Home / Senza categoria / Recensione Serie Tv: Outlander 4×11 “If Not For Hope”

Recensione Serie Tv: Outlander 4×11 “If Not For Hope”

if not for hope

Progetto grafico a cura di Sweetfire

Comincio questa recensione con una premessa che credo sia dovuta, in merito ai miei pareri sul telefilm: non ho letto (ancora) i libri. Desideravo gustarmi appieno la serie TV senza avere il cruccio dei paragoni con la storia scritta dalla Gabaldon nel corso degli anni.

Quindi abbiate pietà di me voi che non amate Roger perché il vostro immaginario non rispecchia la scelta fatta dai produttori oppure perché Bree non ha lo stesso carattere e la stessa simpatia dei libri, a me piacciono molto.

Ora veniamo alla recensione di questa puntata che contiene degli spoiler, lo dico a beneficio di chi segue la serie su Sky nella versione doppiata in italiano. 

Ragazzi che puntata! Bella, bellissima.

Alla fine della scorsa puntata eravamo rimasti con un Roger che, trovato un portale era indeciso se attraversarlo o meno, (sinceramente nella sua posizione, non ci avrei pensato due volte, sarei scappata a gambe levate! ) lo so che nei libri non accade perché mi sono fatta una dose di spoiler molto massiccia: non potevo aspettare una settimana per sapere! ma avevo il dubbio che gli sceneggiatori modificassero la storia e … porca paletta, per un attimo, quando è iniziata questa puntata, è sembrato che fosse successo in quanto Roger è inquadrato sotto la doccia e vede allo specchio il suo volto martoriato dai pugni di suo suocero.

Nessuna paura, gli sceneggiatori hanno voluto giocare con i nostri sentimenti (mannaggia a loro!!) Roger immagina tutto, in realtà dopo la fuga è stato catturato nuovamente dagli indiani che lo fanno lavare e vestire con abiti nuovi. Finalmente i pantaloni da pinocchietto vengono sostituiti (Dio sia lodato!) con braghe di pelle lunghe infilate dentro a degli stivali e la barba sta crescendo nuovamente, insomma sta tornando lui. Sinceramente non capisco la scelta dei produttori di farlo sbarbare e vestire come Eugene, il personaggio maschile della favola della Disney Raperonzolo…

Va bene torniamo a noi e non divaghiamo troppo.

Mentre Roger viene portato sempre più lontano da sua moglie, Jamie e Claire assieme a Ian continuano la loro ricerca; i due sembrano distanti, molti pensieri affollano la loro mente. Sarà Ian, a far comprendere a sua zia che anche il marito soffre e teme di aver perso l’affetto della figlia per sempre (povero Jamie!). Grazie a questa mediazione, tra i due coniugi, Claire in una dolcissima scena, spiega a Jamie che ama entrambi; che Bree ha lo stesso carattere impetuoso del padre e nei momenti di rabbia dice cose di cui poi si pente, cosa che fa tranquillizzare il nostro bel guerriero scozzese e finalmente dopo un’astinenza (si pensa) abbastanza lunga i due fanno l’amore. Ecco, qui vorrei dilungarmi un attimo: se le precedenti serie avevano fatto praticamente gridare allo scandalo per le scene di sesso esplicite, qua fanno sesso con la camicia indosso… ma stiamo scherzando? Cosa vorrebbero trasmetterci con questo cambiamento radicale del loro rapporto passionale? Che sono invecchiati e hanno perso la voglia di stare assieme o che per loro è diventata una routine? Non ditemi che poteva essere una cosa veloce e violenta perché proprio non da questa impressione, mi sembra proprio un voler evidenziare la maturità dei personaggi perché per Bree e Roger, seppur la scena della notte di nozze non ha retto minimamente il paragone di quella dei Fraser, erano nudi.

Non che io sia una persona che “se non fanno sesso nudi non guardo la serie” è proprio una riflessione che ho deciso di condividere con voi e anzi! Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate, mi domando quale sia la motivazione dietro a queste scelte. Semplicemente questo.

Intanto… mentre i genitori sono alla ricerca del marito, Bree è ospite della zia Jocasta per portare avanti la gravidanza tranquillamente. Brianna passa le giornate a disegnare finché la zia non decide di dare una cena in suo onore per trovarle marito (si avete letto bene!!) per proteggere il suo onore e il bambino in caso che Roger sia morto. Tra i vari pretendenti (tutti vecchi) appare Lord John (carino lui! Lo adoro!) che viene inviato da Jamie per proteggere il suo bene più prezioso: la figlia e per consegnarle anche una missiva. (Non ci è ancora dato modo di sapere cosa scrive Jamie nella lettera).

Tra Bree e Lord John nasce subito una grande stima e la ragazza sente di potersi confidare con lui.

La stessa sera, durante uno spuntino notturno, Bree assiste non volendo alla performance del bel John, anche lui nelle cucine, fare sesso con un uomo. Per niente sconvolta dalla cosa la ragazza torna in camera pensando al suo futuro.

Rasserenata dal fatto che il bel Lord non prova interesse per le donne e che è un amico di famiglia, cerca di obbligarlo a sposarla ricattandolo con la sua omosessualità, ma John capisce che è solo un momento di debolezza e rifiuta di sposarla finché non si saranno chiariti, così lei gli racconta di essere stata violentata. Non so perché, ma ho l’impressione che John su di lei abbia un’azione calmante, quasi quasi (ma lo so che non sarà così) preferirei la coppia Bree John, invece che Bree e Roger. 

Ora aspettiamo le prossime due puntate (oddio sta finendo non ci posso credere!!!) per vedere come finirà la stagione; una cosa positiva è che sicuramente faranno altre due stagioni. 

Alla prossima Sassenach

 

baby.ladykira

baby.ladykira
Admin Founder del gruppo ROMANTICAMENTE FANTASY SITO
x

Check Also

Recensione: “Baci sulla sabbia” di Nalini Singh

Buongiorno Fenicette oggi Veronica ha recensito per noi ...