Recensione Serie TV: Good Omens

Pronti all’apocalisse, Fenici?

Questa nuova miniserie ci accompagna direttamente nell’Armageddon, con un Angelo e un Demone non proprio amici, ma ragionevolmente socievoli, che hanno tutta l’intenzione di impedire la disfatta del pianeta, perché, diciamocelo, è bello vivere qui. I mari ribolliranno? Non oggi.

Il Demone Crowley e l’Angelo Azraphel, infatti, sono abituati a vivere tra gli umani e ne apprezzano gli usi e i costumi, e l’arrivo dell’Anticristo rovinerebbe la loro serenità. Cosa s’inventeranno per intralciare i piani del Diavolo in persona?

Stando rigorosamente alla larga dagli spoiler, posso dirvi che parliamo di 6 episodi di grande qualità. Attori straordinari perfettamente calati nella parte, una scrittura eccellente intrisa di citazioni pop e humor tipicamente britannico; regia e fotografia a livello cinematografico sono il tocco finale di una confezione ineccepibile.

La storia, però, ha delle falle: in primis racconta una mitologia di base cristiana, ma non considera l’eventualità che lo spettatore non abbia conoscenza sufficiente dell’argomento e va avanti senza spiegare granché. Inoltre i salti tra le diverse trame non aiutano e tendono spesso a stridere gli uni con gli altri. In pratica è una serie costruita sull’universo di Gaiman e sulle sue storie, che darà grandissima soddisfazione ai fan dell’autore, ma risulta ostica ai novizi.

Nonostante vengano gettati nel calderone elementi di ogni tipo, dal Kraken alle streghe, dagli alieni ai Cavalieri dell’Apocalisse, è positivo vedere che 6 episodi bastano per concludere la storia. Gli eventi assurdi e le descrizioni folli della voce fuori campo salvano la narrazione, facendo passare in secondo piano le soluzioni frettolose.

Una serie sicuramente da vedere, prima della fine del mondo.

Lucilla

Lucilla
x

Check Also

’03 Bonnie & Clyde

Recensione Serie Tv: Euphoria 1×05 “’03 Bonnie & Clyde”

Salve Fenici!!! In questo episodio ci addentriamo nella ...