutamente avere più potere a corte (come se non l’avesse già, essendo l’amante di Caterina!) e decide di fare sposare suo figlio Luc (che per onestà e correttezza non gli assomiglia) a Claude. Subito dopo che i due hanno consumato il matrimonio, ritorna Leith, che, salvatosi dall’attentato, ma rimasto gravemente ferito, non era riuscito a mandare notizie e tornare a corte in tempi brevi. Luc, molto comprensivo, propone un triangolo, almeno fino a quando Claude non gli darà un erede, poi i due innamorati potranno vivere la loro vita insieme. Che vi sembri o meno un giusto compromesso (a me lo era sembrato), Leith decide di lasciare la corte. Un anno dopo, s’incontra con Claude, per decidere cosa fare della loro relazione e così la giovane principessa scopre che Leith (la persona che l’amava più di se stesso, almeno a parole!) si è sposato e non pensa più a lei. Ora mi chiedo, com’è possibile che questi sceneggiatori abbiano deciso che nessuna (e dico nessuna) delle coppie di questa serie possa avere un lieto fine? Capisco che non sempre tutto possa andare liscio, ma così mi pare esagerato.

Quando tutti gli avvenimenti hanno preso il loro corso, avviene un salto temporale di vent’anni. Il figlio di Mary, al cospetto della zia, chiede di poter vedere la madre prima che venga decapitata, ma Elisabetta, con un ricatto, vieta al giovane James di assistere alla morte violenta della madre, scena a noi non risparmiata, anche se addolcita dal ricongiungimento della Regina di Scozia con il suo vero amore Francis.

Benché, come avrete sicuramente capito, non ho apprezzato la mancanza dell’happy end, la serie merita di essere vista e spero che venga fatto uno spin off sulle vicende di Elisabetta e Caterina che sono rimaste in sospeso.

 

recensione a cura di 

editing a cura di 

 

Recensione Serie TV: Reign 4 stagione serie completa
5 su 1 voti

baby.ladykira

Oltre ad essere l' Admin founder del Sito di Romanticamente Fantasy, sono una libraia ed adoro tutti i libri in genere, dai cartacei ai digitali. Oltre alla passione dei libri, sono una telefilm e film dipendente ^_^
x

Check Also

Una serata al cinema: Recensione cinquanta sfumature di rosso di James Foley

Cinquanta sfumature di Rosso Scheda tecnica: Data uscita: 08 febbraio 2018 Genere: Drammatico, Erotico, Sentimentale Anno: 2018 ...

error: Contenuti di proprietà di RFS