Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: Motherland Fort Salem – 1×09 – “Coup”

Recensione Serie Tv: Motherland Fort Salem – 1×09 – “Coup”

Coup

Progetto grafico a cura di Francesca Poggi

Care Fenici,

siamo giunte all’episodio che precede il finale di stagione e le cose si stanno mettendo male, anzi malissimo, per le nostre ragazze. Innanzitutto, ci tengo a precisare che questa serie è bellissima, ma avrei preferito qualche episodio in più che elogiasse la joie del pene. Non si può avere tutto!

In questa puntata i nemici sembrano sbucare fuori dalle tane come conigli, per esempio vengono nominati i Camarilla – non sono delle caramelle come il nome potrebbe indurre a pensare – che avevano la cattiva abitudine di rubare i poteri delle streghe. ‘Sti tizi, sicuramente uomini, sono stati uccisi dalla Alder circa duecento anni prima, ma c’è qualcuno che li emula e, difatti, sono stati usati i loro metodi con i Tarim. Questi ultimi, di cui fanno parte anche Adil e Khalida, sono minacciati e massacrati, ma preferiscono adeguarsi al destino piuttosto che permettere all’esercito di entrare in possesso dei loro rari poteri.

Dal titolo noterete che si parla di colpo di Stato, e ahimè è successo quello che le streghe avevano giurato di non fare mai dopo Salem… ma ci arriviamo. Per cominciare, la gioia, l’ingenuità e la lealtà all’esercito che caratterizzavano Tally sono qualità decedute dopo la morte dei civili, nell’ultimo episodio, a seguito dell’ordine del Generale Alder. Questo fatto ha messo in moto due situazioni importanti: la prima è il dubbio che comincia a prendere piede in Anacostia, la seconda è la confessione che Tally e il resto della sua unità fanno alla madre di Abigail. Le parlano anche di Scylla, e la generale Bellweather, desiderosa di potere e arrivista come mai, non perde neanche un secondo a informare la Presidente Wade.

Tempi duri per la Alder e non so dirvi cosa provo per lei, sicuramente ammirazione da una parte ma anche tanta delusione. Dal suo ordine, quello che ha decretato la morte dei civili imprigionati dallo Spree, c’era stata un’altra vittima, questa volta tra le reclute, ossia la nemesi per tradizione di Abigail: Libbe Swhyte. Proprio ad Abigail viene chiesto di parlare in suo onore, leggendo l’elogio funebre, scritto ovviamente dalla madre. Per una volta, la giovane Bellweather ignora gli ordini materni e parla con il cuore di Libbe, condannando l’inimicizia assurda tra le due famiglie. Dopo nove episodi finalmente si è addolcita, merito della sua unità o di Adil? Eh sì, c’è del tenero tra i due!

Anacostia riceve l’ordine di far trasferire Scylla alla prigione di massima sicurezza di Santo Domingo, ma prima di farlo vuole sapere cosa ha portato la ragazza a unirsi allo Spree, ma questa accetta ponendo una condizione: rivedere Raella. L’incontro è come sempre molto emotivo e angosciante, ma questa volta la mia pena va a Scylla, che per amore ha perso tutto, mentre Raella oramai non le crede più. Anacostia, invece, sembra quasi impietosita e a mio parere nutre qualche dubbio sugli ordini che ha ricevuto.

L’unico momento divertente dell’episodio chiaramente deve trasformarsi in tragedia. Tally, approfittando delle assenze di Hilary, va a letto con Gerit ma la cosa le si ritorce contro quando la moglie di lui li becca, ma senza scomporsi chiede di unirsi al divertimento. Invece di accettarlo, la cretina di nome Tally se ne va arrabbiata e ferita. #maiunagioiaperTally.

Tornando al colpo di Stato, la cara Generale Alder, malgrado la diffidenza dei Tarim, chiede alla Presidente Wade di poter andare a salvarli, ma stando al confine tra Russia e Cina il Capo dello Stato lo proibisce. A nulla servono le insistenze del generale, dato che la Presidente ha scoperto di Scylla, la morte della recluta, i civili eliminati e, stufa, mette in pensione la Alder. Trecento anni di combattimenti, strategie e guerre e ora pensione! C’è chi avrebbe festeggiato per una settimana, invece la generalessa ha l’idea peggiore della storia delle brutte idee.

Durante il discorso della Presidente sulla tv nazionale, Sarah prende il controllo della donna e, davanti a milioni di americani e non solo, si annuncia come nuovo Capo incontrastabile con poteri globali e illimitati. Rompe il patto e tradisce il suo Paese in un battito di ciglia, e tutto è stato causato da un passaparola partito dal nostro trio. Anacostia scopre tutto, ma preferisce proteggere le ragazze piuttosto che tradirle. Se la nuova Generale Supremo dovesse scoprirlo, sarebbe la fine per loro.

Nell’ultimo episodio immagino che vedremo i Tarim e spero che si faccia vivo anche lo Spree, soprattutto per quanto riguarda Raella. C’è qualcosa sotto di interessante! Alla prossima!

 

DarkSide

DarkSide

Lascia un Commento

x

Check Also

Stormy Weather

Recensione serie TV: Council of Dads- 1×09-“Stormy Weather”

Ciao a tutti, amanti delle serie TV! L’episodio ...