Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione serie TV: Outlander 4×12 “Providence”

Recensione serie TV: Outlander 4×12 “Providence”

Buongiorno Fenici,

oggi vi parliamo della puntata “Providence” di Outlander andata in onda oltreoceano domenica 20 Gennaio.

Common Ground

Progetto grafico a cura di Sweetfire

Eccomi qui di nuovo a parlavi di Outlander e dato che non ho letto i libri, come vi ho già detto, vorrei che chi lo ha fatto mi dicesse se stanno procedendo in linea con gli avvenimenti; in un gruppo di Facebook dedicato a questa serie tv, infatti, ho letto che le fan si lamentavano delle molte cose erano state tralasciate, alcune particolarmente importanti per favorire la giusta comprensione dei comportamenti e della caratterizzazione dei personaggi.
Comunque veniamo a noi e ricordo a chi segue la serie in italiano di fare attenzione agli spoiler.

Per prima cosa se ne avessi la possibilità, cambierei il titolo della puntata in “Mai una gioia”, sì avete letto bene, tutta la famiglia Fraser (inclusi anche gli amici e figli adottivi e non) a Providence si trova ad affrontare situazioni che fanno pensare spesso a questa frase.

Bene, non divaghiamo e torniamo a parlare di questa puntata densa di sentimenti.
Episodio che mi risulta difficile da commentare seguendo un filo logico, perciò lo dividerò secondo i personaggi come ho fatto tempo fa con la recensione dei Medici.

Clare e Jamie non pervenuti, se non in una piccola apparizione fugace. Sono sempre alla ricerca del genero, Roger, e stanno per raggiungere la tribù che lo tiene prigioniero.

Lord John e Bree

Saputo da Lord John che il capitano Bonnet è prossimo alla morte dopo essere stato catturato, Bree in avanzato stato di gravidanza, decide di andarlo a trovare in prigione per fargli capire che, benché l’abbia violentata e messa incinta, lo perdona e che amerà comunque la creatura che nascerà, ma non gli dirà mai chi è il padre.
Bonnet in un momento di umanità (che ho molto apprezzato) si toglie il dente d’oro e lo dona alla ragazza per il mantenimento del bimbo. Ma Lord John in tutto questo cosa c’entra vi chiederete? Lui appoggia completamente la figlia di Jamie e l’accompagna alla prigione dove oltre che a Bonnet è detenuto anche Murtagh, (ma di questo vi parlerò dopo) i due insieme sono proprio uno spettacolo da vedersi, la stima è reciproca e tra loro si capisce che l’amicizia è grande.

Sinceramente devo ammettere che shippo proprio questa coppia e, come ho già detto, la preferirei molto a Bree e Roger, forse anche perché tra i due attori mi sembra di vedere la stessa alchimia che c’è tra Cat e Sam.

Murtagh

Murtagh, come ho potuto scoprire in una delle mie “cacce allo spoiler”, in realtà non c’è nei libri, ovvero a questo punto della storia è già morto.
Sono convinta che sia stato inserito per creare una storia d’amore con Jocasta. In questa puntata lo troviamo in prigione, catturato mentre dava la caccia a Bonnet. Grazie all’esplosione della prigione, Fergus, riuscirà a farlo evadere e con lui, si presume, (ma ancora non lo sappiamo) che sia riuscito a scappare anche Bonnet.

Marsali e Fergus

Mi sono sempre piaciuti come coppia e la loro evoluzione mi affascina ancora di più.

Marsali dimostra di essere una donna con un temperamento molto forte quando si tratta del marito e non si tira indietro quando scopre che vuole salvare Murtagh dalla prigionia. Secondo me nella quinta stagione ci daranno molte soddisfazioni.

Per ultimo mi voglio dilungare su Roger.

Usato come schiavo dagli indiani, conosce la donna medico dell’accampamento, che le mostra con orgoglio la figlia avuta da un colono bianco, figlia amatissima, come il suo uomo che scopriamo essere un prete prigioniero anch’esso nel campo e detenuto in una capanna con Roger. I due hanno modo di parlare delle loro esperienze e Roger scopre che l’uomo oltre ad essere il padre della bambina è un uomo di chiesa e che vive nel rimorso di non aver rispettato i voti, benché non si sia pentito dell’amore per la sua donna; è apprezzato dagli indiani i quali però non esitano a torturarlo in quanto non capiscono perché non possa battezzare la piccolina.

Mentre l’ex prete viene portato al campo per essere torturato su una pira di fuoco, Roger riesce a scappare ma sentendo le urla del compagno di prigionia, torna indietro per vederlo morire sul rogo.

Riflessione finale sulla puntata

Su internet come ho detto in precedenza, le fan dicono che questa è una puntatona, personalmente io la definirei una bella puntata. Ho apprezzato molto il comportamento di Lord John, mi sto innamorando di lui, anche se temo che dovrò mettermi in coda (ahahah), e di Roger, beh lui ha sempre un posto speciale nel mio cuore. In queste puntate è cresciuto, sta diventando un vero uomo a tutti gli effetti e sono curiosa di vedere la prossima puntata quando incontrerà i suoceri (quando vedrà Jamie gli prenderà un colpo…poveretto!!!) e come sarà l’interazione tra i due uomini. Inoltre sono proprio curiosa di capire come gli autori abbiano deciso di gestire il ritorno di Claire a River. Mi spiego meglio, dal trailer si vede un Jamie che si presuppone vada a prendere Roger: immagino che riuscirà a liberarlo e che gli racconterà tutte le disavventure di Bree, che Roger decida di non seguire nessuno, e che J&C facciano ritorno dalla figlia che partorirà aiutata dai genitori. Nel trailer vediamo Brianna (senza pancia) correre incontro a qualcuno e io ho pensato sia Roger e secondo me sarà così che terminerà la serie, ma queste sono le mie congetture personali, vedremo se ho indovinato o no…

Stiamo a vedere per ora non mi resta che salutarvi Sassenach.

baby.ladykira

baby.ladykira
Admin Founder del gruppo ROMANTICAMENTE FANTASY SITO

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Una Serata al Cinema: Spider-Man: Far From Home

Titolo: Spider Man Far From Home Regista: Jon ...