Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: “Greenhouse Academy” – prima e seconda stagione

Recensione Serie Tv: “Greenhouse Academy” – prima e seconda stagione

Greenhouse Academy

Progetto grafico a cura di TessV

 

Titolo Originale: Greenhouse Academy

Anno: 2017

Genere: Teen Drama

Stagioni : 2

Episodi: 24

Durata: 21-28 min.

Distribuzione: Netflix

 

 

Spoiler per chi non l’ha ancora visto!

 

Basata su una serie israeliana, Greenhouse Academy è una nuova serie tv targata Netflix che ha come ambientazione un collegio d’elite che ha lo scopo di istruire i nuovi leader del paese.

Nella scuola ci sono due club house, una che predilige lo sport e l’atletica e una in cui si predilige il sapere, la conoscenza.

In questa scuola si sono formati tanti leader, tra cui Ryan ,madre di Alex e Hayley Woods che muore in un incidente aerospaziale. La tragedia sconvolge la famiglia, tra cui anche il padre dei ragazzi, Carter, agente dell’FBI, che si lascia trasportare dalla disperazione e da cospirazioni, tanto da perdere il lavoro.

Otto mesi dopo l’accaduto, Alex vuole entrare a tutti i costi alla Greenhouse Academy e accompagnato dalla sorella , che della scuola ha poca opinione, esegue un test d’ingresso molto particolare. Il ragazzo riesce a svolgere l’esame nel tempo massimo stabilito, con un ragazzo che suona la chitarra a tutto volume. Il passo successivo per entrare nella scuola, precisamente nella club house “Eagles” è di sostenere una prova sportiva per la squadra di basket, durante la quale il ragazzo troverà ostilità da parte di Daniel, capitano della squadra e della casa.

Alla prova sportiva è presente anche il preside della scuola, Louis Osmond che riconosce i figli di Ryan e propone ad Hayley ,sfidandola, a eseguire il test d’ingresso nonostante la ragazza sia riluttante.

Alla fine fratello e sorella vengono accettati e mistati nelle due club house: Alex negli Eagles e Hayley nei Ravens. Questa sorta di divisione, porta i due molto legati, a litigare tra loro anche a causa della rivalità tra le due case; ma non solo. Invidia, rivalità nascono in un primo momento per poi essere superate e sostituite da problemi più seri.

Si, perché Greenhouse Academy è un’avventura alla risoluzione di quei problemi rimasti in sospeso dalla morte di Ryan.

La donna, quando era una semplice studentessa della scuola, aveva trovato in una grotta

vicino la scuola la Magnetite scoprendone le capacità, che negli anni, hanno portato la NASA a svolgere una serie di operazioni sotto copertura e che avrebbe rivoluzionato il mondo. Questo sapere e questa tecnologia non sono altro che il controllo di scatenare scosse di terremoto e rilevabili attraverso un satellite lanciato in orbita. Tutto ciò porta naturalmente contrasto tra chi vuole utilizzarla per il bene e chi per il male. Entrano in gioco così Judy Hayward ( madre di Daniel); Marcus (tutto fare della scuola); e Jason Osmond (figlio del preside).

I tre hanno come laboratorio segreto la grotta scoperta , anni e anni prima, da Ryan. Durante gli episodi, abbiamo modo di vedere come si impossessano del satellite della NASA e dei vari modi per controllare la magnetite. Tutto ciò per ottenere soldi, da un uomo di cui non si conosce l’identità,  che vuole utilizzare le scosse di terremoto per i suoi affari personali.

Le cose si fanno difficili quando Brooke Osmond (figlia del preside,sorella minore di Jason e fidanzata di Daniel) capisce che qualcosa non torna nella madre del ragazzo e nei modi del tutto fare della scuola, che è anche un vecchio amico della sua famiglia. La ragazza si dimostrerà la chiave per collegare tutti i punti che hanno portato i suoi amici a indagare. Così Hayley, aiutata da Daniel, Alex, Max e Jackie capirà il piano. Nel corso delle due stagioni, abbiamo modo di conoscere altri dettagli, tra cui i due agenti del FBI, nonché amici di Carter Woods, che fanno il doppio gioco; e di Marcus che in tutto l’anno ha solo tenuto segreto che Ryan fosse viva ma addormentata.

I ragazzi capiscono di essere soli e di non sapere di chi fidarsi, e grazie al lavoro di squadra riescono a risolvere la situazione, dimostrando anche di essere degli ottimi aspiranti leader.

Della serie non potete non amare innanzitutto il rapporto tra Alex e Hayley e di come questo viene, poi, fatto rovinare nel momento in cui i due entrano nella scuola. I primi tempi vediamo una Hayley morbosa nei confronti di Alex. Una sorta di mamma chioccia, che vuole proteggerlo a tutti i costi. Diciamo che è anche il motivo iniziale per cui la ragazza accetta di entrare nella scuola, mantenere la promessa fatta alla madre e scappare da una casa in cui è costretta ad affrontare un padre completamente assente.

Ma non è tutto, perché fin dal primo episodio non potrete che amare il personaggio di Leo Cruz, caposquadra dei Ravens e musicista. Tra Hayley e Leo ci sarà subito un’intesa che verrà poi spezzata da un colpo di scena che non mi aspettavo di certo, avendo imparato il personaggio di Leo.

La situazione tra i due si risolve, per così dire, anche se ci lascia con il fiato sospeso fino alla terza stagione.

Di cosa parlo?

Durante la serie, specialmente nelle battute finali della seconda stagione, notiamo come la coppia diventa subito un triangolo amoroso: Leo, Hayley e Daniel.

Avete letto bene!

Il segreto di Daniel con i suoi relativi comportamenti, portano Brooke lontana da lui e più vicina ad Alex (che coppia bellissima, aggiungerei) ; ma non mi sento di aggiungere altro, perché tra Leo e Daniel, nessuno di loro è esente da colpe. Spero solo che la scelta sia quella che immagino e non la classica conclusione infantile, se avete capito che intendo.

Il personaggio che mi è piaciuto di meno è stato quello di Emma, forse perché non si è mai evoluto, mai aperto del tutto. È sempre rimasto in disparte come personaggio e mostrato solo alla verità dei fatti. Sono contenta del risultato tra Jackie e Max. I due sono una bella coppia, e Jackie sembra essere un personaggio interessante.

La serie non è male, mi è piaciuta tanto. Molto colorata, facile da seguire, anche se talvolta può esserci confusione, ma poco. La serie potrebbe davvero essere migliore, dato che concentra tutto il suo tempo sulla realizzazione degli eventi che portano alla conclusione scelta, poco esaustiva e troppo prevedibile per il momento. Non tutti i dettagli, ahimè, vengono caratterizzati e incentivati, ma tenuti li, privi di colore come un quadro mai concluso.

Certamente, in venti minuti non si può dire molto, ma spero che con le prossime stagioni (già confermate 3° e 4°) riusciamo ad avere più materiale per conoscere, amare e capire i personaggi e le loro azioni.

Quello che mi piace della serie è l’alternanza tra le forti tensioni e i momenti di comicità che troviamo, che la rendono leggera da guardare e apprezzare.

L’inventiva c’è, se solo venisse arricchita di più,anche da dettagli più scuri e non tenuta ferma, verso quello che è un tipo di target pubblico.

Anche il cast non è male, l’ho apprezzato rispetto a molti altre serie.

La grafica non è male, soprattutto l’idea di rivoluzionare l’idea del telefonino, in un piccolo oggetto futuristico.

 

 

 

 

 

 

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

My shot

Recensione Serie Tv: Grey’s Anatomy – 16×14 – “Diagnosis”

Questa nuova puntata vede i medici alle prese ...