Home / Senza categoria / Recensione Serie Tv: Legacies 1×04 “Hope is not the Goal”

Recensione Serie Tv: Legacies 1×04 “Hope is not the Goal”

Hope is not the Goal

Progetto grafico a cura di Marina Alesse

Salve lettori, benvenuti a questo quarto episodio.

Ci addentriamo sempre di più nelle menti dei personaggi e rispetto a The Originals e The vampire Diares anche in una nuova mitologia. La puntata è davvero molto carina, nonostante non accade granché.

MG si sveglia a seguito dei suoi incubi e decide di andare in cucina per uno spuntino, dove  incontra Kaleb. Il vampiro è molto misterioso e gli riferisce solamente di essere rientrato da uno spuntino notturno, dopo di che esce dalla stanza; unico ricordo della sua presenza un asciugamano sporco di sangue poggiato sul piano della cucina.

Il giorno dopo Rick annuncia la scomparsa di due ragazze: Dana e Sasha, che, se ricordate, erano state attaccate da una creatura nei boschi alla fine della scorsa puntata.

Il preside chiede ai ragazzi della scuola di aiutare Matt Donovan (lo sceriffo meno capace della storia) nelle indagini. Si offrono volontari: Hope, Lizzie, MG e Kaleb, successivamente affiancati da Landon, su ordine di Alaric.

La loro strategia, è quella di andare alla Mystic High per capire come Dana e Sasha siano scomparse e rintracciarle con un incantesimo di localizzazione.

Il gruppo cerca di integrarsi alla folla di studenti e, mentre Landon cerca di tenersi alla larga dai bulli che l’avevano sempre vessato al college, Hope riesce sorprendentemente a inserirsi e a socializzare con alcune ragazze umane e popolari. Lizzie e MG invece non riescono a ricavare alcuna informazione.

Nel frattempo, Rick e Matt, vagando nei boschi alla ricerca delle due giovani, si imbattono nel corpo di Dana, evidentemente morsa da un vampiro.

Rick telefona a Lizzie riferendole la notizia e, le chiede se qualcuno della scuola si nutra di umani. MG prontamente nomina Kaleb e insieme agli altri decide di fermarlo prima che possa mordere un’altra ragazza.

Poco dopo il gruppo incontra Dana, che non sembra passarsela molto bene. Tutti pensano che sia in transizione e decidono quindi di aiutarla.

Come sappiamo, quando un umano è in transizione, ha due scelte: nutrirsi e trasformarsi o morire.

Purtroppo, non hanno la possibilità di spiegarle nulla sulla sua nuova situazione perché la ragazza inizia a liquefarsi, letteralmente. La scena è alquanto disgustosa. La poveretta infatti vomita le proprie viscere fino a morire.

A seguito di questa morte così grottesca, non ci sono dubbi: non è stato un vampiro!

Tutti i sospetti convergono quindi sul povero Landon, ultimo arrivato nella scuola prima dei tragici avvenimenti. Ovviamente non c’entra nulla e, sentendosi tradito anche da Hope che si schiera con tutti gli altri, decide di allontanarsi. Nel corridoio incontra Connor, il bullo che lo aveva vessato quando frequentava la scuola umana. Dopo avergli dato un pugno in faccia Landon si rende conto che il mostro è lui; il ragazzo infatti inizia a perdere pezzi, un po’ come Rasputin nel cartone Anastasia, avete presente?

Landon torna dal gruppo con un pezzetto di pelle di Connor e scopriamo che un ragno gigante si è impossessato del corpo del ragazzo e che probabilmente è anche il responsabile della morte di Dana e della scomparsa di Sasha.

A Scuola, Rafael viene reclutato dall’Alfa Jeff per entrare nel branco. Il ragazzo rifiuta e per questo viene pestato.  Corre a salvarlo Josie, ma nonostante Rafe scappi in preda alla rabbia, la ragazza lo raggiunge in un capanno per placarlo. Quando il giovane licantropo si calma, i due notano delle ragnatele al piano superiore e vanno a curiosare, ma restano impigliati nella tela del ragno, dove trovano Sasha ancora viva.

Grazie a un incantesimo di localizzazione sul pezzo di pelle di Connor, i ragazzi riescono a trovare il capanno proprio mentre Josie e Rafe vengono attaccati dal ragno gigante.

Hope e Lizzie li liberano e, insieme, le tre streghe uccidono il ragno.

A fine puntata Alaric rimprovera le proprie figlie per aver preso l’iniziativa senza consultarlo  e per essersi messe in pericolo. Lizzie risponde, affermando che lui preferisce coinvolgere Hope nelle faccende che riguardano la scuola rispetto a loro.

Hope invece parla con Landon che l’accusa di essersi comportata in modo orribile.

La ragazza colpita dalle sue parole, cerca di rispondere ma non fa in tempo perché lui se ne va.

Rafe entra infine nel branco, e nell’ultima scena Dorian, un insegnante della scuola, dopo una chiamata con Alaric viene attaccato da un mostro misterioso.

Voto alla puntata: 7

 

Hope: Non mi è piaciuta. Con la sua ossessione per gli umani, umilia Landon e non muove un dito per difenderlo. Si è comportata davvero da stronza immatura, ricordandomi la Hope di The Originals.  Spero ritorni quella dell’inizio di Legacies, perché quando si comporta così la detesto.

Lizzie e MG: Lizzie, nonostante si creda chissà chi e non mi piaccia come personaggio, in questa puntata prende in mano la situazione e disobbedisce al padre. Brava Lizzie!

Rafe: Mi piace e sono contenta che alla fine abbia trovato il proprio posto nel branco e quindi nella scuola.

Josie: È la gemella simpatica, un po’ marginale in questa puntata, ma la adoro! Spero la conosceremo meglio nei prossimi episodi.

Landon: Caro, povero Landon mi spiace per il suo passato da vittima di bullismo. Per ora è un povero sfigato emarginato anche alla Salvatore School. Spero si riscatti in qualche modo.  Mi ricorda Stiles di Teen Wolf.

Alaric: Personaggio secondario, ma mi piace.

Baci alla prossima

 

 

 

 

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Hereditary

Recensione Serie Tv: Riverdale – 4×06 – “Hereditary”

I ragazzi del quartiere continuano a commettere molti ...