Home / Adult / Recensione Serie Tv: LEGACIES – 2×05 – “SCREW ENDGAME”

Recensione Serie Tv: LEGACIES – 2×05 – “SCREW ENDGAME”

Screw Endgame

Recensione con spoiler

Buongiorno a tutte. Nello scorso episodio, abbiamo lasciato Lizzie alle prese con una incredibile rivelazione. Finalmente dopo tanto tempo, i suoi ricordi sono tornati, riconoscendo in Hope la sua vecchia compagna. Insieme al piacere del suo riavvicinamento, tornano a galla tutte le problematiche e le tensioni di cui era composto il loro rapporto. Questo a causa della perfetta intesa che Hope e Alaric avevano da sempre avuto, affrontando allo stesso modo le complesse situazioni derivate dalle diverse difficoltà nel mantenere lo status quo della scuola.

Ma questo sarà un episodio importante per più di un motivo. Parliamo della guardiana del Labirinto, una specie di dimensione parallela telematica, nel quale tutto funziona come in un vecchio gioco di SuperMario. Intrappolata lì molto tempo prima e controllata da un classico Minotauro, potrà lasciare il suo posto solo se un’altra fanciulla la rimpiazzerà. Hope e Lizzie si trovano, per così dire, nel posto sbagliato al momento sbagliato, venendo così risucchiate dal portale, proprio nel momento in cui Lizzie rivelava a Hope di essere a conoscenza della sua identità.

Così, mentre Hope e Lizzie si troveranno a dover affrontare mostri reali e interiori, perse nel labirinto elettronico ispirato ai lontani anni ’80, Josie e Landon dovranno decidere quale direzione prenderà il loro rapporto e se passare ad una fase successiva della relazione, facendo il grande salto. Landon infatti appare molto combattuto dalla cosa, quasi che dentro di sè sapesse che andare avanti con Josie non è la cosa giusta da fare… almeno non per lui. D’altro canto, la strada pericolosa intrapresa dalla nostra strega, la porta ad essere ancor più determinata nei confronti di Landon, tirando fuori un lato di sè, ancor più inquietante.

Nel frattempo, la scuola sta organizzando un ballo scolastico proprio stile anni 80, nei quali tutti sono impegnati. L’ex preside della Salvatore, però, non sembra demordere nonostante la diffida, e decide di entrare in campo nella veste di padre amorevole, presentandosi a scuola per controllare il benessere delle figlie. A nulla varranno le rassicurazioni di Josie sul suo stato di salute. Così, facendosi forte dell’assenza di Lizzie, dichiara al preside attuale di non volersene andare sino a che l’altra sua figliola, non farà ritorno, potendosi così accertare del suo stato di salute, dati i precedenti accadimenti.

MG, non sa come comportarsi nei riguardi di Sebastian, così chiede consiglio a Kaleb.

La situazione che riguarda Sebastian sembra essere molto più complicata di quello che appariva inizialmente. Di fatto, l’ombra comunica ai due vampiri il motivo per il quale lui è in quelle condizioni: il suo corpo è stato chiuso in una cassa, essiccato, dalla quale ovviamente per lui, è impossibile uscire. I due vampiri, consigliati anche da Alaric, vorrebbero lasciarlo nelle attuali condizioni, ma Sebastian comincia a tormentare MG, che non trovando altra soluzione, decide alla fine di aiutarlo. I due, seguendo le istruzioni di Sebastian, cercano il suo corpo fino a trovarlo, sotto l’ex fontana di sangue. Sebastin cerca di convincere MG ad usare del sangue fresco per ricostituirlo, promettendogli il suo aiuto per conquistare Lizzie. MG è molto tentato dalla proposta del vampiro, temporeggiando. Nel frattempo, Landon chiede aiuto per capire come gestire la sua situazione. Dopotutto sarebbe anche la sua prima volta e vuole che tutto sia perfetto con Josie.

L’organizzazione del ballo è in pieno svolgimento e tutti sono in fermento e Rafael ha ancora molte difficoltà a riadattarsi alla vita all’interno della scuola. Dopo aver passato molto tempo in aspetto da lupo, la sua psiche ancora vacilla, trovando forti difficoltà a stare con gli altri. Ma Landon gli sta vicino, reinserendolo nel gruppo. Rafael spera che la festa lo aiuterà anche a far breccia nel cuore di Hope, all’oscuro dei sentimenti del ragazzo.

Nel frattempo, Saltzman scoprirà la verità sulle votazioni avvenute, alla sua deposizione come preside. Anche le sue figlie non l’avevano sostenuto, pensando una vita migliore per lui, al di fuori dalla scuola. La sua delusione e la sua profonda amarezza sono palesi.

Hope e Lizzie sono in contrasto; l’una vorrebbe liberare l’altra dal Labirinto, così Lizzie stordisce Hope per prendere il posto di guardiana. Affrontandola, Lizzie all’inizio le promette di prendere il suo posto; scoprendo però che Hope non avrebbe la libertà, ma diventerebbe preda del Minotauro, decide d’impulso di distruggere il braccialetto che lei le porge per suggellare l’accordo.

Alla fine delle loro peripezie, Hope e Lizzie riescono ad uscire da quel labirinto, nonostante le difficoltà date dalla guardiana, riuscendo a uccidere il Minotauro. Così si ritrovano tutte e tre fuori da lì, ritrovandosi al famoso ballo anni ’80. E quando Hope, di nuovo davanti a Landon, cerca di tirare fuori i suoi sentimenti per confessargli la verità, ma lo trova tra le braccia di Josie, a ballare un romantico lento.

La nostra eroina si rende conto così che la loro vita è andata avanti. A niente varranno le rimostranze di Lizzie di non cedere. Hope, determinata come sempre, lascerà ai due campi liberi, accettando la proposta di Rafael di partecipare alla festa dei lupi mannari.

Dopo la festa, per Josie e Landon, sarà il momento della verità. Impegnati in uno scambio di affettuosità, Landon si allontanerà per qualche minuto alla ricerca di alcune “precauzioni”, lasciando Josie alle prese con sè stessa. Sarà lo strano ritrovamento di un misterioso diario a bloccarla nei suoi intenti, proprio prima di varcare il limite fisico della relazione. Nel frattempo Sebastian riprenderà vita, beneficiato da quel poco di sangue dato da Kaleb per comunicare con lui. Ma il vero colpo di scena ce lo darà l’attuale preside che, vedendo l’ex guardiana del Labirinto, si avvicinerà a lei e levandosi il suo anello vedremo che…e qui mi fermo.

Senza dubbio un episodio pieno di sorprese, entusiasmante, divertente e pieno di colpi di scena. Una serie cult dai risvolti affascinanti, costellata di sotto-trame in continua evoluzione. Legacies è e rimane, una gemma di rara qualità, all’interno di serie dalla trama rivista e priva di mordente. Insolita l’idea di un remake anni ’80, che alleggerisce una situazione che rischiava, altrimenti, di diventare trita, conferendogli invece nuovi colori. Trovo inoltre piacevole lo svolgersi degli eventi tra Hope e Lizzie e tra Hope e Rafael, aprendo così finestre alternative, a situazioni stereotipate che rischiavano di far arenare la storia, ma che così, la mantengono sempre fresca e dinamica.

L’episodio ci lascia quindi con l’ennesimo colpo di scena. Sarà difficile arrivare fino al prossimo appuntamento.

Coraggio Fenici, la storia continua!

 

DarkSide

DarkSide

Lascia un Commento

x

Check Also

Clear

Recensione Serie Tv: Legacies – 2×07 – “It Will All Be Painfully Clear”

  Ben trovate mie Fenici! Abbiamo lasciato i ...