Da non perdere
Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: Proven Innocent – 1×03 – “Assassino o Supereroe?”

Recensione Serie Tv: Proven Innocent – 1×03 – “Assassino o Supereroe?”

Assassino o Supereroe?

Progetto grafico a cura di Lostris

In questo episodio, vediamo trattare il caso di un ragazzo che all’età di 14 anni venne arrestato per omicidio, processato come un adulto e successivamente condannato all’ergastolo.

Boudreau va in Chiesa con la famiglia e, alla fine della messa viene fermato dal prete che gli chiede, come favore personale, di ricontrollare gli atti del processo di William.

I due avvocati allora, si recano in carcere per conoscere il ragazzo che è detenuto da ormai cinque e sta perdendo ogni speranza. Nel ricostruire i fatti, il ragazzo informa Boudreau e Scott, che i poliziotti gli avevano chiesto di collaborare alle indagini, per trovare il colpevole.

Wiliam quindi, accettando di collaborare con i poliziotti, consegna l’arma che precedentemente Rabbit (un amico del ragazzo con dei precedenti), gli aveva dato.

I due avvocati, indagando anche sui giurati, scoprono che il Presidente della Giuria portava dei quotidiani in sala. I suddetti che dovevano decidere la sentenza, potevano essere quindi, in qualche modo influenzati nell’esprimere il loro giudizi.

Grazie a questo particolare non del tutto irrilevante, Boudreau e Scott riescono a far riaprire il processo.

Passiamo ora a Boudreau, che come sappiamo, ha un figlio quattordicenne che affronta quotidianamente tutti i problemi legati all’ adolescenza; questo caso quindi, scuote molto il nostro avvocato.

In aula per l’accusa si presenta il Procuratore Bellows, e lo scontro con Madeline si fa pressante.

Intanto, Madeline continua ad uscire con il giornalista, che più la conosce più fa fatica a rimanere distaccato per scrivere un articolo su di lei.

La donna, per mettere in ulteriore difficoltà la posizione del procuratore per le elezioni a Procuratore Generale, appoggia pubblicamente un suo amico: Esteban Miller.

Bellows, come contromossa, si allea con una giornalista famosa per mettere Madeline nella sua stessa situazione, insieme cercheranno di usare i genitori di Rose Mary Linch per far sfigurare la donna. Il padre se ne va indignato, mentre la madre che crede i fratelli colpevoli, collabora con Bellows e la giornalista.

Nel frattempo, a William (che è un bravissimo disegnatore di fumetti), vengono sequestrati i disegni, e usati in tribunale per avvalorare la sua confessione.

Intanto, la situazione processuale di Livay Scott non si mette bene.

Anche questa volta, vengono messe in evidenza le indagini superficiali con cui la polizia e il Procuratore hanno cercato di incastrare un ragazzino solo perché nero, senza cercare altri colpevoli.

Boudreau dopo alcuni scatti di ira, si rivolge a una terapeuta che lo aiuta a capire i comportamenti del figlio, e grazie a queste sedute, riesce anche a capire e vedere in modo più obiettivo il caso che seguono.

Anche questa volta riescono a far scagionare il ragazzo, però a mio parere, la parte migliore della puntata rimane il modo in cui gli autori riescono a mettere in evidenza le insicurezze e le paure che i due avvocati devono affrontare.

 

 

Snow White

Avatar
x

Check Also

Star City 2040

Recensione Serie Tv: Arrow – 7×16 – “Star City 2040”

Bentornati amanti di Arrow. Episodio trasmesso dalla CW il 18/3/2019. Questo episodio ...