Da non perdere
Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie TV: Once Upon A Time 7×02 A PIRATE’S LIFE

Recensione Serie TV: Once Upon A Time 7×02 A PIRATE’S LIFE

Seconda puntata di questa nuova stagione di Once Upon A Time e viene fatta luce su quello che è in parte successo in passato fino ad oggi.

La puntata corre lungo l’asse temporale del presente dove abbiamo i vari personaggi senza la memoria alle prese con la matrigna di Cenerentola, in questo caso Victoria, che cerca di far di tutto per tenere lontano la piccola Lucy da Jacinta, ovvero Cenerentola.

Nel frattempo, tramite i flashback, si vede la vita di Emma, Uncino e Henry qualche anno dopo il matrimonio. Con il giovane autore che vuole spiegare le ali e andarsene.

Successivamente i salti nel passato ci mostrano quello che è successo tra Henry e Cenerentola, dopo gli avvenimenti visti nella scorsa puntata. Avevamo lasciato il figlio di Emma che si dava alla fuga inseguito da Victoria, che poi lo imprigionerà, ma il giovane riuscirà a mandare un messaggio d’aiuto alla sua famiglia prima della cattura.

E proprio mentre sta per venire torturato, Regina e Uncino arrivano in suo aiuto. Il gruppo deciderà poi di cercare Cenerentola, ma succede un imprevisto.

Killian s’imbatte nel suo altro sé, che abbiamo già visto in  passato nella versione invecchiata, imbruttita e pure ubriaca. I due si scontreranno e la versione di Uncino avrà la meglio, arriverà a Victoria con la quale complotterà, fino a quando non scopre che Emma e Killian aspettano un bambino.

I suoi sensi di colpa e il suo orgoglio si risvegliano e l’uomo cercherà di rimediare, ma prima che succede Uncino, la versione che conosciamo noi per intenderci, lo colpirà a morte. Sul punto di morte le due versioni avranno un confronto a parole, che porterà Killian a chiedere alla moglie di guarirlo. Dopo questi disguidi, Emma e suo marito faranno ritorno a casa, mentre Regina deciderà di rimanere con Henry e aiutarlo a cercare Cenerentola; a loro si unirà l’altro Uncino che è alla ricerca di sua figlia.

 Dopo questo enorme salto, si ritorna al presente dove assieme all’agente Jones vediamo sempre il vecchio Tremotino che però ora è un detective.

Okay, si è un po’ tutto complicato… e questo mi fa rimangiare quello che avevo detto dopo la scorsa puntata e cioè che, forse, questa stagione non avrebbe fatto schifo.

Io capisco che non sarebbe Once Upon A time se i protagonisti non vengono colpiti da una maledizione una settimana sì e una no, ma …tutti questi giri e rigiri di mondi, flashback e chi più ne ha ne metta, erano davvero necessari?!

Bando alle ciance, think positive e tentiamo di guardare le cose positive di questa puntata.

In primis il fatto che finalmente Killian ed Emma, felicemente sposati, stanno mettendo su famiglia. Cosa che secondo me, doveva accadere tanto tempo fa!

Il finale che ci hanno dato è quello di una sorta di chiusura definitiva con la coppia e credo proprio che servisse, ma a questo punto penso che l’happy ending dei CaptainSwan o nuovo inizio, chiamatelo come vi pare, potesse avvenire anche alla fine della sesta stagione. Insomma tutti i sostenitori di questa coppia, o comunque dei personaggi, sarebbero stati più che soddisfatti, senza bisogno di tutti questi sotterfugi, salti nel tempo, cloni ecc…

Non si può dire che non sia un’idea originale quella di unire l’Uncino che abbiamo visto in un altro mondo, quello creato da un desiderio, alla storia di Henry, ma per spiegare una cosa del genere a un comune mortale dovremmo metterci delle ore. Avrebbe avuto più senso che una guerra imminente minacciasse Storybrooke, Hook salvasse Emma e il bambino e lui fosse stato colpito dalla maledizione, che ne so, qualsiasi cosa  sarebbe stata meglio in confronto di questo.

Cosa che invece non accade con Regina. La storia di Regina è drammatica e sospesa nell’aria da quando è morto Robin Hood, quindi è davvero perfetto che lei abbia deciso di trovare un’altra volta il suo lieto fine, ma questa volta con suo figlio.

Parlando invece di Tremotino, bisogna sempre mettere le mani avanti, visto il suo passato. Fin dalla prima puntata ho pensato che lui non fosse stato colpito dalla maledizione, che stia ancora ‘giocando’ e muovendo le pedine come è solito fare, ma una parte di me, invece, dice che non è così. Anche lui nel finale della sesta stagione aveva trovato una sorta di happy ending con Belle e il loro bambino. Ora Belle e Gideon non ci sono e dubito che, nonostante Rumple sia il signore Oscuro, si sarebbe potuto dimenticare di avere un figlio.

non volontariamente, almeno. Quindi con lui si rimane sempre sul chi va là, ma sarebbe altrettanto originale, che il vecchio e caro signore oscuro questa volta sia un’altra vittima, cosa che è ancora tutta da vedere.

Degli altri personaggi, c’è poco da dire, non li conosciamo, sono nuovi di zecca e l’unica cosa che si possa dire, a mio avviso, che come viene detto nella prima puntata, potrebbero essere altre versioni di personaggi già incontrati.

Ad esempio: Cenerentola e Alice erano già state viste in precedenza, ma in altre versioni.

Non ci resta che continuare a seguire lo show, sperando che non venga davvero fuori una schifezza, come altri telefilm che hanno avuto un percorso simile a OUAT.

QUI trovate la lista degli episodi precedenti con le relative recensioni

Recensione Serie TV: Once Upon A Time 7×02 A PIRATE’S LIFE
Vota qui L\'articolo.

Gaia

x

Check Also

Recensione Serie TV: Blindspot 3×02 Enemy Bag of Tricks!

Eccoci arrivati a questa seconda puntata della terza serie di Blindspot, episodio ...

error: Contenuti di proprietà di RFS